Ravello, gemellaggio a Potenza in nome del Beato Bonaventura FOTO

0

Ravello, Costiera amalfitana. Una delegazione di cittadini di Ravello, guidata dal sindaco Paolo Vuilleumier, e con la presenza dei consiglieri comunali Daniele Cioffi e Vincenzo Scala, si è recata oggi in pellegrinaggio Potenza, per la tradizionale accensione della lampada votiva ai piedi della statua del Beato Bonaventura, nella Chiesa di Malvaccaro. “Una tradizione che si rinnova, nella fede e nello spirito di fratellanza tra le comunità ravellesi e potentina – ha dichiarato il primo cittadino – Come è noto, nel 2013 la nostra città ha donato una lampada votiva realizzata dal maestro artigiano Antonio Esposito, ricambiando il dono ricevuto nel 1958. Nel nome di Bonaventura, per il quale è in corso il processo di canonizzazione, che speriamo possa preso giungere a conclusione, amplificando il suo esempio al servizio dei più deboli, è stato istituito anche un gemellaggio tra i nostri due comuni. Ringrazio ancora una volta gli amici di Potenza per la disponibilità e il calore con i quali ci hanno accolto”. A ricevere la delegazione, sono stati il sindaco di Potenza, Dario De Luca, il consigliere regionale Vito Santarsiero, l’assessore Rocco Coviello, i consiglieri comunali Nicola Iovello e Tonino Pesarini. Alle ore 11,30 è stata celebrata una Santa Messa officiata dal vescovo Agostino Superbo e concelebrata da padre Cosimo. Al termine del rito religioso, lo scambio di auguri per il nuovo anno, tra autorità politiche, amministratori e cittadini.

Ravello, Costiera amalfitana. Una delegazione di cittadini di Ravello, guidata dal sindaco Paolo Vuilleumier, e con la presenza dei consiglieri comunali Daniele Cioffi e Vincenzo Scala, si è recata oggi in pellegrinaggio Potenza, per la tradizionale accensione della lampada votiva ai piedi della statua del Beato Bonaventura, nella Chiesa di Malvaccaro. “Una tradizione che si rinnova, nella fede e nello spirito di fratellanza tra le comunità ravellesi e potentina – ha dichiarato il primo cittadino – Come è noto, nel 2013 la nostra città ha donato una lampada votiva realizzata dal maestro artigiano Antonio Esposito, ricambiando il dono ricevuto nel 1958. Nel nome di Bonaventura, per il quale è in corso il processo di canonizzazione, che speriamo possa preso giungere a conclusione, amplificando il suo esempio al servizio dei più deboli, è stato istituito anche un gemellaggio tra i nostri due comuni. Ringrazio ancora una volta gli amici di Potenza per la disponibilità e il calore con i quali ci hanno accolto”. A ricevere la delegazione, sono stati il sindaco di Potenza, Dario De Luca, il consigliere regionale Vito Santarsiero, l'assessore Rocco Coviello, i consiglieri comunali Nicola Iovello e Tonino Pesarini. Alle ore 11,30 è stata celebrata una Santa Messa officiata dal vescovo Agostino Superbo e concelebrata da padre Cosimo. Al termine del rito religioso, lo scambio di auguri per il nuovo anno, tra autorità politiche, amministratori e cittadini.