ATRANI – Casa della Cultura, laboratorio aperto sul teatro di parola con l’attrice Anna Maria Ackermann.

0

Atrani, la perla della costiera amalfitana, ancora protagonista con un laboratorio aperto sul teatro di parola che si terrà presso la “Casa della Cultura” sita in piazzale europa dal 3 gennaio al 6 gennaio dalle ore 17,30 alle ore 19,30 e che avrà come docente l’attrice Annamaria Ackermann. Attraverso il percorso del laboratorio si aiuteranno i partecipanti a conoscere e a tirare fuori le proprie capacità creative, fisiche e vocali. Il laboratorio si sviluppa nell’arco di 4 pomeriggi ed è articolato in 3 fasi (la partecipazione è completamente gratuita). Nella prima i partecipanti faranno conoscenza dei compagni e dello spazio, entreranno in relazione con gli altri attraverso esercizi di avvicinamento al mimo e di sensibilizzazione al ritmo per arrivare ad una coscienza e consapevolezza del proprio corpo. Verranno approfondite le dinamiche del coro e verranno effettuate improvvisazioni singole e di gruppo. La seconda fase sarà incentrata su esercizi di respirazione e articolazione, sul corretto uso della voce nella recitazione e nel canto, su elementi di dizione e sul lavoro sulle sensazioni e sull’ espressione corporea. Nella terza frase si passerà allo studio del copione e del personaggio, della presenza scenica e dei tempi teatrali e del glossario teatrale. Il laboratorio si concluderà con un saggio finale.Atrani, la perla della costiera amalfitana, ancora protagonista con un laboratorio aperto sul teatro di parola che si terrà presso la “Casa della Cultura” sita in piazzale europa dal 3 gennaio al 6 gennaio dalle ore 17,30 alle ore 19,30 e che avrà come docente l’attrice Annamaria Ackermann. Attraverso il percorso del laboratorio si aiuteranno i partecipanti a conoscere e a tirare fuori le proprie capacità creative, fisiche e vocali. Il laboratorio si sviluppa nell’arco di 4 pomeriggi ed è articolato in 3 fasi (la partecipazione è completamente gratuita). Nella prima i partecipanti faranno conoscenza dei compagni e dello spazio, entreranno in relazione con gli altri attraverso esercizi di avvicinamento al mimo e di sensibilizzazione al ritmo per arrivare ad una coscienza e consapevolezza del proprio corpo. Verranno approfondite le dinamiche del coro e verranno effettuate improvvisazioni singole e di gruppo. La seconda fase sarà incentrata su esercizi di respirazione e articolazione, sul corretto uso della voce nella recitazione e nel canto, su elementi di dizione e sul lavoro sulle sensazioni e sull’ espressione corporea. Nella terza frase si passerà allo studio del copione e del personaggio, della presenza scenica e dei tempi teatrali e del glossario teatrale. Il laboratorio si concluderà con un saggio finale.