Comune di Salerno e servizio di igiene urbana: troppi “galli” sulla “monnezza”!

0

Riunioni convocate d’urgenza e decisioni prese in fretta perché come al solito nei momenti dell’anno maggiormente critici per il servizio di igiene urbana (Pasqua, Natale e Capodanno) si “scopre” la necessità di adottare “misure drastiche”, “giro di vite” nei confronti di commercianti e ristoratori,”verifica rigorosa” della qualità del lavoro svolto dagli operatori ecologici.
Questa O. S. è da tempo che chiede all’Amministrazione Comunale, con insistenza attraverso innumerevoli note ad oggi rimaste senza risposte, la convocazione di un tavolo tecnico per discutere, con spirito costruttivo e collaborativo, dell’intero sistema organizzativo e gestionale afferente il servizio di igiene urbana, oggi gestito con solo il criterio del “tutti parlano e nessuno decide”.
Confronto tanto più necessario, alla luce del quadro normativo regionale che va delineandosi con la nuova legge regionale di riordino del ciclo dei rifiuti elaborata dalla Giunta Regionale del Governatore DE LUCA ed in fase di approvazione.

Salerno, 3 gennaio 2016
Il Segretario Generale FP CGIL Salerno
Angelo DE ANGELIS

Ai sensi dell’art. 6 della L. n. 412/91, la trasmissione della presente nota ha valore ufficiale. Firmata in originaleRiunioni convocate d’urgenza e decisioni prese in fretta perché come al solito nei momenti dell’anno maggiormente critici per il servizio di igiene urbana (Pasqua, Natale e Capodanno) si “scopre” la necessità di adottare “misure drastiche”, “giro di vite” nei confronti di commercianti e ristoratori,”verifica rigorosa” della qualità del lavoro svolto dagli operatori ecologici.
Questa O. S. è da tempo che chiede all’Amministrazione Comunale, con insistenza attraverso innumerevoli note ad oggi rimaste senza risposte, la convocazione di un tavolo tecnico per discutere, con spirito costruttivo e collaborativo, dell’intero sistema organizzativo e gestionale afferente il servizio di igiene urbana, oggi gestito con solo il criterio del “tutti parlano e nessuno decide”.
Confronto tanto più necessario, alla luce del quadro normativo regionale che va delineandosi con la nuova legge regionale di riordino del ciclo dei rifiuti elaborata dalla Giunta Regionale del Governatore DE LUCA ed in fase di approvazione.

Salerno, 3 gennaio 2016
Il Segretario Generale FP CGIL Salerno
Angelo DE ANGELIS

Ai sensi dell’art. 6 della L. n. 412/91, la trasmissione della presente nota ha valore ufficiale. Firmata in originale