La Festa dei Gigli protagonista su Rai due nella nota trasmissione “Mezzogiorno in famiglia”

0

La Festa dei Gigli “sbarca” su Rai due. La millenaria kermesse che nel 2013 ha ricevuto anche il sigillo Unesco sarà protagonista della nota trasmissione “Mezzogiorno in famiglia”. L’appuntamento è per domenica 3 gennaio a partire dalle ore 11.00. Nel corso della trasmissione infatti sarà realizzato un collegamento da piazza De Martino a Palma Campania, comune concorrente che in queste settimane è stato protagonista, a colpi di giochi di abilità, di un’ appassionante sfida con un altro della regione Abruzzo Il format prevede, infatti, che in scaletta siano inserite anche schede di approfondimento sui beni e sulle peculiarità più interessanti dei territori dei comuni concorrenti.n Nel corso della puntata di domenica il presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Raffaele Soprano, in compagnia delle maestranze della bottega Tudisco illustreranno il significato profondo della tradizione dei Gigli, il percorso che ha portato al sigillo Unesco ma anche l’arte insita nella costruzione degli obelischi e nella realizzazione dei decori in cartapesta. “Si tratta di una vetrina importantissima – afferma il presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Raffaele Soprano – che sebbene con i pochi minuti messi a disposizione ci ha consentito di poter promuovere la nostra Festa ad una platea molto ampia, segno che ormai la kermesse sta assumendo sempre di più un respiro nazionale ed internazionale”. Sabato 2 gennaio sempre nel corso della puntata di Mezzogiorno in famiglia ed in collegamento da piazza De Martino a Palma Campania spazio invece all’arte pasticcera del territorio con la promozione della famosa tradizione della città di Nola, del tutero e dell’ombrello. “Anche in questa circostanza – afferma Gennaro Gallucci – abbiamo valorizzato l’arte pasticcera del nostro territorio legata alla lavorazione del nocciolo e della cioccolata”. “L’esperienza con Rai due – conclude Angelo Martino referente locale della trasmissione – è stata un’importante occasione per promuovere le eccellenze dell’area nolana che comprende, tra le altre cose, il Carnevale di Palma Campania, la Festa dei Gigli, il torrone”.La Festa dei Gigli “sbarca” su Rai due. La millenaria kermesse che nel 2013 ha ricevuto anche il sigillo Unesco sarà protagonista della nota trasmissione “Mezzogiorno in famiglia”. L’appuntamento è per domenica 3 gennaio a partire dalle ore 11.00. Nel corso della trasmissione infatti sarà realizzato un collegamento da piazza De Martino a Palma Campania, comune concorrente che in queste settimane è stato protagonista, a colpi di giochi di abilità, di un’ appassionante sfida con un altro della regione Abruzzo Il format prevede, infatti, che in scaletta siano inserite anche schede di approfondimento sui beni e sulle peculiarità più interessanti dei territori dei comuni concorrenti.n Nel corso della puntata di domenica il presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Raffaele Soprano, in compagnia delle maestranze della bottega Tudisco illustreranno il significato profondo della tradizione dei Gigli, il percorso che ha portato al sigillo Unesco ma anche l’arte insita nella costruzione degli obelischi e nella realizzazione dei decori in cartapesta. “Si tratta di una vetrina importantissima – afferma il presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Raffaele Soprano – che sebbene con i pochi minuti messi a disposizione ci ha consentito di poter promuovere la nostra Festa ad una platea molto ampia, segno che ormai la kermesse sta assumendo sempre di più un respiro nazionale ed internazionale”. Sabato 2 gennaio sempre nel corso della puntata di Mezzogiorno in famiglia ed in collegamento da piazza De Martino a Palma Campania spazio invece all’arte pasticcera del territorio con la promozione della famosa tradizione della città di Nola, del tutero e dell’ombrello. “Anche in questa circostanza – afferma Gennaro Gallucci – abbiamo valorizzato l’arte pasticcera del nostro territorio legata alla lavorazione del nocciolo e della cioccolata”. “L’esperienza con Rai due – conclude Angelo Martino referente locale della trasmissione – è stata un’importante occasione per promuovere le eccellenze dell’area nolana che comprende, tra le altre cose, il Carnevale di Palma Campania, la Festa dei Gigli, il torrone”.