Tragedia a Milano, spara al marito nei genitali poi si uccide: l’uomo è gravissimo

0

Non ce l’ha fatta la donna che, dopo aver sparato contro il marito, ha rivolto l’arma contro se stessa. Inutili i soccorsi nell’appartamento a Bernate Ticino, in provincia di Milano. Secondo una prima ricostruzione Maria Luisa Mazzanti, 67 anni, «affetta da sindrome bipolare», utilizzando una pistola regolarmente denunciata, ha sparato un colpo al marito, Roberto Marsi, 69 anni, pensionato, colpendolo ai genitali. Successivamente ha rivolto l’arma contro di se stessa sparandosi un colpo all’addome. L’uomo è stato portato all’ospedale di Magenta in codice giallo, mentre la donna è morta dopo i tentativi di rianimazione da parte dei sanitari. Sono i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso a indagare sul caso.
IL MATTINONon ce l’ha fatta la donna che, dopo aver sparato contro il marito, ha rivolto l’arma contro se stessa. Inutili i soccorsi nell’appartamento a Bernate Ticino, in provincia di Milano. Secondo una prima ricostruzione Maria Luisa Mazzanti, 67 anni, «affetta da sindrome bipolare», utilizzando una pistola regolarmente denunciata, ha sparato un colpo al marito, Roberto Marsi, 69 anni, pensionato, colpendolo ai genitali. Successivamente ha rivolto l’arma contro di se stessa sparandosi un colpo all’addome. L’uomo è stato portato all’ospedale di Magenta in codice giallo, mentre la donna è morta dopo i tentativi di rianimazione da parte dei sanitari. Sono i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso a indagare sul caso.
IL MATTINO