Visitare Minori attraverso i presepi artistici

0

Minori, ex diocesi autonoma fino al 1818, con proprio vescovo residente e capitolo, ha sempre avuto una grande tradizione nell’allestimento degli artistici presepi: ogni abitazione aveva il proprio esperto familiare in presepe e il giorno della deposizione del Bambinello si faceva festa e si accendevano gli immancabili fuochi d’artificio (scena che si ripeteva alla levata). Ora che l’albero ha rimpiazzato il tutto ( in qualche casa si monta ancora il presepe di eduardiana memoria) le “opere” si possono ammirare un pò dovunque per le chiese e gli slarghi della cittadina. Uno grandioso e certosinamente perfetto è allestito al largo Brandolini (locale sotto la basilica) e ogni anno ha un soggetto diverso anche se l’impianto resta lo stesso: qui ha inizio la passeggiata che prosegue per la cattedrale dove, ogni anno, il presepe viene curato dall’associazione scouts; da qui si possono salire le scale fino al villaggio Torre per la chiesa di s. Michele , passando però prima per l’arciconfraternita del SS Sacramento; restando sulla destra della cittadina, da ammirare il presepe all’aperto opera di un grande volenteroso che lo allestisce sulla pubblica via in prossimità della scuola materna santa Trofimena retta dalle Domenicane.Passando dall’altro versante si incontra il presepe di san Giovanni a mare dove lo stesso giovane si autoconferisce l’incarico di preparare un presepe nella piccola chiesa del rione; più su nello spiazzo della chiesa di santa Lucia al vicolo omonimo un grande baracca di legno accoglie un delicato presepe opera di giovani; e poi a Villa amena nella chiesa antica del villaggio e a Monte si ammirano ancora artistici presepi ; da non sottovalutare il presepe allestito al convento di san Nicola sull’altura che domina Minori. Insomma ce ne è per tutti, turisti particolarmente, avvezzi alle grandi scarpinate. …………………..g.a.Minori, ex diocesi autonoma fino al 1818, con proprio vescovo residente e capitolo, ha sempre avuto una grande tradizione nell’allestimento degli artistici presepi: ogni abitazione aveva il proprio esperto familiare in presepe e il giorno della deposizione del Bambinello si faceva festa e si accendevano gli immancabili fuochi d’artificio (scena che si ripeteva alla levata). Ora che l’albero ha rimpiazzato il tutto ( in qualche casa si monta ancora il presepe di eduardiana memoria) le “opere” si possono ammirare un pò dovunque per le chiese e gli slarghi della cittadina. Uno grandioso e certosinamente perfetto è allestito al largo Brandolini (locale sotto la basilica) e ogni anno ha un soggetto diverso anche se l’impianto resta lo stesso: qui ha inizio la passeggiata che prosegue per la cattedrale dove, ogni anno, il presepe viene curato dall’associazione scouts; da qui si possono salire le scale fino al villaggio Torre per la chiesa di s. Michele , passando però prima per l’arciconfraternita del SS Sacramento; restando sulla destra della cittadina, da ammirare il presepe all’aperto opera di un grande volenteroso che lo allestisce sulla pubblica via in prossimità della scuola materna santa Trofimena retta dalle Domenicane.Passando dall’altro versante si incontra il presepe di san Giovanni a mare dove lo stesso giovane si autoconferisce l’incarico di preparare un presepe nella piccola chiesa del rione; più su nello spiazzo della chiesa di santa Lucia al vicolo omonimo un grande baracca di legno accoglie un delicato presepe opera di giovani; e poi a Villa amena nella chiesa antica del villaggio e a Monte si ammirano ancora artistici presepi ; da non sottovalutare il presepe allestito al convento di san Nicola sull’altura che domina Minori. Insomma ce ne è per tutti, turisti particolarmente, avvezzi alle grandi scarpinate. …………………..g.a.