Bagnoli a tutta musica: apre i battenti ALMAFLEGREA

0

Venerdi 11 dicembre all’interno del complesso di Città della Scienza, apre i battenti AlmaFlegrea la brasserie birreria più grande di Napoli, un punto di incontro in cui la musica sarà la vera protagonista. Il nome Alma ( anima) Flegrea vuole riferirsi con speranza e operosità ad una zona, quella Flegrea appunto, ed in particolare dare a Bagnoli, il quartiere legato alle acciaierie, un’identità di luogo in cui una sorta di rinascita è possibile dopo il degrado post industriale e soprattutto dopo il grave episodio dell’incendio, soprattutto grazie alla musica. Almaflegrea infatti, nel corso della programmazione musicale dedicherà ampio spazio a musicisti noti nel panorama musicale partenopeo ma ci saranno anche jam session in cui si andrà a caccia di talenti campani, per dare la possibilità a quei musicisti ancora poco noti di esibirsi su un grande palco e di essere scoperti dal pubblico. Dal punto di vista imprenditoriale Almaflegrea nasce dall’ unione dell’ esperienza nella ristorazione di Paolo e della Famiglia Tortora con l’ esperienza nella organizzazione aziendale dello studio Borrelli di Gianni Borrelli. Il locale rientra nel circuito Heineken e a parte la buona programmazione musicale, si potranno gustare ottime specialità alla brace ( bracerie a carbone ecologico) accompagnate da birre spillate e artigianali di abbazia.

Venerdì 11 quindi si festeggerà l’inizio di questa nuova avventura con l’ Ansia Jam. A partire dalle ore 20 ci saranno:ANDREA STIPA: batteria;PIERLUIGI PATITUCCI: basso;ALESSANDRO CRESCENZO: tastiere; FABRIZIO FEDELE: chitarra; ALESSANDRO GROSSI: flauto, sax; LUCA COSTANZO: basso; SABBA: voce, chitarra.La band resident aprirà la jam con qualche brano passando da Gregory Porter a James Bay, da James Brown a Steve Wonder.Venerdi 11 dicembre all’interno del complesso di Città della Scienza, apre i battenti AlmaFlegrea la brasserie birreria più grande di Napoli, un punto di incontro in cui la musica sarà la vera protagonista. Il nome Alma ( anima) Flegrea vuole riferirsi con speranza e operosità ad una zona, quella Flegrea appunto, ed in particolare dare a Bagnoli, il quartiere legato alle acciaierie, un’identità di luogo in cui una sorta di rinascita è possibile dopo il degrado post industriale e soprattutto dopo il grave episodio dell’incendio, soprattutto grazie alla musica. Almaflegrea infatti, nel corso della programmazione musicale dedicherà ampio spazio a musicisti noti nel panorama musicale partenopeo ma ci saranno anche jam session in cui si andrà a caccia di talenti campani, per dare la possibilità a quei musicisti ancora poco noti di esibirsi su un grande palco e di essere scoperti dal pubblico. Dal punto di vista imprenditoriale Almaflegrea nasce dall’ unione dell’ esperienza nella ristorazione di Paolo e della Famiglia Tortora con l’ esperienza nella organizzazione aziendale dello studio Borrelli di Gianni Borrelli. Il locale rientra nel circuito Heineken e a parte la buona programmazione musicale, si potranno gustare ottime specialità alla brace ( bracerie a carbone ecologico) accompagnate da birre spillate e artigianali di abbazia.

Venerdì 11 quindi si festeggerà l’inizio di questa nuova avventura con l’ Ansia Jam. A partire dalle ore 20 ci saranno:ANDREA STIPA: batteria;PIERLUIGI PATITUCCI: basso;ALESSANDRO CRESCENZO: tastiere; FABRIZIO FEDELE: chitarra; ALESSANDRO GROSSI: flauto, sax; LUCA COSTANZO: basso; SABBA: voce, chitarra.La band resident aprirà la jam con qualche brano passando da Gregory Porter a James Bay, da James Brown a Steve Wonder.