Penisola Sorrentina Guide Michelin trionfo per don Geppy a Sant’Agnello e Trapani di Piano di Sorrento

0

Tre nuove stelle brillano nel firmamento della cucina in Campania per la celebre stella Michelin: a Sant’Agnello, Salerno e Valva. I nuovi chef stellati sono Christian Torsiello dell’Osteria Arbustico a Valva, Mario Affinita del Don Geppi a Sant’Agnello in Penisola Sorrentina, Lorenzo Cuomo del Re Maurì a Salerno. Sempre per la penisola sorrentina un successo anche se fuori casa per il nostro grandissimo Cristoforo Trapani, ventisettenne  di Piano di Sorrento, che Positanonews ha sempre seguito, come scrive la Gazzetta di Viareggio ..”la vera novità”  scelto la scorsa stagione dal patron Salvatore Madonna per rimpiazzare l’uscente Andrea Mattei, anche lui trionfante con la stella nel suo Meo Modo di Chiusdino (SI). Una scelta oculata, fresca, non priva di insidie visto l’accavallarsi classico del Byron, tra il suo scrigno gourmet La Magnolia e il duro e puro lavoro di albergo, come lo chiamavano una volta. Siamo particolarmente felici per entrambi che abbiamo seguito come Positanonews , ed evidentemente portato alla lunga fortuna, don Geppy , il cui patron ha sempre amato la buona cucina e questo è il meritato riconoscimento dopo anni , e per Trapani. 

La Campania comuque  si conferma la regione con il maggior numero di stelle Michelin. Ma vediamo chi sono i tre nuovi stellati campani. Mario Affinita, 33 anni e origini casertane, è lo chef del Don Geppi il ristorante gourmet (appena cinque tavoli) all’interno del Majestic Palace Hotel di Sant’Agnello in Penisola Sorrentina: è un cuoco che rispetta il territorio in cui lavora, la Penisola Sorrentina, con proposte non banali. Christian Torsiello è il giovane cuoco dell’Osteria Arbustico a Valva, in provincia di Salerno. Dal 2011 con il fratello Tomas, in sala, accoglie gli ospiti con una cucina creativa che racconta il territorio dell’Alta valle del Sele: i frutti della terra, ma anche il fiume, gli animali da cortile. Lorenzo Cuomo, classe 1980, è nato a Furore ed ha fatto esperienza nelle migliori cucine italiane, tra cui ben quattro anni al Capri Palace accanto allo chef pluristellato Oliver Glowig. Da un paio di anni è a capo delle cucine del Re Maurì il ristorante all’interno dell’hotel Lloyd’s Baia di Vietri sul Mare. 

 

Tre nuove stelle brillano nel firmamento della cucina in Campania per la celebre stella Michelin: a Sant'Agnello, Salerno e Valva. I nuovi chef stellati sono Christian Torsiello dell’Osteria Arbustico a Valva, Mario Affinita del Don Geppi a Sant’Agnello in Penisola Sorrentina, Lorenzo Cuomo del Re Maurì a Salerno. Sempre per la penisola sorrentina un successo anche se fuori casa per il nostro grandissimo Cristoforo Trapani, ventisettenne  di Piano di Sorrento, che Positanonews ha sempre seguito, come scrive la Gazzetta di Viareggio .."la vera novità"  scelto la scorsa stagione dal patron Salvatore Madonna per rimpiazzare l'uscente Andrea Mattei, anche lui trionfante con la stella nel suo Meo Modo di Chiusdino (SI). Una scelta oculata, fresca, non priva di insidie visto l'accavallarsi classico del Byron, tra il suo scrigno gourmet La Magnolia e il duro e puro lavoro di albergo, come lo chiamavano una volta. Siamo particolarmente felici per entrambi che abbiamo seguito come Positanonews , ed evidentemente portato alla lunga fortuna, don Geppy , il cui patron ha sempre amato la buona cucina e questo è il meritato riconoscimento dopo anni , e per Trapani. 

La Campania comuque  si conferma la regione con il maggior numero di stelle Michelin. Ma vediamo chi sono i tre nuovi stellati campani. Mario Affinita, 33 anni e origini casertane, è lo chef del Don Geppi il ristorante gourmet (appena cinque tavoli) all’interno del Majestic Palace Hotel di Sant’Agnello in Penisola Sorrentina: è un cuoco che rispetta il territorio in cui lavora, la Penisola Sorrentina, con proposte non banali. Christian Torsiello è il giovane cuoco dell’Osteria Arbustico a Valva, in provincia di Salerno. Dal 2011 con il fratello Tomas, in sala, accoglie gli ospiti con una cucina creativa che racconta il territorio dell’Alta valle del Sele: i frutti della terra, ma anche il fiume, gli animali da cortile. Lorenzo Cuomo, classe 1980, è nato a Furore ed ha fatto esperienza nelle migliori cucine italiane, tra cui ben quattro anni al Capri Palace accanto allo chef pluristellato Oliver Glowig. Da un paio di anni è a capo delle cucine del Re Maurì il ristorante all’interno dell’hotel Lloyd’s Baia di Vietri sul Mare. 

 

Lascia una risposta