Lavezzi all’Inter- Thohir non molla

0

E’ sfida alla Juve Bianconeri in vantaggio, Thohir non molla La chiave: i buoni rapporti con Al Khelaifi di Pietro Guadagno

Un Lavezzi per lo scudetto. Inter e Juventus hanno la stessa idea e il duello di mercato potrebbe già indirizzarsi nelle prossime ore grazie allo sbarco in Italia di Mazzoni, il procuratore del Pocho. L’agente avrebbe già nella sua agenda appuntamenti con entrambi i club, pronto a entrare nel dettaglio delle rispettive offerte. L’argentino, dalla Francia, ha già messo in chiaro le cose: «Questo sarà l’ultimo contratto per me, quindi è fondamentale che io faccia la scelta giusta. Incideranno certamente anche il campionato e la città». Beh, da quest’ultimo punto di vista sembra che Lavezzi abbia già deciso di tornare in Italia. La rivelazione arriva direttamente da Mazzoni. «Ha nostalgia – ha spiegato a “Radio Crc” -. E, in questo senso, la prima scelta è sempre stato il Napoli, ma De Laurentiis ha fatto capire di avere idee diverse. Oggi le uniche 2-3 squadre che possono prendere Lavezzi in serie A hanno una forte rivalità con quella partenopea e vederlo da avversario potrebbe essere triste per i tifosi azzurri, perciò mi auguro che possano comprendere le sue scelte». Ingaggio e indennizzo. Non le ha nominate, ma, con quelle parole, Mazzoni ha fatto abbondantemente capire che i club in corsa sono proprio Inter e Juve. E con la richiesta di “perdono” rivolta ai tifosi del Napoli, la sensazione è che di discorsi siano già molto avanzati. I giochi, comunque, non sono ancora fatti, anche se i bianconeri potrebbero essersi guadagnati un’incollatura di vantaggio grazie ad una proposta di ingaggio al momento superiore. Marotta e Paratici, infatti, sarebbero arrivati a quota 3 milioni a stagione, mentre Ausilio sarebbe rimasto ancora sotto. Peraltro, il club nerazzurro aveva trattato a lungo con Lavezzi e il suo procuratore già la scorsa estate, senza però arrivare ad un’intesa sul contratto. L’altra variabile, ovviamente, è il Paris Saint-Germain. Il Pocho, infatti, sarà libero a giugno, ma vorrebbe già lasciare la Francia a gennaio, a causa di un ridotto utilizzo ridotto sul campo e di rapporti ormai deteriorati con l’allenatore, Blanc. Il dubbio è se o quanto chiederà il club transalpino per liberarlo in anticipo. A Torino puntano all’affare e spingono per ottenere addirittura gratis Lavezzi, che poi, in bianconero, non potrebbe giocare in Champion, ma, in campionato, consentirebbe di completare il tridente avanzato in caso di 4-3-3. A Milano, invece, contano sugli ottimi rapporti tra Thohir e Al Khelaifi, presidente del Psg. Ci potrebbe essere, insomma, un canale preferenziale, tenuto conto che sotto osservazione c’è pure Rabiot. In ogni caso, l’ultima parola sarà del Pocho. Gradimento. Cambiando fronte, ogni giorno arrivano novità su Calleri. «L’Inter è in vantaggio – ha affermato a calciomercato.com Amicucci, l’agente che rappresenta in Italia l’argentino assieme a Trevisan – C’è anche l’interesse del Palermo, ma la squadra nerazzurra è certamente una destinazione gradita: si tratta di un club importante e con tradizione di giocatori argentini, ma bisogna aspettare i prossimi 2-3 giorni per gli sviluppi della trattativa». Non a caso, proprio in queste ore, la giunta direttiva del Boca Juniors dovrebbe decidere da che parte far pendere la bilancia, con il Chelsea (ma ci sarebbe anche un altro club inglese, assieme ad un fondo), che resta il grande rivale dell’Inter.

fonte.corrieredellosport

E’ sfida alla Juve Bianconeri in vantaggio, Thohir non molla La chiave: i buoni rapporti con Al Khelaifi di Pietro Guadagno

Un Lavezzi per lo scudetto. Inter e Juventus hanno la stessa idea e il duello di mercato potrebbe già indirizzarsi nelle prossime ore grazie allo sbarco in Italia di Mazzoni, il procuratore del Pocho. L’agente avrebbe già nella sua agenda appuntamenti con entrambi i club, pronto a entrare nel dettaglio delle rispettive offerte. L’argentino, dalla Francia, ha già messo in chiaro le cose: «Questo sarà l'ultimo contratto per me, quindi è fondamentale che io faccia la scelta giusta. Incideranno certamente anche il campionato e la città». Beh, da quest’ultimo punto di vista sembra che Lavezzi abbia già deciso di tornare in Italia. La rivelazione arriva direttamente da Mazzoni. «Ha nostalgia – ha spiegato a “Radio Crc” -. E, in questo senso, la prima scelta è sempre stato il Napoli, ma De Laurentiis ha fatto capire di avere idee diverse. Oggi le uniche 2-3 squadre che possono prendere Lavezzi in serie A hanno una forte rivalità con quella partenopea e vederlo da avversario potrebbe essere triste per i tifosi azzurri, perciò mi auguro che possano comprendere le sue scelte». Ingaggio e indennizzo. Non le ha nominate, ma, con quelle parole, Mazzoni ha fatto abbondantemente capire che i club in corsa sono proprio Inter e Juve. E con la richiesta di “perdono” rivolta ai tifosi del Napoli, la sensazione è che di discorsi siano già molto avanzati. I giochi, comunque, non sono ancora fatti, anche se i bianconeri potrebbero essersi guadagnati un’incollatura di vantaggio grazie ad una proposta di ingaggio al momento superiore. Marotta e Paratici, infatti, sarebbero arrivati a quota 3 milioni a stagione, mentre Ausilio sarebbe rimasto ancora sotto. Peraltro, il club nerazzurro aveva trattato a lungo con Lavezzi e il suo procuratore già la scorsa estate, senza però arrivare ad un’intesa sul contratto. L’altra variabile, ovviamente, è il Paris Saint-Germain. Il Pocho, infatti, sarà libero a giugno, ma vorrebbe già lasciare la Francia a gennaio, a causa di un ridotto utilizzo ridotto sul campo e di rapporti ormai deteriorati con l’allenatore, Blanc. Il dubbio è se o quanto chiederà il club transalpino per liberarlo in anticipo. A Torino puntano all’affare e spingono per ottenere addirittura gratis Lavezzi, che poi, in bianconero, non potrebbe giocare in Champion, ma, in campionato, consentirebbe di completare il tridente avanzato in caso di 4-3-3. A Milano, invece, contano sugli ottimi rapporti tra Thohir e Al Khelaifi, presidente del Psg. Ci potrebbe essere, insomma, un canale preferenziale, tenuto conto che sotto osservazione c’è pure Rabiot. In ogni caso, l’ultima parola sarà del Pocho. Gradimento. Cambiando fronte, ogni giorno arrivano novità su Calleri. «L’Inter è in vantaggio – ha affermato a calciomercato.com Amicucci, l’agente che rappresenta in Italia l’argentino assieme a Trevisan – C’è anche l’interesse del Palermo, ma la squadra nerazzurra è certamente una destinazione gradita: si tratta di un club importante e con tradizione di giocatori argentini, ma bisogna aspettare i prossimi 2-3 giorni per gli sviluppi della trattativa». Non a caso, proprio in queste ore, la giunta direttiva del Boca Juniors dovrebbe decidere da che parte far pendere la bilancia, con il Chelsea (ma ci sarebbe anche un altro club inglese, assieme ad un fondo), che resta il grande rivale dell’Inter.

fonte.corrieredellosport