Costiera Amalfitana. Lorenzo Cinque sulla NASPI “Contrattazione collettiva per allungare la stagione lavorativa”

0

Costiera amalfitana colpita dai tagli della NASPI. Praticamente i tre quarti dei lavoratori della Divina sono a tempo determinato ed i tagli colpiranno indiscriminatamente tutto il territorio, impoverendo le famiglie, ma anche l’economia locale in generale per l’abbassamento della propensione alla spesa. Sentiamo l’albergatore Lorenzo Cinuqe da sempre ai vertici sia a Salerno che a Napoli di Feder Campania “Una possibilità per la Naspi c’è, ma ci vuole il coinvolgimento di tutti, imprenditori, sindacato, istituzioni. Un’accordo decentrato di secondo livello per consentire agli alberghi di lavorare 8 mes, i il problema nasce dalla copertura del fondo da cui si attinge la naspi, per poter ovviare a questo sì potrebbero aumentare i mesi di lavoro degli alberghi con accordi sindacali con tutte le categorie si possono divenire ha delle proposte accettabili per tutti”. Cinque è molto attivo e ci indica anche un’articolo de Il Foglio sul turismo in generale “Per far girare l’economia non bisogna sottostare ai monopoli dei grandi portali, ebbene la finanziaria prevede una norma che consente agli alberghi maggiore autonomia, come avviene in Francia, rispetto alle loro imposizioni, e c’è chi critica questa scelta che si aspettava da anni…” Cinque, inoltre, è da sempre stato molto critico verso il proliferare di case vacanze e B & B “Il problema è che queste limitano chi fa l’attività professionalmente, nel senso tecnico – legale del termine, e danno lavoro creando maggiore economia di indotto” 

Costiera amalfitana colpita dai tagli della NASPI. Praticamente i tre quarti dei lavoratori della Divina sono a tempo determinato ed i tagli colpiranno indiscriminatamente tutto il territorio, impoverendo le famiglie, ma anche l'economia locale in generale per l'abbassamento della propensione alla spesa. Sentiamo l'albergatore Lorenzo Cinuqe da sempre ai vertici sia a Salerno che a Napoli di Feder Campania "Una possibilità per la Naspi c'è, ma ci vuole il coinvolgimento di tutti, imprenditori, sindacato, istituzioni. Un'accordo decentrato di secondo livello per consentire agli alberghi di lavorare 8 mes, i il problema nasce dalla copertura del fondo da cui si attinge la naspi, per poter ovviare a questo sì potrebbero aumentare i mesi di lavoro degli alberghi con accordi sindacali con tutte le categorie si possono divenire ha delle proposte accettabili per tutti". Cinque è molto attivo e ci indica anche un'articolo de Il Foglio sul turismo in generale "Per far girare l'economia non bisogna sottostare ai monopoli dei grandi portali, ebbene la finanziaria prevede una norma che consente agli alberghi maggiore autonomia, come avviene in Francia, rispetto alle loro imposizioni, e c'è chi critica questa scelta che si aspettava da anni…" Cinque, inoltre, è da sempre stato molto critico verso il proliferare di case vacanze e B & B "Il problema è che queste limitano chi fa l'attività professionalmente, nel senso tecnico – legale del termine, e danno lavoro creando maggiore economia di indotto"