Costiera amalfitana al voto senza opposizioni Agerola , Praiano , Conca e Cetara ? Salvo Ravello, un male per democrazia

0

Costiera amalfitana al voto senza opposizioni Agerola , Praiano , Conca e Cetara ? Un male per la democrazia. Si salva solo Ravello in Costa d ‘ Amalfi (anche se il sindaco Paolo Vuilleumier non sarà contento ) dove l’opposizione ci sarà eccome con il ritorno di Salvatore Di Martino , per il resto ci si avvia al 2016 per quattro comuni su cinque (consideriamo Agerola sui Monti Lattari Costiera amalfitana per le news anche se è provincia di Napoli e non Salerno , ndr ) senza che ancora appaia un’opposizione all’orizzonte. A Praiano, dove il nostro interesse giornalistico è sempre stato più alto, una ridda di nomi, da Giovanna Castellano a Felice Casalino, la prima donna manager combattiva contro il sindaco Di Martino , il secondo unico consigliere che ha fatto sempre opposizione fino a dimettersi, ma non sono usciti allo scoperto entrambi, Salvatore Gagliano ha chiarito e ribadito che non sarà in alcun modo della partita, Michele Vuolo (Rex) è l’unico a intervenire , ma non si vede niente , forse solo Gennaro Amendola, come detto da noi all’inizio, sembra muoversi in qualche modo, cercando un possibile candidato che unisca vari malumori contro il sindaco. A Conca dei Marini il nulla , almeno sembra, con Gaetano Frate che si avvia alla conferma forse addirittura con una lista unica, a Cetara lo stesso con Secondo Squizzato che si avvia al terzo mandato consecutivo. Agerola dopo Luca Mascolo, che continua la sua campagna mediatica con molta efficacia, non sembra esserci un competitor, di Michele Pisacane non si sente nulla, come nulla si è sentito in questi cinque anni, salvo le polemiche ,  l’unica voce che si è fatta sentire è stata quella del Movimento Cinque Stelle, ma al momento non sembra esserci una lista ne un candidato. In ogni caso un’elezione con una lista unica è un male per la democrazia ed una mancanza di stimoli per chi vince che gli permettono di fare comunque meglio.

Costiera amalfitana al voto senza opposizioni Agerola , Praiano , Conca e Cetara ? Un male per la democrazia. Si salva solo Ravello in Costa d ' Amalfi (anche se il sindaco Paolo Vuilleumier non sarà contento ) dove l'opposizione ci sarà eccome con il ritorno di Salvatore Di Martino , per il resto ci si avvia al 2016 per quattro comuni su cinque (consideriamo Agerola sui Monti Lattari Costiera amalfitana per le news anche se è provincia di Napoli e non Salerno , ndr ) senza che ancora appaia un'opposizione all'orizzonte. A Praiano, dove il nostro interesse giornalistico è sempre stato più alto, una ridda di nomi, da Giovanna Castellano a Felice Casalino, la prima donna manager combattiva contro il sindaco Di Martino , il secondo unico consigliere che ha fatto sempre opposizione fino a dimettersi, ma non sono usciti allo scoperto entrambi, Salvatore Gagliano ha chiarito e ribadito che non sarà in alcun modo della partita, Michele Vuolo (Rex) è l'unico a intervenire , ma non si vede niente , forse solo Gennaro Amendola, come detto da noi all'inizio, sembra muoversi in qualche modo, cercando un possibile candidato che unisca vari malumori contro il sindaco. A Conca dei Marini il nulla , almeno sembra, con Gaetano Frate che si avvia alla conferma forse addirittura con una lista unica, a Cetara lo stesso con Secondo Squizzato che si avvia al terzo mandato consecutivo. Agerola dopo Luca Mascolo, che continua la sua campagna mediatica con molta efficacia, non sembra esserci un competitor, di Michele Pisacane non si sente nulla, come nulla si è sentito in questi cinque anni, salvo le polemiche ,  l'unica voce che si è fatta sentire è stata quella del Movimento Cinque Stelle, ma al momento non sembra esserci una lista ne un candidato. In ogni caso un'elezione con una lista unica è un male per la democrazia ed una mancanza di stimoli per chi vince che gli permettono di fare comunque meglio.