ESERCIZIO,,,,,,,,COME SENTIRSI BENE SENZA UNA RAGIONE PRECISA.

0

1.  Pensate a un luogo e a un momento in cui avete provato un’intensa sensazione di piacere

Scegliete possibilmente un evento che abbia avuto un impatto significativo sulla vostra vita. Utilizzate tutti i vostri sensi: ripensate a ciò che avete visto, udito e provato. Se ci riuscite, richiamate alla me­moria anche gli odori e i sapori.

2.  Analizzate il ricordo

Mentre vi calate nuovamente in quell’esperienza, prestate attenzione a come ricreate quell’evento piacevole. State vedendo un’immagine particolar mente vivida? Forse per voi sono più importanti i suoni. Prestate particolare attenzione alla sensazio­ne che vi comunica: questa è un’esperienza davvero piacevole.

3. Rendetelo più vivido

Ora rendete quel ricordo ancora più vivido. Ingran­dite l’immagine, avvicinatela, intensificate i colori; alzate il volume, rendete ciò che udite più emozio- nante o,se preferite, aggiungete un tocco soft. Se nei ricordo vi sembra di vedere voi stessi dall’ester­no, calatevi nell’esperienza, lasciate che vi avvolga come se foste davvero lì in questo momento. An­cora una volta, prestate particolare attenzione alle sensazioni: notate da dove ha inizio e come si muo­ve. Prendetevi tutto il tempo di cui avete bisogno. Anche se inizialmente vi sembra di non coglierne il movimento, persistete: tutte le sensazioni “si muo­vono”, solo che non siete abituati a prestare questo genere di attenzione al vostro mondo interiore.

4. Rinforzatelo

Un istante prima che quella sensazione se ne vada, collegate il “punto di uscita” con il punto d’origine, così da creare un anello chiuso, un circuito. Fate girare la sensazione dall’origine al punto di uscita e ritorno sempre più velocemente. Lasciate che la sensazione si espanda fino a riempire tutto il corpo. Fatela girare ancor più velocemente, finché la sen­sazione non raggiunge il culmine.

5. Ancorate l’esperienza

Afferrate tra pollice e indice il polso dell’altra mano e premete delicatamente, ma con fermezza. Tenete a mente il punto esatto in cui state applicando la pressione e l’intensità della presa. Rimanete così alcuni secondi, poi lasciate andare. Questa fase è nota come “ancoraggio”.

6. Ripetete gli ultimi tre punti più volte

Per ogni volta che ripetete l’esperienza, amplificate al massimo la sensazione piacevole, spingendovi un po’ più in là della volta precedente, quindi ancorate la risposta allo stesso punto.

 

7. Testate l’ancora

Ora testate l’ancora esercitando la stessa pressione sul polso.

Dovreste provare subito la stessa pia­cevole sensazione. Se volete, fatela girare ancora un po’, come nel punto 4.

Nota bene: se vi accorgete che, col tempo, l’ancora inizia a perdere di efficacia, rinforzatela ripetendo questo esercizio. Inoltre, tutte le volte che vi accade qualcosa di particolarmente piacevole e memorabile, ricordatevi di ancorare l’esperienza come illustra­to al punto 5, così da amplificare l’intensità della risposta.

Infine

 fate un elenco di tutte le sensazioni utili a cui potete

 accedere. Ripetete l’esercizio amplificandole e ancorandole (in un punto diverso), così da ampliare la vostra gamma di risposte emozionali.

Dott. Romeo Enrico Coppola. info +39 3343541797 coppola12@yahoo.it

 

1.  Pensate a un luogo e a un momento in cui avete provato un'intensa sensazione di piacere

Scegliete possibilmente un evento che abbia avuto un impatto significativo sulla vostra vita. Utilizzate tutti i vostri sensi: ripensate a ciò che avete visto, udito e provato. Se ci riuscite, richiamate alla me­moria anche gli odori e i sapori.

2.  Analizzate il ricordo

Mentre vi calate nuovamente in quell'esperienza, prestate attenzione a come ricreate quell'evento piacevole. State vedendo un'immagine particolar mente vivida? Forse per voi sono più importanti i suoni. Prestate particolare attenzione alla sensazio­ne che vi comunica: questa è un'esperienza davvero piacevole.

3. Rendetelo più vivido

Ora rendete quel ricordo ancora più vivido. Ingran­dite l'immagine, avvicinatela, intensificate i colori; alzate il volume, rendete ciò che udite più emozio- nante o,se preferite, aggiungete un tocco soft. Se nei ricordo vi sembra di vedere voi stessi dall'ester­no, calatevi nell'esperienza, lasciate che vi avvolga come se foste davvero lì in questo momento. An­cora una volta, prestate particolare attenzione alle sensazioni: notate da dove ha inizio e come si muo­ve. Prendetevi tutto il tempo di cui avete bisogno. Anche se inizialmente vi sembra di non coglierne il movimento, persistete: tutte le sensazioni "si muo­vono", solo che non siete abituati a prestare questo genere di attenzione al vostro mondo interiore.

4. Rinforzatelo

Un istante prima che quella sensazione se ne vada, collegate il "punto di uscita" con il punto d'origine, così da creare un anello chiuso, un circuito. Fate girare la sensazione dall'origine al punto di uscita e ritorno sempre più velocemente. Lasciate che la sensazione si espanda fino a riempire tutto il corpo. Fatela girare ancor più velocemente, finché la sen­sazione non raggiunge il culmine.

5. Ancorate l'esperienza

Afferrate tra pollice e indice il polso dell'altra mano e premete delicatamente, ma con fermezza. Tenete a mente il punto esatto in cui state applicando la pressione e l'intensità della presa. Rimanete così alcuni secondi, poi lasciate andare. Questa fase è nota come "ancoraggio".

6. Ripetete gli ultimi tre punti più volte

Per ogni volta che ripetete l'esperienza, amplificate al massimo la sensazione piacevole, spingendovi un po' più in là della volta precedente, quindi ancorate la risposta allo stesso punto.

 

7. Testate l’ancora

Ora testate l'ancora esercitando la stessa pressione sul polso.

Dovreste provare subito la stessa pia­cevole sensazione. Se volete, fatela girare ancora un po', come nel punto 4.

Nota bene: se vi accorgete che, col tempo, l'ancora inizia a perdere di efficacia, rinforzatela ripetendo questo esercizio. Inoltre, tutte le volte che vi accade qualcosa di particolarmente piacevole e memorabile, ricordatevi di ancorare l'esperienza come illustra­to al punto 5, così da amplificare l'intensità della risposta.

Infine

 fate un elenco di tutte le sensazioni utili a cui potete

 accedere. Ripetete l'esercizio amplificandole e ancorandole (in un punto diverso), così da ampliare la vostra gamma di risposte emozionali.

Dott. Romeo Enrico Coppola. info +39 3343541797 coppola12@yahoo.it