“Musicalmente per Telethon”: Campanella, Gambi, Servillo, Le Voci Italiane e Solis Strin

0

(giulia nardone / positanonews) NAPOLI,29 NOV –  “Musicalmente per Telethon”, concerto per sostenere la ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche, oggi, Domenica 29 novembre, la tredicesima edizione alla Chiesa Anglicana di Napoli,in via San Pasquale a Chiaia, alle ore 19.00. 

Michele Campanella pianista accompagnatore per Peppe Servillo e Le Voci Italiane

In scena Solis String Quartet e il tenore Giuseppe Gambi, reduce dal prestigioso premio Sciacca a Roma, dove si è esibito con l’inno degli italiani nel mondo Italia Patria mia e con la fanfara dei carabinieri in occasione del centenario della grande guerra.

  Il maestro Michele Campanella accompagnerà al pianoforte prima Peppe Servillo nell’interpretazione di “Te voglio bene assaje” e in seguito l’ensemble Le Voci Italiane in “Io te vurria vasà” e in “Palomma ‘e notte”: sono queste alcune delle sorprese -un inedito nelle carriere di tali artisti- al centro di “Classico napoletano”, tredicesima edizione del concerto “Musicalmente per Telethon”, i cui proventi saranno devoluti per sostenere la ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche.(costo del biglietto: 25 euro).

  La soirée sarà arricchita dalle partecipazioni del tenore Giuseppe Gambi e del Solis String Quartet, che insieme a Servillo e alle Voci Italiane, e alla partecipazione di Campanella nei tre brani indicati come pianista accompagnatore, saranno protagonisti di un concerto interamente dedicato alla canzone classica napoletana, letta ed eseguita nelle sue varie espressività secondo diverse modalità interpretative.

   In scaletta, i capolavori -anche i più ricercati- che hanno reso celebre questa produzione musicale tra le più note e amate al mondo: “O Sole mio”, “Torna a Surriento”, e poi “Mmiezo’o ggrano”, “Està”, “Palummella”, “O marenariello”, e tanti altri ancora.

   “Musicalmente per Telethon” è promosso dall’associazione Maggio della Musica e da BNL Gruppo BNP Paribas, da oltre vent’anni partner ufficiale della Fondazione Telethon.

   Figura centrale nell’organizzazione del concerto Sergio Meomartini per il Maggio della Musica, che da tredici anni promuove l’iniziativa e Giovanni Biscione, direttore territoriale Sud Retail e Private di BNL, che ha ricordato, durante la conferenza stampa di presentazione del concerto, come il sodalizio tra BNL e Telethon rappresenti uno delle maggiori iniziative di fund raising in Europa, la quale ha permesso di raccogliere, dal 1992 ad oggi, oltre 256 milioni di euro contribuendo così a finanziare 2532 progetti con 1547 ricercatori coinvolti e 450 malattie genetiche studiate.

    L’impegno è animato da una vera e propria “comunità di volontari”: sono 20mila i collaboratori della Banca e delle società del Gruppo in Italia attivi tutto l’anno nella raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica contro le malattie genetiche.

  Il maestro Michele Campanella, direttore artistico del Maggio della Musica, ha fatto pervenire un suo messaggio: “La Napoli della sua più bella tradizione, quella di cui tutti noi sentiamo di appartenere, si mobilita per sostenere le ragioni di Telethon attraverso una serata varia e omogenea allo stesso tempo, nella quale artisti di formazione classica e non, si uniscono affettuosamente per cantare insieme un inno alla vita”.

(giulia nardone / positanonews) NAPOLI,29 NOV –  “Musicalmente per Telethon”, concerto per sostenere la ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche, oggi, Domenica 29 novembre, la tredicesima edizione alla Chiesa Anglicana di Napoli,in via San Pasquale a Chiaia, alle ore 19.00. 

Michele Campanella pianista accompagnatore per Peppe Servillo e Le Voci Italiane

In scena Solis String Quartet e il tenore Giuseppe Gambi, reduce dal prestigioso premio Sciacca a Roma, dove si è esibito con l'inno degli italiani nel mondo Italia Patria mia e con la fanfara dei carabinieri in occasione del centenario della grande guerra.

  Il maestro Michele Campanella accompagnerà al pianoforte prima Peppe Servillo nell’interpretazione di “Te voglio bene assaje” e in seguito l’ensemble Le Voci Italiane in “Io te vurria vasà” e in “Palomma ‘e notte”: sono queste alcune delle sorprese -un inedito nelle carriere di tali artisti- al centro di “Classico napoletano”, tredicesima edizione del concerto “Musicalmente per Telethon”, i cui proventi saranno devoluti per sostenere la ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche.(costo del biglietto: 25 euro).

  La soirée sarà arricchita dalle partecipazioni del tenore Giuseppe Gambi e del Solis String Quartet, che insieme a Servillo e alle Voci Italiane, e alla partecipazione di Campanella nei tre brani indicati come pianista accompagnatore, saranno protagonisti di un concerto interamente dedicato alla canzone classica napoletana, letta ed eseguita nelle sue varie espressività secondo diverse modalità interpretative.

   In scaletta, i capolavori -anche i più ricercati- che hanno reso celebre questa produzione musicale tra le più note e amate al mondo: “O Sole mio”, “Torna a Surriento”, e poi “Mmiezo’o ggrano”, “Està”, “Palummella”, “O marenariello”, e tanti altri ancora.

   “Musicalmente per Telethon” è promosso dall’associazione Maggio della Musica e da BNL Gruppo BNP Paribas, da oltre vent’anni partner ufficiale della Fondazione Telethon.

   Figura centrale nell'organizzazione del concerto Sergio Meomartini per il Maggio della Musica, che da tredici anni promuove l’iniziativa e Giovanni Biscione, direttore territoriale Sud Retail e Private di BNL, che ha ricordato, durante la conferenza stampa di presentazione del concerto, come il sodalizio tra BNL e Telethon rappresenti uno delle maggiori iniziative di fund raising in Europa, la quale ha permesso di raccogliere, dal 1992 ad oggi, oltre 256 milioni di euro contribuendo così a finanziare 2532 progetti con 1547 ricercatori coinvolti e 450 malattie genetiche studiate.

    L’impegno è animato da una vera e propria “comunità di volontari”: sono 20mila i collaboratori della Banca e delle società del Gruppo in Italia attivi tutto l’anno nella raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica contro le malattie genetiche.

  Il maestro Michele Campanella, direttore artistico del Maggio della Musica, ha fatto pervenire un suo messaggio: “La Napoli della sua più bella tradizione, quella di cui tutti noi sentiamo di appartenere, si mobilita per sostenere le ragioni di Telethon attraverso una serata varia e omogenea allo stesso tempo, nella quale artisti di formazione classica e non, si uniscono affettuosamente per cantare insieme un inno alla vita”.