Monti Lattari:Pimonte – Quattro coltellate all’addome per vendetta, grave

0

Un giovane pregiudicato è stato accoltellato ieri pomeriggio in pieno centro, a Pimonte. Violanto Petrucci, 25 anni, pluripregiudicato pimontese con numerosi precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, è stato vittima di un vero e proprio agguato a suon di coltellate. Un uomo, che è già stato identificato e risulta ricercato, intorno alle 18 di ieri si è avvicinato al 25enne che passeggiava in piazza Roma. Subito ne è nata una discussione che, dicono a Pimonte, non era un fatto nuovo tra i due. Il diverbio degenera in lite e l’aggressore estrae un coltello dalla tasca, con il quale sferra alcune coltellate a Petrucci. Quattro saranno, in tutti, i fendenti all’addome per il 25enne che si accascia al suolo in un lago di sangue. Subito soccorso, Violanto Petrucci viene trasferito immediatamente al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare (nella foto), dove è tuttora ricoverato. Le sue condizioni sono gravi, ma per i medici non è in pericolo di vita. Già in serata, il 25enne è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, poiché una delle coltellate è andata molto vicino al fegato. Nel frattempo, a Pimonte sono immediatamente scattate le indagini, condotte dai carabinieri della locale stazione, diretti dal capitano Giuseppe Mazzullo della compagnia di Castellammare di Stabia. Raccogliendo le testimonianze dei tanti presenti all’aggressione, i carabinieri sono immediatamente risaliti al responsabile dell’accoltellamento. Si tratta di un cittadino pimontese, con il quale Petrucci avrebbe avuto un diverbio già nei giorni scorsi, pare per futili motivi. Il nuovo incontro tra i due avrebbe scatenato la violenza e la nuova aggressione. Ora, sul capo dell’aggressore pende l’accusa di tentato omicidio, mentre fino alla tarda serata di ieri sono proseguiti i posti di blocco e le ricerche sul territorio di Pimonte e nei comuni limitrofi, dove potrebbe essersi rifugiato. Subito è stata scartata l’ipotesi dell’agguato camorristico, anche perché il 25enne risulta estraneo alle dinamiche malavitose della zona, pure essendo un pluripregiudicato. In passato, tra il 2007 e il 2008 Petrucci ha collezionato un personale record, violando gli arresti domiciliari per ben 12 volte in un anno. In quell’occasione, i giudici della sezione distaccata di Gragnano del Tribunale di Torre Annunziata emisero un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’allora 23enne Violanto Petrucci, che nel frattempo aveva lasciato il carcere di Poggioreale ed era nuovamente in libertà. Il 25enne, secondo gli inquirenti, era specializzato in rapine e furti di scooter, reati per i quali era stato più volte arrestato fino al 2008. Era destinatario anche di un obbligo di dimora e di un foglio di via obbligatorio dal comune di Agerola.

 Michele Pappacoda