BENI CULTURALI: UN GRANDE PATRIMONIO DA DIFENDERE.

0

Il sistema territoriale dei Beni Culturali può costituire, se meglio organizzato, un eccezionale volano di sviluppo per il salernitano e l’intera regione.
Una priorità, quindi, su cui investire ed un asse portante per sviluppare a fondo le grandi potenzialità culturali e turistiche, utilizzate ancora in modo troppo marginale.
Bisogna creare forti sinergie ed una virtuosa relazione tra i vari attori sociali ed istituzionali.
La realizzazione dell’infausto ridimensionamento del settore e dei suoi addetti nella Regione Campania ed in particolare nelle Province di Salerno e di Avellino vanificherebbe ogni possibile ripresa.
Solo l’azione sinergica delle forze sociali e dei lavoratori, con l’insieme del mondo della cultura e del pensiero, può aprire una diversa prospettiva di crescita e di rilancio economico e civile della comunità locale.
Serve un nuovo ed impegnativo “Patto” solidale e sinergico tra le diverse forze a vario titolo impegnate nella promozione di un’offerta integrata e di eccellenza, volto a realizzare lo sviluppo di un distretto turistico di elevata qualità, in grado di attirare l’attenzione e di coinvolgere i visitatori, cresciuti negli ultimi anni in modo esponenziale, con un’offerta culturale costituita dalle eccellenze storiche, architettoniche, paesaggistiche ed ambientali di cui è ricchissimo il nostro territorio.
E’ questa l’ispirazione di fondo che ci ha indotto a promuovere il pubblico confronto del 20 Novembre 2015, appuntamento che, per le ragioni espresse, ci auguriamo sia adeguatamente apprezzato e sostenuto.
Salerno, 17 novembre 2015
Il Segretario Generale
Angelo DE ANGELIS

Ai sensi dell’art. 6 della L. n. 412/91, la trasmissione della presente nota ha valore ufficiale. Firmata in originaleIl sistema territoriale dei Beni Culturali può costituire, se meglio organizzato, un eccezionale volano di sviluppo per il salernitano e l’intera regione.
Una priorità, quindi, su cui investire ed un asse portante per sviluppare a fondo le grandi potenzialità culturali e turistiche, utilizzate ancora in modo troppo marginale.
Bisogna creare forti sinergie ed una virtuosa relazione tra i vari attori sociali ed istituzionali.
La realizzazione dell’infausto ridimensionamento del settore e dei suoi addetti nella Regione Campania ed in particolare nelle Province di Salerno e di Avellino vanificherebbe ogni possibile ripresa.
Solo l’azione sinergica delle forze sociali e dei lavoratori, con l’insieme del mondo della cultura e del pensiero, può aprire una diversa prospettiva di crescita e di rilancio economico e civile della comunità locale.
Serve un nuovo ed impegnativo “Patto” solidale e sinergico tra le diverse forze a vario titolo impegnate nella promozione di un’offerta integrata e di eccellenza, volto a realizzare lo sviluppo di un distretto turistico di elevata qualità, in grado di attirare l’attenzione e di coinvolgere i visitatori, cresciuti negli ultimi anni in modo esponenziale, con un’offerta culturale costituita dalle eccellenze storiche, architettoniche, paesaggistiche ed ambientali di cui è ricchissimo il nostro territorio.
E’ questa l’ispirazione di fondo che ci ha indotto a promuovere il pubblico confronto del 20 Novembre 2015, appuntamento che, per le ragioni espresse, ci auguriamo sia adeguatamente apprezzato e sostenuto.
Salerno, 17 novembre 2015
Il Segretario Generale
Angelo DE ANGELIS

Ai sensi dell’art. 6 della L. n. 412/91, la trasmissione della presente nota ha valore ufficiale. Firmata in originale