Atrani, la perla della Costiera tra i cento borghi in Italia amici degli Usa. Soddisfatto il Vicesindaco Siravo Michele.

0

Atrani tra i cento comuni italiani riconosciuti tra gli “amici” degli americani. Importante certificazione ottenuta dal borgo della Costiera che ha ricevuto il significativo riconoscimento dopo una selezione rigorosa. Ed è alla Camera dei Deputati a Roma che si è svolta la cerimonia. Ha espresso viva soddisfazione per il risultato ottenuto il Vicesindaco Michele Siravo intervenuto a nome dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luciano De Rosa Laderchi. “Siamo entusiasti per il riconoscimento che premia il nostro impegno e dei nostri operatori che da sempre accolgono con professionalità i tanti turisti di origine americana – commenta il Vicesindaco- Si tratta di un riconoscimento che valorizza il nostro borgo e lo inserisce tra le destinazioni più importanti. Siamo certi che tale certificazione consentirà ulteriori e più importanti flussi turistici”. A selezionare Atrani è stata la Fondazione Italia-Usa insieme al Club Borghi più Belli d´Italia. La certificazione è stata attribuita sulla base di rigorosi criteri selettivi, tra i quali ad esempio la disponibilità nei Comuni di servizi in lingua inglese nella maggioranza degli esercizi alberghieri e di ristorazione, la promozione di iniziative culturali e di intrattenimento di interesse per i turisti degli Stati Uniti, l’esistenza di certificatoeventuali accordi di collaborazione con enti o organizzazioni americane; l’esistenza di servizi di guide turistiche e museali in lingua inglese; la disponibilità di pubblicazioni e quotidiani in lingua inglese nel territorio comunale. All´incontro, moderato da Giampiero Gramaglia, vicedirettore La Presse, hanno partecipato Clarissa Burt, presidente Confimprese World, Ernesto Carbone, vicepresidente della Fondazione Italia USA, Cristian Casella, già consigliere per la comunicazione istituzionale del Presidente del Consiglio dei Ministri, Rocco Corsetti, presidente Ecce Italia, Silvio Gherardi, presidente comitato scientifico Ecce Italia, Catia Polidori, direttore esecutivo della Fondazione Italia USA,Fiorello Primi, presidente Club Borghi più Belli d´Italia. Il dibattito è stato preceduto da un saluto della Direzione Generale Promozione Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri.Atrani tra i cento comuni italiani riconosciuti tra gli “amici” degli americani. Importante certificazione ottenuta dal borgo della Costiera che ha ricevuto il significativo riconoscimento dopo una selezione rigorosa. Ed è alla Camera dei Deputati a Roma che si è svolta la cerimonia. Ha espresso viva soddisfazione per il risultato ottenuto il Vicesindaco Michele Siravo intervenuto a nome dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luciano De Rosa Laderchi. “Siamo entusiasti per il riconoscimento che premia il nostro impegno e dei nostri operatori che da sempre accolgono con professionalità i tanti turisti di origine americana – commenta il Vicesindaco- Si tratta di un riconoscimento che valorizza il nostro borgo e lo inserisce tra le destinazioni più importanti. Siamo certi che tale certificazione consentirà ulteriori e più importanti flussi turistici”. A selezionare Atrani è stata la Fondazione Italia-Usa insieme al Club Borghi più Belli d´Italia. La certificazione è stata attribuita sulla base di rigorosi criteri selettivi, tra i quali ad esempio la disponibilità nei Comuni di servizi in lingua inglese nella maggioranza degli esercizi alberghieri e di ristorazione, la promozione di iniziative culturali e di intrattenimento di interesse per i turisti degli Stati Uniti, l’esistenza di certificatoeventuali accordi di collaborazione con enti o organizzazioni americane; l’esistenza di servizi di guide turistiche e museali in lingua inglese; la disponibilità di pubblicazioni e quotidiani in lingua inglese nel territorio comunale. All´incontro, moderato da Giampiero Gramaglia, vicedirettore La Presse, hanno partecipato Clarissa Burt, presidente Confimprese World, Ernesto Carbone, vicepresidente della Fondazione Italia USA, Cristian Casella, già consigliere per la comunicazione istituzionale del Presidente del Consiglio dei Ministri, Rocco Corsetti, presidente Ecce Italia, Silvio Gherardi, presidente comitato scientifico Ecce Italia, Catia Polidori, direttore esecutivo della Fondazione Italia USA,Fiorello Primi, presidente Club Borghi più Belli d´Italia. Il dibattito è stato preceduto da un saluto della Direzione Generale Promozione Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri.