Bimbo inglese morto dopo esser stato male a Ravello fatta autopsia, i risultati fra due mesi “Solo sconfitti e dolore”

0

Ieri mattina è stata fatta l’autopsia al bambino inglese morto dopo essersi sentito male a Ravello, salvato momentaneamente all’ospedale Costa d’ Amalfi poi purtroppo deceduto all’ospedale Santobono di Napoli.  Sono stati cinque medici a seguirla, tre dell’Università Federico II di Napoli incaricati dal Pubblico Ministero titolare delle indagini Elena Cosentino e due dagli indagati , ristoratrice, capo sala e chef di un ristorante di Scala.  Si punta ad analizzare i residui alimentari a causa dell’allergia ai latticini del bambino, in particolare agli scialatielli, che in genere in Cositera amalfitana vengono fatti con il latte. Ma ci sono anche altri aspetti analizzati dagli inquirenti, che hanno sentito tutti. L’ora passata dopo il pranzo prima che si sentisse male, poi i soccorsi dopo l’infarto. L’inchiesta è un atto dovuto, la morte una tragedia che ha sconvolto tutta la Costiera amalfitana ” I miei assistiti sono straziati per il dolore dei genitori del piccolo – dice l’avvocato Marcello Giani -, è sedondario, ma rilevante , anche il danno di immagine non solo per il ristorante ma anche per il paese e per la Costiera amalfitana tutta, in questa vicenda non ci saranno vincitori ma solo sconfitti, prevale  solo un grande dolore e solidarietà per la scomparsa del bambino, una tragedia immane”

Ieri mattina è stata fatta l'autopsia al bambino inglese morto dopo essersi sentito male a Ravello, salvato momentaneamente all'ospedale Costa d' Amalfi poi purtroppo deceduto all'ospedale Santobono di Napoli.  Sono stati cinque medici a seguirla, tre dell'Università Federico II di Napoli incaricati dal Pubblico Ministero titolare delle indagini Elena Cosentino e due dagli indagati , ristoratrice, capo sala e chef di un ristorante di Scala.  Si punta ad analizzare i residui alimentari a causa dell'allergia ai latticini del bambino, in particolare agli scialatielli, che in genere in Cositera amalfitana vengono fatti con il latte. Ma ci sono anche altri aspetti analizzati dagli inquirenti, che hanno sentito tutti. L'ora passata dopo il pranzo prima che si sentisse male, poi i soccorsi dopo l'infarto. L'inchiesta è un atto dovuto, la morte una tragedia che ha sconvolto tutta la Costiera amalfitana " I miei assistiti sono straziati per il dolore dei genitori del piccolo – dice l'avvocato Marcello Giani -, è sedondario, ma rilevante , anche il danno di immagine non solo per il ristorante ma anche per il paese e per la Costiera amalfitana tutta, in questa vicenda non ci saranno vincitori ma solo sconfitti, prevale  solo un grande dolore e solidarietà per la scomparsa del bambino, una tragedia immane"

Lascia una risposta