La questione rom agita l´Ue: scontro tra Sarkozy e Barroso

0

Nessun dietrofront da parte del presidente francese sulla politica dei rimpatri. E nel vertice di Bruxelles duro botta e risposta tra l’inquilino dell’Eliseo e il presidente della Commissione Barroso. Polemiche anche con la Merkel: si comporta come noi.

La Francia non è razzista, ma continuerà a smantellare i campi illegali. E’ il messaggio del presidente francese Nicolas Sarkozy nello scontro di giovedì sera a Bruxelles con la Commissione europea sulle politiche di rimpatrio della Francia. Dalla parte di Sarkozy e contro le critiche della vicepresidente Viviane Reding, si è schierato, tra gli altri, il premier

La polemica all’interno dell’Unione Europea continua a occupare le prime pagine dei giornali italiani. “Rom, scontro Sarkozy-Merkel” titola Repubblica sottolineando il botta e risposta tra Francia e Germania. In conferenza stampa Sarkozy ha detto che la Merkel avrebbe comunicato l’intenzione di chiudere i campi nomadi in Germania. Immediata la smentita da Berlino: la Merkel “non ha mai in nessuna occasione parlato di campi Rom in Germania. Tantomeno di una loro evacuazione”.

Il Corriere della Sera dedica ampio spazio alla posizione dell’Italia. Nel vertice di giovedì Silvio Berlusconi ha ribadito il suo appoggio alla politica francese chiedendo una maggiore consultazione degli stati membri prima dell’adozione di azioni comunitarie.

Skytg24ore

scelto da Michele Pappacoda