Amalfi – Cava , Halloween? No Grazie , preferiamo i santi con Holyween

0

Costiera amalfitana . La pastorale giovanile risponde ad Halloween con l’ Holyween Il 31 ottobre dovrebbe essere un giorno tanto atteso dai cristiani non per festeggiare Halloween e ricorrere a una sorta di “Carnevale anticipato”, bensì per ricordare la vigilia di tutti i Santi. Così la Pastorale Giovanile dell’Arcidiocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni sfida la festa di Halloween invitando tutti all’ Holyween che si terrà Sabato 31 ottobre in piazza Duomo alle ore 21 con un momento di animazione, giochi e musica (e non solo…). A seguire alle ore 22.30, si celebrerà l’Adorazione Eucaristica presso la Chiesa di S. M. Assunta in cielo e delle anime del Purgatorio. Nell’ attesa di questo giorno importante vogliamo ricordare come nella Lettera agli Efesini, l’apostolo Paolo afferma che «Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, per renderla santa» ( Ef 5,25-26). Ecco, davvero la santità è il volto più bello della Chiesa, il volto più bello: è riscoprirsi in comunione con Dio, nella pienezza della sua vita e del suo amore. Si capisce, allora, che la santità non è una prerogativa soltanto di alcuni: la santità è un dono che viene offerto a tutti, nessuno escluso, per cui costituisce il carattere distintivo di ogni cristiano. Anna Franco

Costiera amalfitana . La pastorale giovanile risponde ad Halloween con l’ Holyween Il 31 ottobre dovrebbe essere un giorno tanto atteso dai cristiani non per festeggiare Halloween e ricorrere a una sorta di “Carnevale anticipato”, bensì per ricordare la vigilia di tutti i Santi. Così la Pastorale Giovanile dell’Arcidiocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni sfida la festa di Halloween invitando tutti all’ Holyween che si terrà Sabato 31 ottobre in piazza Duomo alle ore 21 con un momento di animazione, giochi e musica (e non solo…). A seguire alle ore 22.30, si celebrerà l’Adorazione Eucaristica presso la Chiesa di S. M. Assunta in cielo e delle anime del Purgatorio. Nell’ attesa di questo giorno importante vogliamo ricordare come nella Lettera agli Efesini, l'apostolo Paolo afferma che «Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, per renderla santa» ( Ef 5,25-26). Ecco, davvero la santità è il volto più bello della Chiesa, il volto più bello: è riscoprirsi in comunione con Dio, nella pienezza della sua vita e del suo amore. Si capisce, allora, che la santità non è una prerogativa soltanto di alcuni: la santità è un dono che viene offerto a tutti, nessuno escluso, per cui costituisce il carattere distintivo di ogni cristiano. Anna Franco

Lascia una risposta