Sorrento rivoluzione al Corso Italia. Al Via bando per un milione e 700 mila euro

0

Sorrento rivoluzione al Corso Italia. Al Via bando per un milione e 700 mila euro. Pietra lavica e basolato al posto dall’asfalto, marciapiedi a raso, via alle barriere architettoniche e auto, insomma il centro di Sorrento diventerà il salotto della Campania. Soddisfazione dell’amministrazione Cuomo, in particolare dell’assessore Raffaele Apreda, per questo risultato e l’amministrazione non si ferma qui,  intanto si lavora per il collegamento tra il parcheggio Lauro di Via Correale e il borgo di Marina Piccola, ma li , per 16 milioni di euro, si punta al project financing cercando di recuperare  un finanziamento dalla Regione Campania ECCO QUI IL BANDO COMPLETO PER IL NUOVO CORSO ITALIA 

 

Massimiliano D’Esposito su Il Mattino ne parla con un ampio articolo il 4 novembre  Sorrento. Nel giro di qualche mese si potrà ammirare il nuovo look assunto dal corso Italia. Il tratto dell’arteria che attraversa il cuore di Sorrento compreso tra piazza Tasso e l’incrocio con via degli Aranci si appresta a subire un intenso restyling che lo porterà a diventare un’isola pedonale. È stato, infatti, pubblicato il bando di gara per eseguire le opere. Si tratta di un capitolato di circa un milione e 700mila euro con le offerte che dovranno essere consegnate al Comune di Sorrento entro le 12 del 15 dicembre prossimo. «Vogliamo stringere i tempi – spiega il sindaco Giuseppe Cuomo – in quanto contiamo di eseguire gli interventi in contemporanea con le opere per la metanizzazione». Il progetto esecutivo, elaborato dall’architetto Antonio Marino e dal suo staff, prevede un particolareggiato maquillage dell’intero tratto di strada lungo quasi 700 metri. L’asfalto scomparirà completamente da quella che è l’attuale carreggiata per lasciare posto a basoli in pietra lavica lievemente scalpellati per garantire più grip agli pneumatici. La pavimentazione sarà sistemata a spina di pesce e leggermente inclinata verso i lati per consentire lo scorrimento delle acque pluviali verso le caditoie della fogna bianca sistemate lungo i bordi della strada. I marciapiedi, pavimentati con lastre di pietra lavica, saranno ampliati ed abbassati di quota per avere un dislivello rispetto alla sede stradale di soli 7 centimetri. L’allargamento della zona riservata ai pedoni porterà alla soppressione di quella che al momento è l’area destinata alla sosta dei veicoli. Lungo la strada troveranno posto solo alcuni stalli per il carico e scarico delle merci e per fermate di emergenza. Previsto inoltre il ritorno delle aiuole con i tipici alberi di arance amare. Il terreno intorno alle radici delle piante sarà sormontato da una grata in ghisa chiusa da un cordolo a raso. Per quanto riguarda i lampioni, il progettista ha deciso di lasciare quelli attualmente in uso, i quali, però, saranno sistemati ai bordi dei marciapiedi secondo la nuova configurazione che andranno ad assumere. Anche le strisce pedonali saranno in pietra grazie all’alternanza tra basoli di natura lavica (quindi scuri) e quelli di origine calcarea, mentre le rampe per i portatori di handicap, sempre realizzate in pietra, saranno dotate di scanalature antiscivolo. L’abbassamento dei marciapiedi, infine, comporterà anche il rifacimento dei collegamenti tra il corso Italia ed i vicoletti del centro storico, in modo da evitare salti di quota. «Il progetto – spiega il sindaco Cuomo – rappresenta uno degli obiettivi della nostra amministrazione che punta alla pedonalizzazione di questo tratto del corso Italia. Tra qualche mese sarà pubblicato anche il bando di gara per il percorso meccanizzato tra il parcheggio Lauro ed il porto di Marina Piccola. Una volta realizzato il collegamento interrato si potrà arrivare alla completa chiusura al transito dei veicoli in centro».

Sorrento rivoluzione al Corso Italia. Al Via bando per un milione e 700 mila euro. Pietra lavica e basolato al posto dall'asfalto, marciapiedi a raso, via alle barriere architettoniche e auto, insomma il centro di Sorrento diventerà il salotto della Campania. Soddisfazione dell'amministrazione Cuomo, in particolare dell'assessore Raffaele Apreda, per questo risultato e l'amministrazione non si ferma qui,  intanto si lavora per il collegamento tra il parcheggio Lauro di Via Correale e il borgo di Marina Piccola, ma li , per 16 milioni di euro, si punta al project financing cercando di recuperare  un finanziamento dalla Regione Campania ECCO QUI IL BANDO COMPLETO PER IL NUOVO CORSO ITALIA 

 

Massimiliano D’Esposito su Il Mattino ne parla con un ampio articolo il 4 novembre  Sorrento. Nel giro di qualche mese si potrà ammirare il nuovo look assunto dal corso Italia. Il tratto dell’arteria che attraversa il cuore di Sorrento compreso tra piazza Tasso e l’incrocio con via degli Aranci si appresta a subire un intenso restyling che lo porterà a diventare un’isola pedonale. È stato, infatti, pubblicato il bando di gara per eseguire le opere. Si tratta di un capitolato di circa un milione e 700mila euro con le offerte che dovranno essere consegnate al Comune di Sorrento entro le 12 del 15 dicembre prossimo. «Vogliamo stringere i tempi – spiega il sindaco Giuseppe Cuomo – in quanto contiamo di eseguire gli interventi in contemporanea con le opere per la metanizzazione». Il progetto esecutivo, elaborato dall’architetto Antonio Marino e dal suo staff, prevede un particolareggiato maquillage dell’intero tratto di strada lungo quasi 700 metri. L’asfalto scomparirà completamente da quella che è l’attuale carreggiata per lasciare posto a basoli in pietra lavica lievemente scalpellati per garantire più grip agli pneumatici. La pavimentazione sarà sistemata a spina di pesce e leggermente inclinata verso i lati per consentire lo scorrimento delle acque pluviali verso le caditoie della fogna bianca sistemate lungo i bordi della strada. I marciapiedi, pavimentati con lastre di pietra lavica, saranno ampliati ed abbassati di quota per avere un dislivello rispetto alla sede stradale di soli 7 centimetri. L’allargamento della zona riservata ai pedoni porterà alla soppressione di quella che al momento è l’area destinata alla sosta dei veicoli. Lungo la strada troveranno posto solo alcuni stalli per il carico e scarico delle merci e per fermate di emergenza. Previsto inoltre il ritorno delle aiuole con i tipici alberi di arance amare. Il terreno intorno alle radici delle piante sarà sormontato da una grata in ghisa chiusa da un cordolo a raso. Per quanto riguarda i lampioni, il progettista ha deciso di lasciare quelli attualmente in uso, i quali, però, saranno sistemati ai bordi dei marciapiedi secondo la nuova configurazione che andranno ad assumere. Anche le strisce pedonali saranno in pietra grazie all’alternanza tra basoli di natura lavica (quindi scuri) e quelli di origine calcarea, mentre le rampe per i portatori di handicap, sempre realizzate in pietra, saranno dotate di scanalature antiscivolo. L’abbassamento dei marciapiedi, infine, comporterà anche il rifacimento dei collegamenti tra il corso Italia ed i vicoletti del centro storico, in modo da evitare salti di quota. «Il progetto – spiega il sindaco Cuomo – rappresenta uno degli obiettivi della nostra amministrazione che punta alla pedonalizzazione di questo tratto del corso Italia. Tra qualche mese sarà pubblicato anche il bando di gara per il percorso meccanizzato tra il parcheggio Lauro ed il porto di Marina Piccola. Una volta realizzato il collegamento interrato si potrà arrivare alla completa chiusura al transito dei veicoli in centro».

Lascia una risposta