Positano scalini pericolosi al plesso scolastico, dal web un appello a toglierli

0

A Roma i tre maledetti scalini sono quelli che devi fare per entrare da carcerato a regina Coeli ….. A Positano i 3 maledetti scalini sono questi .. che la sera non sono illuminati e ci si casca facilmente ..Consiglierei di mettere un faretto una lampadina affinchè qualcuno non si rompa una gamba e si faccia male sul serio come mi è capitato ieri sera a me …..meno male che li accanto c’è la CRI , sempre disponibili e cortesi.. E’ veramente pericoloso … con tutta la gente che ci passa .. La Palestra, la Biblioteca , l’Auditorium … Una semplice illuminazione ora specialmente che alle 17.00 è già buio pesto .. L’allarme lo ha lanciato Massimo Capodanno fotoreporter , gli ha risposto Angelica D’Urso dal Comune che l’interruttore è in palestra (ma nessuno lo sapeva prima e tuttora nessuno sa dove sta l’interruttore, andiamo anche noi in palestra a fare Jeet Kune Do il lunedi , mercoledi e venerdi), ma il pericolo è evidente, anche di giorno gli scalini rappresentano un rischio, fra l’altro il tratto è scivolosissimo, altre scale sono messe di traverso nel vialetto mezzo metro più avanti procedendo verso l’auditorium e l’ingresso per le scuole. Una cosa senza senso anche la seconda scalinata che rappresenta un rischio per chi cammina perchè toglie spazio al vialetto, mentre poteva essere fatta di lato lasciando libero il vialetto. Un vero e proprio “tranello” , si chiama in termine tecnico. Dal web, e dal buon senso, le indicazioni sono chiare, togliere questi scalini (entrambi) , i primi (questi nella foto di Capodanno) farne uno scivolo anche per chi ha disabilità o le mamme con le carrozzelle che vanno al poliambulatorio o a dei servizi in loco, i secondi spostarli dall’altro lato o toglierli proprio (danno accesso a un giardinetto che ha già un accesso) e illuminare sempre con delle cellule o luci di cortesia che esistono anche nelle case. Quell’interruttore nessuno sa dove sia, o se lo dimenticano, o la palestra è chiusa , mentre per la concentrazione di servizi che vi sono nel nostro plesso scolastico vi è sempre qualcuno che ci passa.

A Roma i tre maledetti scalini sono quelli che devi fare per entrare da carcerato a regina Coeli ….. A Positano i 3 maledetti scalini sono questi .. che la sera non sono illuminati e ci si casca facilmente ..Consiglierei di mettere un faretto una lampadina affinchè qualcuno non si rompa una gamba e si faccia male sul serio come mi è capitato ieri sera a me …..meno male che li accanto c'è la CRI , sempre disponibili e cortesi.. E' veramente pericoloso … con tutta la gente che ci passa .. La Palestra, la Biblioteca , l'Auditorium … Una semplice illuminazione ora specialmente che alle 17.00 è già buio pesto .. L'allarme lo ha lanciato Massimo Capodanno fotoreporter , gli ha risposto Angelica D'Urso dal Comune che l'interruttore è in palestra (ma nessuno lo sapeva prima e tuttora nessuno sa dove sta l'interruttore, andiamo anche noi in palestra a fare Jeet Kune Do il lunedi , mercoledi e venerdi), ma il pericolo è evidente, anche di giorno gli scalini rappresentano un rischio, fra l'altro il tratto è scivolosissimo, altre scale sono messe di traverso nel vialetto mezzo metro più avanti procedendo verso l'auditorium e l'ingresso per le scuole. Una cosa senza senso anche la seconda scalinata che rappresenta un rischio per chi cammina perchè toglie spazio al vialetto, mentre poteva essere fatta di lato lasciando libero il vialetto. Un vero e proprio "tranello" , si chiama in termine tecnico. Dal web, e dal buon senso, le indicazioni sono chiare, togliere questi scalini (entrambi) , i primi (questi nella foto di Capodanno) farne uno scivolo anche per chi ha disabilità o le mamme con le carrozzelle che vanno al poliambulatorio o a dei servizi in loco, i secondi spostarli dall'altro lato o toglierli proprio (danno accesso a un giardinetto che ha già un accesso) e illuminare sempre con delle cellule o luci di cortesia che esistono anche nelle case. Quell'interruttore nessuno sa dove sia, o se lo dimenticano, o la palestra è chiusa , mentre per la concentrazione di servizi che vi sono nel nostro plesso scolastico vi è sempre qualcuno che ci passa.

Lascia una risposta