La vittoria del Napoli è una questione sociale. E quindi Napoli- Utrecht finisce tra i fischi

0

Non piace e non convince nessuno la squadra partenopea, nemmeno se stessa. Cosa è successo? A detta dell’allenatore i suoi ragazzi sono stanchi. Positanonews era in tribuna stampa (Anna Laudati)

Ho sempre sostenuto che la vittoria del Napoli è una questione sociale. E se la mia tesi corrisponde al reale, il risveglio dei napletani oggi è stato assai triste. Dopo tre partite e nemmeno una vittoria la tifoseria si è un pò scoraggiata, anzi direi molto. Meglio perdere con onore che pareggiare in quel modo? Non saprei, forse si.

A fare da contorno alla delusione di vedere un Napoli così ‘sfiancato’ un manto erboso del San Paolo, vistosamente rovinato, a tratti senza erba, a tutto ciò si aggiunge l’assenza del tabellone luminoso, e questa è veramente una vergogna, però abbiamo la macchina porta barella.

Ieri è entrata in azione. In tanti sugli spalti ci siamo chiesti: “Abbiamo un campo che cade a pezzi, senza tabelloni, con un terreno disfatto, ma abbiamo la macchina porta barella? Ma a che ci serve?” A sorridere certamente, e si, perchè ieri sera è stato l’unico motivo per cui sorridere di tutti i 90 minuti di gara.

Pochi gli spattatori in campo. Mazzarri è irriconoscibile. De Laurentis non ce la racconta giusta.

Stiamo a vedere cosa succederà domenica prossima fuori casa. Incrociamo le dita!

(foto tuttonapoli.net)