TORRENTE PREPARA LA TRASFERTA DI LANCIANO PER DARE CONTINUITA’ AL RISULTATO DI SABATO

0

E’ già vigilia di campionato per la Salernitana. A poco più di 72 ore dal match col Cesena, domani sera i granata saranno di nuovo chiamati a scendere in campo per un delicato turno infrasettimanale. Contro il Lanciano per la squadra di Torrente sarà una sorta di scontro diretto visto che i frentani sono anch’essi coinvolti nella lotta per non retrocedere. La Salernitana è reduce da due sconfitte di fila in trasferta – Crotone ed Entella – e deve tornare a far punti anche lontano dall’Arechi dopo aver chiuso la striscia perdente di tre gare grazie al pari casalingo con il Cesena. Incerottata, decimata, sempre in emergenza: così la comitiva granata si presenterà domani al Biondi di Lanciano. Torrente non potrà contare su Schiavi, la cui defezione fa il paio con quella di Trevisan. In difesa soluzioni quasi obbligate visto che l’unico ballottaggio possibile è sulla fascia sinistra con Rossi sempre favorito su Franco. In porta, invece, Strakosha dovrebbe aver guadagnato definitivamente i galloni di titolare. Per il resto tutto ruota intorno al recupero di Colombo. Se il terzino dovesse riprendere il suo posto a destra, Lanzaro scalerebbe al centro in tandem con Empereur. C’è anche la soluzione Pestrin che tornerebbe buona nel caso in cui Lanzaro dovesse giocare ancora sulla fascia. In verità, come vice Colombo ci sarebbe Pollace che, però, non è stato più preso in considerazione dopo l’esordio difficile a Crotone. In mediana c’è da valutare Bovo, in attacco Gabionetta non è al top mentre Donnarumma dovrebbe quanto meno andare in panchina. Possibile la conferma del 4-3-3 ma Torrente farà prima la conta dei disponibili e poi scioglierà le ultime riserve.
fonta tvoggisalerno
articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitanaE’ già vigilia di campionato per la Salernitana. A poco più di 72 ore dal match col Cesena, domani sera i granata saranno di nuovo chiamati a scendere in campo per un delicato turno infrasettimanale. Contro il Lanciano per la squadra di Torrente sarà una sorta di scontro diretto visto che i frentani sono anch’essi coinvolti nella lotta per non retrocedere. La Salernitana è reduce da due sconfitte di fila in trasferta – Crotone ed Entella – e deve tornare a far punti anche lontano dall’Arechi dopo aver chiuso la striscia perdente di tre gare grazie al pari casalingo con il Cesena. Incerottata, decimata, sempre in emergenza: così la comitiva granata si presenterà domani al Biondi di Lanciano. Torrente non potrà contare su Schiavi, la cui defezione fa il paio con quella di Trevisan. In difesa soluzioni quasi obbligate visto che l’unico ballottaggio possibile è sulla fascia sinistra con Rossi sempre favorito su Franco. In porta, invece, Strakosha dovrebbe aver guadagnato definitivamente i galloni di titolare. Per il resto tutto ruota intorno al recupero di Colombo. Se il terzino dovesse riprendere il suo posto a destra, Lanzaro scalerebbe al centro in tandem con Empereur. C’è anche la soluzione Pestrin che tornerebbe buona nel caso in cui Lanzaro dovesse giocare ancora sulla fascia. In verità, come vice Colombo ci sarebbe Pollace che, però, non è stato più preso in considerazione dopo l’esordio difficile a Crotone. In mediana c’è da valutare Bovo, in attacco Gabionetta non è al top mentre Donnarumma dovrebbe quanto meno andare in panchina. Possibile la conferma del 4-3-3 ma Torrente farà prima la conta dei disponibili e poi scioglierà le ultime riserve.
fonta tvoggisalerno
articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitana