Ravello, 31 ottobre – 1 Novembre 2015. Convegno Internazionale di Studi: L’apogeo di Ravello nel Mediterraneo.

0

Il Museo dell’Opera del Duomo, l’Associazione per le Attività Culturali del Duomo di Ravello e L’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, in collaborazione con il Comune di Ravello e il Consorzio “Ravello Sense”, hanno programmato un Convegno Internazionale di Studi che avrà luogo presso il Complesso Monumentale della SS. Annunziata dal 30 Ottobre al 1 Novembre pp.vv., sul seguente tema: “L’apogeo di Ravello nel Mediterraneo. Cultura e patronato artistico di una élite medievale”.

Le Giornate di Studio saranno incentrate sul momento di massimo splendore della nostra Città che, tra XI e XIII secolo, conquista un ruolo egemone nel Mediterraneo, sostenuto dalle fortune commerciali del patriziato locale. Esito di questa stagione straordinaria sono le imprese artistiche promosse da un ceto dominante non solo entro i confini della Costa d’Amalfi, ma anche oltre, nella linea delle espansioni tracciate dai mercanti ravellesi lungo le rotte mediterranee. Fulcro delle indagini saranno dunque le committenze promosse dalle famiglie ravellesi in città e altrove, con l’obiettivo di definire la relazione tra la pratica artistica e il suo patrono: scelte progettuali e strategie di rappresentazione saranno perciò gli strumenti privilegiati per l’analisi del fenomeno, che sarà costantemente inquadrato nella necessaria ossatura storica, storiografica, economica e sociale in grado di descrivere l’ascesa e la caduta di Ravello nel Mediterraneo.

Il Convegno vedrà la partecipazione di specialisti del mondo scientifico e accademico, provenienti dagli atenei italiani ed internazionali (Roma “La Sapienza”, Roma “Tor Vergata”, Napoli “Federico II”, Università di Udine, Università di Chieti, Université de Rennes 2, University John Hopkins – Baltimore) e da prestigiosi istituti culturali quali il Kunsthistorisches Institut di Firenze e la Bibliotheca Hertziana di Roma che curerà la pubblicazione degli Atti. Ovviamente un puntuale contributo giungerà anche dagli studiosi locali che da anni, sulla scia di una nobile tradizione di studio sulle glorie patrie, sono impegnati nelle attività di ricerca storico-artistica ed archivistica.

Si tratta quindi di un intenso momento di approfondimento sulle radici culturali di Ravello teso ad accrescere l’immagine della Città della Musica, nel solco di una consolidata vocazione culturale, e a promuovere la conoscenza e lo studio del territorio. Una preziosa occasione rivolta soprattutto ai tanti giovani ravellesi che hanno indirizzato il proprio percorso universitario alla conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico, dai quali si auspica una sensibile adesione.Il Museo dell’Opera del Duomo, l’Associazione per le Attività Culturali del Duomo di Ravello e L’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, in collaborazione con il Comune di Ravello e il Consorzio “Ravello Sense”, hanno programmato un Convegno Internazionale di Studi che avrà luogo presso il Complesso Monumentale della SS. Annunziata dal 30 Ottobre al 1 Novembre pp.vv., sul seguente tema: “L’apogeo di Ravello nel Mediterraneo. Cultura e patronato artistico di una élite medievale”.

Le Giornate di Studio saranno incentrate sul momento di massimo splendore della nostra Città che, tra XI e XIII secolo, conquista un ruolo egemone nel Mediterraneo, sostenuto dalle fortune commerciali del patriziato locale. Esito di questa stagione straordinaria sono le imprese artistiche promosse da un ceto dominante non solo entro i confini della Costa d’Amalfi, ma anche oltre, nella linea delle espansioni tracciate dai mercanti ravellesi lungo le rotte mediterranee. Fulcro delle indagini saranno dunque le committenze promosse dalle famiglie ravellesi in città e altrove, con l’obiettivo di definire la relazione tra la pratica artistica e il suo patrono: scelte progettuali e strategie di rappresentazione saranno perciò gli strumenti privilegiati per l’analisi del fenomeno, che sarà costantemente inquadrato nella necessaria ossatura storica, storiografica, economica e sociale in grado di descrivere l’ascesa e la caduta di Ravello nel Mediterraneo.

Il Convegno vedrà la partecipazione di specialisti del mondo scientifico e accademico, provenienti dagli atenei italiani ed internazionali (Roma “La Sapienza”, Roma “Tor Vergata”, Napoli “Federico II”, Università di Udine, Università di Chieti, Université de Rennes 2, University John Hopkins – Baltimore) e da prestigiosi istituti culturali quali il Kunsthistorisches Institut di Firenze e la Bibliotheca Hertziana di Roma che curerà la pubblicazione degli Atti. Ovviamente un puntuale contributo giungerà anche dagli studiosi locali che da anni, sulla scia di una nobile tradizione di studio sulle glorie patrie, sono impegnati nelle attività di ricerca storico-artistica ed archivistica.

Si tratta quindi di un intenso momento di approfondimento sulle radici culturali di Ravello teso ad accrescere l’immagine della Città della Musica, nel solco di una consolidata vocazione culturale, e a promuovere la conoscenza e lo studio del territorio. Una preziosa occasione rivolta soprattutto ai tanti giovani ravellesi che hanno indirizzato il proprio percorso universitario alla conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico, dai quali si auspica una sensibile adesione.