Napoli dei record Gol, gioco , spettacolo 4 – 1 mai tre vittorie su tre in Europa , magico Gabbiadini

0

Napoli dei record Gol, gioco , spettacolo 4 – 1 mai tre vittorie su tre in Europa , lo abbiamo visto da Re Food a Sorrento, che porta fortuna agli azzurri,  questa partita stupenda. Gol, gioco, spettacolo. Il Napoli travolge a Herning il Midtjylland (4-1), mettendo praticamente in ghiaccio il pass per i sedicesimi di Europa League. Terzo successo in tre gare (due in trasferta), 11 gol fatti e uno subito: impossibile chiedere di più. Sarri attendeva risposte dai suoi, specie da chi gioca meno. Beh, la doppietta di Gabbiadini (che festeggia col pallone sotto la pancia in omaggio alla compagna Martina, che a breve lo renderà papà) è un messaggio chiarissimo. Il Napoli non è solo Higuain e Insigne. Il Napoli in attacco è una miniera di talento e ora che ha trovato solidità in difesa sembra non volersi più fermare. In Italia, come in Europa. L’esultanza dei giocatori del Napoli. Afp L’esultanza dei giocatori del Napoli. Afp spettacolo azzurro — Parte meglio il Midtjylland, aggressivo sulle fasce e molto compatto in mezzo al campo. Ma l’entusiasmo danese dura appena 15’. Al primo lancio lungo azzurro i due centrali danesi regalano un angolo. E’ il segno che lì qualcosa può succedere. E accade al 19’. Koulibaly si traveste da Pirlo e pesca da metà campo Callejon nel cuore dell’area avversaria, lo spagnolo si coordina e trova un pallonetto al volo di rara bellezza e precisione. Napoli avanti e partita che cambia subito. Il Midtjylland fatica a riprendersi dallo schiaffo subito e appena si scopre di nuovo subisce il raddoppio azzurro. Tocca a Gabbiadini ritrovare gol e sorriso, spingendo in rete un assist meraviglioso di Allan da destra. Il Napoli vede l’avversario barcollare e cerca subito il colpo del definitivo k.o. Al 34’ Callejon di testa grazia Andersen da pochi passi, poi è il portiere danese a vestirsi da fenomeno per dir di no in pochi secondi prima a Callejon (destro al volo) e poi ad Allan, permettendo ai suoi di restare in partita. Per pochi minuti, ovviamente. Perché cinque minuti dopo Gabbiadini s’inventa un’altra prodezza: sinistro a giro dal limite a scalcare il portiere, come faceva Del Piero con l’altro piede. Partita chiusa? Non ancora, perché il Midtjylland al 43’ il gol dell’1-3 con Pusic in mischia. Nemmeno il tempo di riposizionarsi che il Napoli va un millimetro dal 4-1 con un pallonetto di Callejon che centra la traversa a portiere battuto. Alessandro Matri segna l’1-0 per la Lazio. Ansa Felipe Anderson raddoppia. Ansa Soderlund recupera la palla dalla rete dopo aver accorciato le distanze per il Rosenborg. Ansa Candreva chiude definitivamente i conti: 3-1 per la Lazio. Ansa Kownacki segna l’1-0 del Lech a Firenze. Reuters Gajos (a sinistra) festeggia dopo aver segnato il 2-0 alla Fiorentina. Afp Festa amara per Pepito Rossi: segna, ma non basta ad evitare la sconfitta viola. Getty Festa Napoli per la bella prestazione in Danimarca. Afp Maggio contro Duelund. Reuters Valdifiori contro Royer. Reuters Chiriches contro Pusic. Reuters ? ? Alessandro Matri segna l’1-0 per la Lazio. Ansa ? GalleriaEuroleague, emozioni italiane SHARE? ? chiude il pipita — La ripresa serve giusto per far rifiatare qualche azzurro in vista della trasferta di domenica contro il Chievo e a celebrare l’ottavo centro stagionale di Gonzalo Higuain, secondo in trasferta in Europa League. Ora il Pipita deve solo sbloccarsi lontano dal San Paolo in A. Lui e il Napoli non hanno intenzione di fermarsi.

Napoli dei record Gol, gioco , spettacolo 4 – 1 mai tre vittorie su tre in Europa , lo abbiamo visto da Re Food a Sorrento, che porta fortuna agli azzurri,  questa partita stupenda. Gol, gioco, spettacolo. Il Napoli travolge a Herning il Midtjylland (4-1), mettendo praticamente in ghiaccio il pass per i sedicesimi di Europa League. Terzo successo in tre gare (due in trasferta), 11 gol fatti e uno subito: impossibile chiedere di più. Sarri attendeva risposte dai suoi, specie da chi gioca meno. Beh, la doppietta di Gabbiadini (che festeggia col pallone sotto la pancia in omaggio alla compagna Martina, che a breve lo renderà papà) è un messaggio chiarissimo. Il Napoli non è solo Higuain e Insigne. Il Napoli in attacco è una miniera di talento e ora che ha trovato solidità in difesa sembra non volersi più fermare. In Italia, come in Europa. L'esultanza dei giocatori del Napoli. Afp L'esultanza dei giocatori del Napoli. Afp spettacolo azzurro — Parte meglio il Midtjylland, aggressivo sulle fasce e molto compatto in mezzo al campo. Ma l’entusiasmo danese dura appena 15’. Al primo lancio lungo azzurro i due centrali danesi regalano un angolo. E’ il segno che lì qualcosa può succedere. E accade al 19’. Koulibaly si traveste da Pirlo e pesca da metà campo Callejon nel cuore dell’area avversaria, lo spagnolo si coordina e trova un pallonetto al volo di rara bellezza e precisione. Napoli avanti e partita che cambia subito. Il Midtjylland fatica a riprendersi dallo schiaffo subito e appena si scopre di nuovo subisce il raddoppio azzurro. Tocca a Gabbiadini ritrovare gol e sorriso, spingendo in rete un assist meraviglioso di Allan da destra. Il Napoli vede l’avversario barcollare e cerca subito il colpo del definitivo k.o. Al 34’ Callejon di testa grazia Andersen da pochi passi, poi è il portiere danese a vestirsi da fenomeno per dir di no in pochi secondi prima a Callejon (destro al volo) e poi ad Allan, permettendo ai suoi di restare in partita. Per pochi minuti, ovviamente. Perché cinque minuti dopo Gabbiadini s’inventa un’altra prodezza: sinistro a giro dal limite a scalcare il portiere, come faceva Del Piero con l’altro piede. Partita chiusa? Non ancora, perché il Midtjylland al 43’ il gol dell’1-3 con Pusic in mischia. Nemmeno il tempo di riposizionarsi che il Napoli va un millimetro dal 4-1 con un pallonetto di Callejon che centra la traversa a portiere battuto. Alessandro Matri segna l'1-0 per la Lazio. Ansa Felipe Anderson raddoppia. Ansa Soderlund recupera la palla dalla rete dopo aver accorciato le distanze per il Rosenborg. Ansa Candreva chiude definitivamente i conti: 3-1 per la Lazio. Ansa Kownacki segna l'1-0 del Lech a Firenze. Reuters Gajos (a sinistra) festeggia dopo aver segnato il 2-0 alla Fiorentina. Afp Festa amara per Pepito Rossi: segna, ma non basta ad evitare la sconfitta viola. Getty Festa Napoli per la bella prestazione in Danimarca. Afp Maggio contro Duelund. Reuters Valdifiori contro Royer. Reuters Chiriches contro Pusic. Reuters ? ? Alessandro Matri segna l'1-0 per la Lazio. Ansa ? GalleriaEuroleague, emozioni italiane SHARE? ? chiude il pipita — La ripresa serve giusto per far rifiatare qualche azzurro in vista della trasferta di domenica contro il Chievo e a celebrare l’ottavo centro stagionale di Gonzalo Higuain, secondo in trasferta in Europa League. Ora il Pipita deve solo sbloccarsi lontano dal San Paolo in A. Lui e il Napoli non hanno intenzione di fermarsi.