Piogge a Napoli e in Campania, è allerta meteo al centro-Sud

0

Si convive con la paura in Sardegna, col terrore che la natura, la pioggia e l’acqua possano tornare a devastare il territorio, possano trascinare ancora una volta via le vite di amici o di parenti come già successo due anni fa, ma anche nel 2008. 

LE PREVISIONI

L’incubo alluvione è nuovamente tornato nell’isola, l’allerta meteo con codice rosso lanciata oggi dalla Protezione civile ha di nuovo gettato nello sconforto chi ancora non ha finito di riparare i danni provocati dal Ciclone Mediterraneo solo pochi giorni fa che ha nuovamente devastato Olbia, la Gallura e alcuni centri del Nuorese.

La perturbazione nordafricana che ha raggiunto l’isola, si sposterà poi anche sulle regioni centro meridionali tirreniche. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo, gli esperti prevedono precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnate da fulmini e forti raffiche di vento, prima su Campania e Lazio e successivamente su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria.

Nella notte i temporali interesseranno anche Marche e Umbria mentre dalle prime ore di domani sono previsti anche venti forti su Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Intanto la prima ad essere investite dal maltempo è stata la Sardegna.

Criticità elevata in tutta la parte meridionale e orientale dell’isola: Montevecchio, Iglesiente, Campidano, Flumendosa-Flumineddu e Gallura, recita il nuovo bollettino, alcune di queste zone già colpite dal Ciclone di pochi giorni fa e dall’alluvione del 2013. 

 

IL MATTINO

Si convive con la paura in Sardegna, col terrore che la natura, la pioggia e l'acqua possano tornare a devastare il territorio, possano trascinare ancora una volta via le vite di amici o di parenti come già successo due anni fa, ma anche nel 2008. 

LE PREVISIONI

L'incubo alluvione è nuovamente tornato nell'isola, l'allerta meteo con codice rosso lanciata oggi dalla Protezione civile ha di nuovo gettato nello sconforto chi ancora non ha finito di riparare i danni provocati dal Ciclone Mediterraneo solo pochi giorni fa che ha nuovamente devastato Olbia, la Gallura e alcuni centri del Nuorese.

La perturbazione nordafricana che ha raggiunto l'isola, si sposterà poi anche sulle regioni centro meridionali tirreniche. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un'allerta meteo, gli esperti prevedono precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnate da fulmini e forti raffiche di vento, prima su Campania e Lazio e successivamente su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria.

Nella notte i temporali interesseranno anche Marche e Umbria mentre dalle prime ore di domani sono previsti anche venti forti su Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Intanto la prima ad essere investite dal maltempo è stata la Sardegna.

Criticità elevata in tutta la parte meridionale e orientale dell'isola: Montevecchio, Iglesiente, Campidano, Flumendosa-Flumineddu e Gallura, recita il nuovo bollettino, alcune di queste zone già colpite dal Ciclone di pochi giorni fa e dall'alluvione del 2013. 

 

IL MATTINO