San Vito Positano corsaro, Massa Lubrense suo primo punto. De Gregorio “Sfortunati , meritavamo 4 punti”

0

Il Massa Lubrense racimola il suo primo punto della stagione contro il Sant’Antonio Abate mentre ilSan Vito Positano è corsaro in quel di Avellino. Il Presidente del Massa De Gregorio “Siamo stati sfortunati , meritavamo 4 punti. In due casi potevamo strappare anche la vittoria, andiamo avanti con fiducia e ottimismo pensando a giocare bene e cercare di fare qualche colpaccio”

Finalmente per i nerazzurri c’è il punto che ridà un po’ di morale che fino ad oggi era mancato, ma un punto nato da un gol alquanto discutibile che poi da un prosieguo nervoso alla partita con molti ammoniti ed un gioco spigoloso ed ostico. Il fattaccio accade subito ad inizio gara: al 4’ una palla di Lauro quasi dalla tre quarti ha una strana traiettoria e sembra finire fuori bersaglio ma qualche secondo dopo è in esso. A questo punto si scatena il ciclone: proteste vivaci da parte dei giallorossi perché l’arbitro assegna direttamente la rete ai costieri, che esultano con ritardo. Il tutto caratterizza l’andazzo della partita ed i cartellini gialli volano come gli uccelli sulla stadio abatese, perché ci sono ripetuti falli. Il ritmo della partita ne fa le spese perché il gioco è spesso spezzettato e si assiste ad un primo tempo senza vincitori e vinti, da registrare solo due episodi per i locali: colpo di testa fuori di poco di Noviello e palla sul fondo dalla lunga distanza di Del Prete. Alla ripresa del gioco dopo l’intervallo arriva quasi subito la rete del pareggio abatese al 9’ con la testa di Borrelli su un cross di Forino. Gli uomini di mister Cuomo tentano una reazione con l’ex di turno Arcobelli che però non centra il bersaglio.  Chi ha la possibilità di centrarlo è al 28’ e Del Prete che però trova sulla strada della sua testa la faticosa respinta di Fiorentino. Questa può dirsi l’occasione che in pratica chiude la partita, il resto la vede solo un gioco confusionario che spesso è spezzettato sia dai malori e sia dai vari crampi che subiscono i calciatori costieri. La gara lentamente volge al termine quasi in agonia, così arriva il liberatorio triplice fischio che da il primo sospirato punto agli uomini del presidente De Gregorio.

Non sono sospirati però quelli che prende l’imbattuto  San Vito Positano in terra irpina perché lo fanno restare nella scia delle quattro battistrada che conducono in testa la classifica del girone, grazie sia ad un rigore di Porzio che alla testa di Vallefuoco.

I locali sbagliano l’approccio e dopo dieci minuti di gioco si ritrovano sotto a causa di un calcio di rigore fischiato per un fallo di Di Gianni, sul dischetto si presenta Porzio che batte Formisano. I costieri passati in vantaggio ci riprovano pericolosamente in altre due circostanze con Porzio, ma entrambe le conclusioni finiscono di poco alte sulla traversa. Intorno alla mezz’ora il San Tommaso comincia a svegliarsi: Perna è fermato fallosamente al limite dell’area dal già ammonito Esposito, che ha rischiato il secondo giallo che poteva cambiare le sorti del match. Successivamente Perna impegna su punizione l’estremo difensore ospite che riesce a bloccare la sfera. Negli ultimi dieci minuti di gioco si vede di più la squadra biancoverde ed al 38’ Tornatore fallisce sottoporta di testa una clamorosa occasione. Al 44’ arriva il pareggio: Giannattasio viene steso in area da Vanacore e l’arbitro non ha dubbi e fischia un altro penalty che viene realizzato da Perna.

Nella ripresa sono gli irpini a partire meglio con Ripoli ma il tiro dell’esterno finisce di poco al lato e presi dall’entusiasmo per il pari, finiscono per concedere qualche spazio ai costieri che hanno ben due occasioni a botta sicura con Pisani e Gargiulo, ma Formisano le ribatte. Sventato il pericolo, i grifoni ci provano con Giannattasio ma il tiro dalla distanza del giovane attaccante termina al lato di un metro. Il San Tommaso nonostante abbia operato qualche cambio non riesce a creare delle nitide occasioni da gol ed al 38’ viene punito su una palla inattiva da Vallefuoco che salta più in alto di tutti su un precisa punizione battuta da Gargiulo. È inutile il forcing finale dei locali.

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2014-15 – GIRONE B – 4^ GIORNATA

SANT’ANTONIO ABATE – MASSA LUBRENSE   1-1

Goals: 4’pt Lauro (ML); 9’st Borrelli (SAA).

SANT’ANTONIO ABATE: De Martino, Esposito, Forino, Morella, Noviello, Buonocore (1’st D’Auria), Di Ruocco (1’st Siciliano), Napolitano, Del Prete, Santosuosso, Borrelli.

A disp: Varone, Donnarumma, Romano, Vallefuoco, Avella.     Allen: Cimmino

MASSA LUBRENSE: Fiorentino, Vanacore, Breglia, Veniero, Buonomo, Siniscalchi, Ambrosio, Vitiello, Arcobelli (23’pt Cacace), Vinaccia (36’st Esposito), Lauro.

A disp: Stinga, Malafronte, Izzo, Apreda, De Simone.    Allen: Cuomo

Arbitro: Gioacchino Di Maro di Frattamaggiore.
Assistenti: Gino Passaro (Salerno) – Antonio Chiancone (Nocera Inferiore).

Ammoniti: pt – 4’ Del Prete (SAA), 17’ Santosuosso (SAA), 33’ Vitiello (ML), 36’ Buopnomo (ML), 45’ Napolitano (SAA), 46’ Lauro (ML); st – 10’ Breglia (ML), 21’ Donnarumma (SAA), 29’ Vinaccia (ML), 44’ Fiorentino (ML), 45’ Morella (SSA).

Note: giornata serena, erba artificiale buona, spettatori 200 circa.

Recupero: 2’pt e 5’st.

 

SAN TOMMASO  AVELLINO – SAN VITO POSITANO  1-2

Goals: 11’pt Porzio (rig, SVP),  41’ st Perna (rig, ST),  38’st Vallefuoco (SVP).

SAN TOMMASO AVELLINO: Formisano, Di Paola, Di Gianni, Di Maio, Trifone (10’ st Tornatore), Giannino, Tucci (38’ st Florese), Porcaro, Perna, Giannattasio, Ripoli (26’ st Guerra).

A disp: Rizzo, Colella, Saveriano, Renna.      Allen: Silvestro.

SAN VITO POSITANO: Munao, Vanacore, D’ Esposito, Gargiulo, Vallefuoco, Esposito, Iannucci (38’st Inserra), Cafasso, Cifani (44’st Marino), Porzio (28’st D’Alessio), Pisani.

A disp: Longo, D’Alessio M., Macarone, Tirelli. All.: Guarracino.

Arbitro: Niccolò Fucci di Salerno.

Assistenti: Giuseppe Maiorino e Carmelina De Angelis di Nocera Inferiore.

Ammoniti: Perna (ST), Ripoli (ST), Vanacore (SV), Esposito (SV), Iannucci (SV).

Note: gara giocata a porte chiuse allo stadio ‘Roca’ di Avellino.

 

GIUSEPPE SPASIANO

Il Massa Lubrense racimola il suo primo punto della stagione contro il Sant’Antonio Abate mentre ilSan Vito Positano è corsaro in quel di Avellino. Il Presidente del Massa De Gregorio "Siamo stati sfortunati , meritavamo 4 punti. In due casi potevamo strappare anche la vittoria, andiamo avanti con fiducia e ottimismo pensando a giocare bene e cercare di fare qualche colpaccio"

Finalmente per i nerazzurri c’è il punto che ridà un po’ di morale che fino ad oggi era mancato, ma un punto nato da un gol alquanto discutibile che poi da un prosieguo nervoso alla partita con molti ammoniti ed un gioco spigoloso ed ostico. Il fattaccio accade subito ad inizio gara: al 4’ una palla di Lauro quasi dalla tre quarti ha una strana traiettoria e sembra finire fuori bersaglio ma qualche secondo dopo è in esso. A questo punto si scatena il ciclone: proteste vivaci da parte dei giallorossi perché l’arbitro assegna direttamente la rete ai costieri, che esultano con ritardo. Il tutto caratterizza l’andazzo della partita ed i cartellini gialli volano come gli uccelli sulla stadio abatese, perché ci sono ripetuti falli. Il ritmo della partita ne fa le spese perché il gioco è spesso spezzettato e si assiste ad un primo tempo senza vincitori e vinti, da registrare solo due episodi per i locali: colpo di testa fuori di poco di Noviello e palla sul fondo dalla lunga distanza di Del Prete. Alla ripresa del gioco dopo l’intervallo arriva quasi subito la rete del pareggio abatese al 9’ con la testa di Borrelli su un cross di Forino. Gli uomini di mister Cuomo tentano una reazione con l’ex di turno Arcobelli che però non centra il bersaglio.  Chi ha la possibilità di centrarlo è al 28’ e Del Prete che però trova sulla strada della sua testa la faticosa respinta di Fiorentino. Questa può dirsi l’occasione che in pratica chiude la partita, il resto la vede solo un gioco confusionario che spesso è spezzettato sia dai malori e sia dai vari crampi che subiscono i calciatori costieri. La gara lentamente volge al termine quasi in agonia, così arriva il liberatorio triplice fischio che da il primo sospirato punto agli uomini del presidente De Gregorio.

Non sono sospirati però quelli che prende l’imbattuto  San Vito Positano in terra irpina perché lo fanno restare nella scia delle quattro battistrada che conducono in testa la classifica del girone, grazie sia ad un rigore di Porzio che alla testa di Vallefuoco.

I locali sbagliano l’approccio e dopo dieci minuti di gioco si ritrovano sotto a causa di un calcio di rigore fischiato per un fallo di Di Gianni, sul dischetto si presenta Porzio che batte Formisano. I costieri passati in vantaggio ci riprovano pericolosamente in altre due circostanze con Porzio, ma entrambe le conclusioni finiscono di poco alte sulla traversa. Intorno alla mezz’ora il San Tommaso comincia a svegliarsi: Perna è fermato fallosamente al limite dell’area dal già ammonito Esposito, che ha rischiato il secondo giallo che poteva cambiare le sorti del match. Successivamente Perna impegna su punizione l’estremo difensore ospite che riesce a bloccare la sfera. Negli ultimi dieci minuti di gioco si vede di più la squadra biancoverde ed al 38’ Tornatore fallisce sottoporta di testa una clamorosa occasione. Al 44’ arriva il pareggio: Giannattasio viene steso in area da Vanacore e l’arbitro non ha dubbi e fischia un altro penalty che viene realizzato da Perna.

Nella ripresa sono gli irpini a partire meglio con Ripoli ma il tiro dell’esterno finisce di poco al lato e presi dall’entusiasmo per il pari, finiscono per concedere qualche spazio ai costieri che hanno ben due occasioni a botta sicura con Pisani e Gargiulo, ma Formisano le ribatte. Sventato il pericolo, i grifoni ci provano con Giannattasio ma il tiro dalla distanza del giovane attaccante termina al lato di un metro. Il San Tommaso nonostante abbia operato qualche cambio non riesce a creare delle nitide occasioni da gol ed al 38’ viene punito su una palla inattiva da Vallefuoco che salta più in alto di tutti su un precisa punizione battuta da Gargiulo. È inutile il forcing finale dei locali.

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2014-15 – GIRONE B – 4^ GIORNATA

SANT’ANTONIO ABATE – MASSA LUBRENSE   1-1

Goals: 4’pt Lauro (ML); 9’st Borrelli (SAA).

SANT’ANTONIO ABATE: De Martino, Esposito, Forino, Morella, Noviello, Buonocore (1’st D’Auria), Di Ruocco (1’st Siciliano), Napolitano, Del Prete, Santosuosso, Borrelli.

A disp: Varone, Donnarumma, Romano, Vallefuoco, Avella.     Allen: Cimmino

MASSA LUBRENSE: Fiorentino, Vanacore, Breglia, Veniero, Buonomo, Siniscalchi, Ambrosio, Vitiello, Arcobelli (23’pt Cacace), Vinaccia (36’st Esposito), Lauro.

A disp: Stinga, Malafronte, Izzo, Apreda, De Simone.    Allen: Cuomo

Arbitro: Gioacchino Di Maro di Frattamaggiore.
Assistenti: Gino Passaro (Salerno) – Antonio Chiancone (Nocera Inferiore).

Ammoniti: pt – 4’ Del Prete (SAA), 17’ Santosuosso (SAA), 33’ Vitiello (ML), 36’ Buopnomo (ML), 45’ Napolitano (SAA), 46’ Lauro (ML); st – 10’ Breglia (ML), 21’ Donnarumma (SAA), 29’ Vinaccia (ML), 44’ Fiorentino (ML), 45’ Morella (SSA).

Note: giornata serena, erba artificiale buona, spettatori 200 circa.

Recupero: 2’pt e 5’st.

 

SAN TOMMASO  AVELLINO – SAN VITO POSITANO  1-2

Goals: 11’pt Porzio (rig, SVP),  41’ st Perna (rig, ST),  38’st Vallefuoco (SVP).

SAN TOMMASO AVELLINO: Formisano, Di Paola, Di Gianni, Di Maio, Trifone (10’ st Tornatore), Giannino, Tucci (38’ st Florese), Porcaro, Perna, Giannattasio, Ripoli (26’ st Guerra).

A disp: Rizzo, Colella, Saveriano, Renna.      Allen: Silvestro.

SAN VITO POSITANO: Munao, Vanacore, D’ Esposito, Gargiulo, Vallefuoco, Esposito, Iannucci (38’st Inserra), Cafasso, Cifani (44’st Marino), Porzio (28’st D’Alessio), Pisani.

A disp: Longo, D’Alessio M., Macarone, Tirelli. All.: Guarracino.

Arbitro: Niccolò Fucci di Salerno.

Assistenti: Giuseppe Maiorino e Carmelina De Angelis di Nocera Inferiore.

Ammoniti: Perna (ST), Ripoli (ST), Vanacore (SV), Esposito (SV), Iannucci (SV).

Note: gara giocata a porte chiuse allo stadio ‘Roca’ di Avellino.

 

GIUSEPPE SPASIANO

Lascia una risposta