Marino, il sindaco non si è dimesso: atto non protocollato VIDEO

0

Ignazio Marino non si è ancora dimesso da sindaco di Roma. E’ quanto risulta agli uffici del Comune interpellati da Il Messaggero. In mattinata il vice Marco Causi aveva annunciato un gesto che ancora non è avvenuto. Tecnicamente funziona così: il sindaco protocolla le proprie dimissioni che vanno inviate agli uffici della presidenza del consiglio comunale. Fatto che al momento non c’è. Quindi slittano in avanti i 20 giorni entro i quali il primo cittadino può ripensarci o confermare il passo indietro.Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, formalizzerà le sue dimissioni dall’incarico nella giornata di lunedì 12 ottobre consegnandole nelle mani della presidente dell’Assemblea capitolina, Valeria Baglio. Così, in una nota, il Campidoglio.

«Anche oggi pomeriggio siamo andati a verificare presso gli uffici del Consiglio Comunale, dove ancora non risultano le dimissioni del sindaco. Chiediamo immediatamente chiarezza, nonchè le sue dimissioni effettive», dice il capogruppo M5S in Campidoglio Daniele Frongia.

Una poesia di Neruda per suggellare l’amore tra Jamie e Matteo. Ignazio Marino intanto oggi ha celebrato così il matrimonio di una coppia di amici per scacciare per un pò la bufera politica che lo ha spinto a presentare le sue dimissioni.«Sto molto bene», ha detto. Il sindaco ha salutato i giornalisti e poi è entrato nella sala. Ad attendere Marino sulla piazza del Campidoglio una ressa di fotografi e giornalisti. Il sindaco ha salutato tutti, «buongiorno e buon lavoro».

A sorpresa Marino ha mantenuto la promessa fatta tempo fa ai suoi due amici, ignaro di cosa sarebbe avvenuto, e alle 11 in punto, con il volto sereno, ha attraversato piazza del Campidoglio nella ressa di fotografi e giornalisti che cercavano un suo commento nel day after delle dimissioni. La cerimonia, rigorosamente blindata, è durata circa mezz’ora ma al termine non si è ripetuta la scena iniziale.

Marino è stato fatto prudentemente uscire da una porta secondaria e gli sposi, tra flash dei fotografi ingaggiati le nozze e quelli dei giornalisti, hanno potuto godere il loro momento. «Il momento più bello è stato quando ha recitato una poesia di Neruda sull’amore e questo è stato commovente», ha detto Jamie che però è stata ‘reclamatà teneramente dal marito, che ha detto alla stampa: «oggi è la nostra giornata, fatecela vivere come vogliamo».

Il MessaggeroIgnazio Marino non si è ancora dimesso da sindaco di Roma. E’ quanto risulta agli uffici del Comune interpellati da Il Messaggero. In mattinata il vice Marco Causi aveva annunciato un gesto che ancora non è avvenuto. Tecnicamente funziona così: il sindaco protocolla le proprie dimissioni che vanno inviate agli uffici della presidenza del consiglio comunale. Fatto che al momento non c’è. Quindi slittano in avanti i 20 giorni entro i quali il primo cittadino può ripensarci o confermare il passo indietro.Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, formalizzerà le sue dimissioni dall’incarico nella giornata di lunedì 12 ottobre consegnandole nelle mani della presidente dell’Assemblea capitolina, Valeria Baglio. Così, in una nota, il Campidoglio.

«Anche oggi pomeriggio siamo andati a verificare presso gli uffici del Consiglio Comunale, dove ancora non risultano le dimissioni del sindaco. Chiediamo immediatamente chiarezza, nonchè le sue dimissioni effettive», dice il capogruppo M5S in Campidoglio Daniele Frongia.

Una poesia di Neruda per suggellare l’amore tra Jamie e Matteo. Ignazio Marino intanto oggi ha celebrato così il matrimonio di una coppia di amici per scacciare per un pò la bufera politica che lo ha spinto a presentare le sue dimissioni.«Sto molto bene», ha detto. Il sindaco ha salutato i giornalisti e poi è entrato nella sala. Ad attendere Marino sulla piazza del Campidoglio una ressa di fotografi e giornalisti. Il sindaco ha salutato tutti, «buongiorno e buon lavoro».

A sorpresa Marino ha mantenuto la promessa fatta tempo fa ai suoi due amici, ignaro di cosa sarebbe avvenuto, e alle 11 in punto, con il volto sereno, ha attraversato piazza del Campidoglio nella ressa di fotografi e giornalisti che cercavano un suo commento nel day after delle dimissioni. La cerimonia, rigorosamente blindata, è durata circa mezz’ora ma al termine non si è ripetuta la scena iniziale.

Marino è stato fatto prudentemente uscire da una porta secondaria e gli sposi, tra flash dei fotografi ingaggiati le nozze e quelli dei giornalisti, hanno potuto godere il loro momento. «Il momento più bello è stato quando ha recitato una poesia di Neruda sull’amore e questo è stato commovente», ha detto Jamie che però è stata ‘reclamatà teneramente dal marito, che ha detto alla stampa: «oggi è la nostra giornata, fatecela vivere come vogliamo».

Il Messaggero