Piano di Sorrento “Per i mari del mondo: uomini e navi della flotta Lauro” la mostra a Villa Fondi FOTO

0

“Per i mari del mondo: uomini e navi della flotta Lauro”, un’esposizione ricca di foto d’epoca organizzata in 31 pannelli in cui è protagonista, nelle varie sfaccettature, il ruolo dell’imponente azienda meridionale nel contesto storico ed economico degli anni Venti e Ottanta del Novecento. Dal 9 al 30 ottobre a Villa Fondi la mostra, patrocinata dal Comune di Piano di Sorrento, oltre che dalla Camera di Commercio di Napoli, dalla Marinter s.l.r. e dalla International Propeller Clubs Napoli, potrà essere visitata a titolo gratuito.

 5:15

PER I MARI DEL MONDO: LA FLOTTA LAURO

di Positanonews TV

 

 

https://www.facebook.com/lucio.esposito.7/media_set?set=a.10204014150182932.1073741980.1498804047&type=3

https://www.facebook.com/lucio.esposito.7/media_set?set=a.10204988404895455.1498804047&type=3

 

L’iniziativa è promossa dall’Associazione di Studi Ricerche e Documentazione sulla Marineria della Penisola Sorrentina, dall’Associazione Amici del Museo del Mare di Napoli, dalla Fondazione Thetis – Museo del Mare di Napoli e dall’Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo del CNR, in collaborazione con l’Associazione di Mutuo Soccorso tra Capitani e l’Associazione Professionale Capitani Marittimi (APCM). Achille Lauro Achille Lauro «La Flotta Lauro non compare nelle ricostruzioni storiche dell’economia italiana del Novecento, eppure è un’azienda attiva per quasi 60 anni (1923-1982) che è arrivata ad armare contemporaneamente oltre cinquanta navi, con migliaia di dipendenti, e centinaia di miliardi di fatturato. In pratica l’unica grande impresa privata, tutta italiana, di dimensioni mondiali, creata e diretta da meridionali». Così i curatori della mostra, Massimo Maresca, Antonio Mussari, Biagio Passaro, Claudio Pensa, Raffaella Salvemini, Antonio Troiano e Admeto Verde, presentano il proprio progetto di ricerca. «Si tratta di un’azienda profondamente legata alle comunità marittime del Golfo di Napoli, ma in modo particolare a Piano di Sorrento, città da cui provengono il fondatore e alcuni dei primi soci e collaboratori, oltre che centinaia di uomini di mare che in tutti i ruoli hanno contribuito al successo di quest’impresa. Essa ha svolto un ruolo importante nella formazione di quadri dirigenti e tecnici navali di alto profilo professionale e imprenditoriale. Se oggi il mondo delle imprese marittime di origine napoletana è alla testa dell’armamento nazionale e compete con successo a livello internazionale, il merito è anche di tanti operatori che, a partire dagli anni Venti e fino agli anni Ottanta, hanno fatto le loro prime esperienze nella Flotta Lauro». Per approfondire l’argomento sono stati organizzati anche incontri formativi e di dibattito ogni venerdì alle ore 18.00 a Villa Fondi a partire da domani, 9 ottobre, quando Biagio Passaro illustrerà “Lo sviluppo della Flotta Lauro nel contesto economico nazionale ed internazionale”. Il 16 ottobre verrà invece proiettata la puntata sull’armatore del programma di Rai3 “Correva l’anno” curata da Rosanna Lo Santo e condotta da Paolo Mieli. Il 23 ottobre sarà invece la volta di Claudio Pensa sul tema “La Flotta Lauro e l’evoluzione delle navi nel XX secolo. Per l’ultimo incontro, fissato per il 30 ottobre, è stata infine prevista una tavola rotonda sul ruolo e le prospettive del sistema marittimo italiano con gli interventi del Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, del Vice Presidente Federazione del Mare Umberto Masucci, dell’AD dei Cantieri Gagliotta nonché Consigliere nazionale Ucina Renato Martucci, e del docente di Storia economica e Assessore regionale alle Attività produttive Amedeo Lepore.

"Per i mari del mondo: uomini e navi della flotta Lauro”, un’esposizione ricca di foto d’epoca organizzata in 31 pannelli in cui è protagonista, nelle varie sfaccettature, il ruolo dell’imponente azienda meridionale nel contesto storico ed economico degli anni Venti e Ottanta del Novecento. Dal 9 al 30 ottobre a Villa Fondi la mostra, patrocinata dal Comune di Piano di Sorrento, oltre che dalla Camera di Commercio di Napoli, dalla Marinter s.l.r. e dalla International Propeller Clubs Napoli, potrà essere visitata a titolo gratuito.

 5:15

 

https://www.facebook.com/lucio.esposito.7/media_set?set=a.10204014150182932.1073741980.1498804047&type=3

https://www.facebook.com/lucio.esposito.7/media_set?set=a.10204988404895455.1498804047&type=3

 

L’iniziativa è promossa dall’Associazione di Studi Ricerche e Documentazione sulla Marineria della Penisola Sorrentina, dall’Associazione Amici del Museo del Mare di Napoli, dalla Fondazione Thetis – Museo del Mare di Napoli e dall’Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo del CNR, in collaborazione con l’Associazione di Mutuo Soccorso tra Capitani e l’Associazione Professionale Capitani Marittimi (APCM). Achille Lauro Achille Lauro «La Flotta Lauro non compare nelle ricostruzioni storiche dell’economia italiana del Novecento, eppure è un’azienda attiva per quasi 60 anni (1923-1982) che è arrivata ad armare contemporaneamente oltre cinquanta navi, con migliaia di dipendenti, e centinaia di miliardi di fatturato. In pratica l’unica grande impresa privata, tutta italiana, di dimensioni mondiali, creata e diretta da meridionali». Così i curatori della mostra, Massimo Maresca, Antonio Mussari, Biagio Passaro, Claudio Pensa, Raffaella Salvemini, Antonio Troiano e Admeto Verde, presentano il proprio progetto di ricerca. «Si tratta di un’azienda profondamente legata alle comunità marittime del Golfo di Napoli, ma in modo particolare a Piano di Sorrento, città da cui provengono il fondatore e alcuni dei primi soci e collaboratori, oltre che centinaia di uomini di mare che in tutti i ruoli hanno contribuito al successo di quest’impresa. Essa ha svolto un ruolo importante nella formazione di quadri dirigenti e tecnici navali di alto profilo professionale e imprenditoriale. Se oggi il mondo delle imprese marittime di origine napoletana è alla testa dell’armamento nazionale e compete con successo a livello internazionale, il merito è anche di tanti operatori che, a partire dagli anni Venti e fino agli anni Ottanta, hanno fatto le loro prime esperienze nella Flotta Lauro». Per approfondire l’argomento sono stati organizzati anche incontri formativi e di dibattito ogni venerdì alle ore 18.00 a Villa Fondi a partire da domani, 9 ottobre, quando Biagio Passaro illustrerà “Lo sviluppo della Flotta Lauro nel contesto economico nazionale ed internazionale”. Il 16 ottobre verrà invece proiettata la puntata sull’armatore del programma di Rai3 “Correva l’anno” curata da Rosanna Lo Santo e condotta da Paolo Mieli. Il 23 ottobre sarà invece la volta di Claudio Pensa sul tema “La Flotta Lauro e l’evoluzione delle navi nel XX secolo. Per l’ultimo incontro, fissato per il 30 ottobre, è stata infine prevista una tavola rotonda sul ruolo e le prospettive del sistema marittimo italiano con gli interventi del Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, del Vice Presidente Federazione del Mare Umberto Masucci, dell’AD dei Cantieri Gagliotta nonché Consigliere nazionale Ucina Renato Martucci, e del docente di Storia economica e Assessore regionale alle Attività produttive Amedeo Lepore.