Positano, De Lucia “Sulla Villa Romana non ci fermeremo, ci sono 200 metri di spazi da mettere alla luce”

0

Positano, Costiera amalfitana. La grande scoperta della Villa Romana di Positano continua ad entusiasmare archeologi ed esperti, ma quando sarà fruibile questa scoperta? Sentiamo al proposito il sindaco Michele De Lucia “Mi sto sentendo continuamente con la Iannelli della Soprintendenza e con il direttore dei lavori Guarino, ci tengo molto a questi lavori perchè sono una grande opportunità per il paese ed  è, come hanno detto gli esperti, una scoperta straordinaria al di là di ogni aspettativa, ma non ci fermeremo, almeno questa è l’intenzione , ci vogliono i fondi..” Sindaco in questo momento stanno finendo il consolidamento dell’area retrostante l’affresco, ma quando dovranno terminare questi lavori per rendere fruibile l’area? “I lavori dovranno terminare entro il 31 dicembre, dopodichè quest’area sarà fruibile, ma non subito, si dovrà sistemare tutto” Si era parlato della possibilità di far vedere i lavori di restauro ai turisti e ai cittadini nel museo del Viaggio che però rimane chiuso, come mai? “Era quella l’idea, ma abbiamo deciso di utilizzare i fondi per un museo permanente all’interno della Villa Romana piùttosto che spenderli per pochi mesi” Come intende proseguire i lavori, quali spazi sono da mettere alla luce? “I lavori , sulla base di quanto rilevano i tecnici, si possono proseguire per recuperare altri 150/200 metri di spazi e opere interessantissime, ma occorrono i fondi. Saranno richiesti e ci sono molte possibilità di accoglimento visto che a livello nazionale ed internazionale vi è molta attenzione su questa scoperta che, ripeto, si ritiene davvero di grande valore” Sarà messo insieme tutto il complesso storico – archeologico che passa dalla Torre Civica alla Cripta Medievale con quale percorso? Si comincerà dalla Torre o dalla Cripta? “Stiamo studiando anche questo in questi giorni si definiranno i particolari , in collaborazione con Chiesa e Soprintendenza, si intende comunque mettere insieme tutte queste grandi emergenze storiche del paese per offrire altro ai turisti ed aprirsi anche un turismo culturale di alto livello per il paese” 

Positano, Costiera amalfitana. La grande scoperta della Villa Romana di Positano continua ad entusiasmare archeologi ed esperti, ma quando sarà fruibile questa scoperta? Sentiamo al proposito il sindaco Michele De Lucia "Mi sto sentendo continuamente con la Iannelli della Soprintendenza e con il direttore dei lavori Guarino, ci tengo molto a questi lavori perchè sono una grande opportunità per il paese ed  è, come hanno detto gli esperti, una scoperta straordinaria al di là di ogni aspettativa, ma non ci fermeremo, almeno questa è l'intenzione , ci vogliono i fondi.." Sindaco in questo momento stanno finendo il consolidamento dell'area retrostante l'affresco, ma quando dovranno terminare questi lavori per rendere fruibile l'area? "I lavori dovranno terminare entro il 31 dicembre, dopodichè quest'area sarà fruibile, ma non subito, si dovrà sistemare tutto" Si era parlato della possibilità di far vedere i lavori di restauro ai turisti e ai cittadini nel museo del Viaggio che però rimane chiuso, come mai? "Era quella l'idea, ma abbiamo deciso di utilizzare i fondi per un museo permanente all'interno della Villa Romana piùttosto che spenderli per pochi mesi" Come intende proseguire i lavori, quali spazi sono da mettere alla luce? "I lavori , sulla base di quanto rilevano i tecnici, si possono proseguire per recuperare altri 150/200 metri di spazi e opere interessantissime, ma occorrono i fondi. Saranno richiesti e ci sono molte possibilità di accoglimento visto che a livello nazionale ed internazionale vi è molta attenzione su questa scoperta che, ripeto, si ritiene davvero di grande valore" Sarà messo insieme tutto il complesso storico – archeologico che passa dalla Torre Civica alla Cripta Medievale con quale percorso? Si comincerà dalla Torre o dalla Cripta? "Stiamo studiando anche questo in questi giorni si definiranno i particolari , in collaborazione con Chiesa e Soprintendenza, si intende comunque mettere insieme tutte queste grandi emergenze storiche del paese per offrire altro ai turisti ed aprirsi anche un turismo culturale di alto livello per il paese"