Castellammare di Stabia. A 14 anni ruba motorini, inseguito e bloccato

0

Castellammare di Stabia. Rubano un motorino e cercano di portarlo via a spinta, poi incrociano una volante e scappano via. Uno dei ladri, però, viene bloccato: si tratta di un 14enne residente nei pressi del rione Scanzano di Castellammare. Per il minorenne è scattata una denuncia a piede libero per furto in concorso. Il ragazzo, che compirà a giorni 15 anni, ha già alcuni precedenti per reati contro il patrimonio. Gli altri che hanno preso parte al furto, almeno altre due persone tutte giovanissime, sono riusciti a far perdere le proprie tracce, almeno per il momento. L’episodio è avvenuto nella tarda serata di domenica scorsa in viale delle Terme, a poche decine di metri dal quartiere Scanzano, considerato dalle autorità la roccaforte della criminalità organizzata stabiese. Nel corso di un servizio di controllo del territorio gli agenti del commissariato di Ps di Castellammare, agli ordini del primo dirigente Pasquale De Lorenzo e del vicequestore Daria Alfieri, hanno notato tre scooter che procedevano in maniera parallela lungo la strada. I poliziotti si sono accorti che in realtà i passeggeri dei due motorini posti ai lati spingevano con i piedi quello centrale. Nel momento in cui ha avvistato la volante il gruppetto si è diviso: quelli a bordo dei due scooter a destra e a sinistra sono scappati subito, mentre il giovane che si trovava in mezzo ha lasciato cadere il motorino rubato ed ha tentato la fuga a piedi. Uno dei poliziotti è quindi sceso dall’auto ed ha cominciato l’inseguimento: dopo mezzo chilometro l’agente ha raggiunto e bloccato il ragazzo. Il motociclo abbandonato in strada è risultato essere stato rubato poco prima da una strada non lontano da viale delle Terme. Il 14enne stabiese è perciò stato denunciato, il motorino è stato restituito al legittimo proprietario mentre la polizia ora è alla ricerca dei complici del furto che sono in corso di identificazione. L’operazione va ad inquadrarsi in una serie di controlli a tappeto che gli uomini del commissariato stanno effettuando da alcuni giorni presso il rione Scanzano. Il dato da non sottovalutare, inoltre, è che ancora una volta i protagonisti di episodi saliti alla ribalta delle cronache sono minorenni che si muovono, stando alle informative delle forze dell’ordine, in contesti familiari talvolta molto complicati. Per molti mesi, tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015, ragazzini fuori controllo e cosiddette «baby gang» sono stati segnalati per risse, violenze e furti. Si tratta di fenomeni che le forze dell’ordine stanno seguendo da vicino con preoccupazione e ai quali si sta cercando di porre un freno prima della deriva definitiva. (Francesco Ferrigno – Il Mattino)  

Castellammare di Stabia. Rubano un motorino e cercano di portarlo via a spinta, poi incrociano una volante e scappano via. Uno dei ladri, però, viene bloccato: si tratta di un 14enne residente nei pressi del rione Scanzano di Castellammare. Per il minorenne è scattata una denuncia a piede libero per furto in concorso. Il ragazzo, che compirà a giorni 15 anni, ha già alcuni precedenti per reati contro il patrimonio. Gli altri che hanno preso parte al furto, almeno altre due persone tutte giovanissime, sono riusciti a far perdere le proprie tracce, almeno per il momento. L’episodio è avvenuto nella tarda serata di domenica scorsa in viale delle Terme, a poche decine di metri dal quartiere Scanzano, considerato dalle autorità la roccaforte della criminalità organizzata stabiese. Nel corso di un servizio di controllo del territorio gli agenti del commissariato di Ps di Castellammare, agli ordini del primo dirigente Pasquale De Lorenzo e del vicequestore Daria Alfieri, hanno notato tre scooter che procedevano in maniera parallela lungo la strada. I poliziotti si sono accorti che in realtà i passeggeri dei due motorini posti ai lati spingevano con i piedi quello centrale. Nel momento in cui ha avvistato la volante il gruppetto si è diviso: quelli a bordo dei due scooter a destra e a sinistra sono scappati subito, mentre il giovane che si trovava in mezzo ha lasciato cadere il motorino rubato ed ha tentato la fuga a piedi. Uno dei poliziotti è quindi sceso dall’auto ed ha cominciato l’inseguimento: dopo mezzo chilometro l’agente ha raggiunto e bloccato il ragazzo. Il motociclo abbandonato in strada è risultato essere stato rubato poco prima da una strada non lontano da viale delle Terme. Il 14enne stabiese è perciò stato denunciato, il motorino è stato restituito al legittimo proprietario mentre la polizia ora è alla ricerca dei complici del furto che sono in corso di identificazione. L’operazione va ad inquadrarsi in una serie di controlli a tappeto che gli uomini del commissariato stanno effettuando da alcuni giorni presso il rione Scanzano. Il dato da non sottovalutare, inoltre, è che ancora una volta i protagonisti di episodi saliti alla ribalta delle cronache sono minorenni che si muovono, stando alle informative delle forze dell’ordine, in contesti familiari talvolta molto complicati. Per molti mesi, tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015, ragazzini fuori controllo e cosiddette «baby gang» sono stati segnalati per risse, violenze e furti. Si tratta di fenomeni che le forze dell’ordine stanno seguendo da vicino con preoccupazione e ai quali si sta cercando di porre un freno prima della deriva definitiva. (Francesco Ferrigno – Il Mattino)