RILASCIO AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA – ATTO DI INDIRIZZO SOPRINTENDENZA BB.AA. PER LE RICHIESTE DI AUTORIZZAZIONE

0

Necessità di un agronomo nelle richieste dei permessi di costruire.

Con propria nota del 14/09/2015 Prot. 14501 la Soprintendenza BB.AA. Napoli ha emanato un atto di indirizzo con il quale vengono ridefinite le modalità con le quali devono essere redatte le istanze di autorizzazione oggetto del Parere Paesaggistico (art. 146 D. Lgs. 42/04).
La nota contiene la documentazione e le esatte modalità con la quali devono essere predisposti gli allegati ridefiniti.
la documentazione PROPEDEUTICA alla presentazione dei progetti, relativamente alla lettera D), DEVE ESSERE REDATTA DA UN BOTANICO O DA UN AGRONOMO (il non rispetto del disposto di cui lett. D), comporta la non istruibilità delle istranze).
Si ricorda a noi stessi che, la professione di botanico non è riconosciuta dallo Stato italiano. Il botanico (laureato in biologia od agraria), è essenzialmente un ricercatore che opera dunque presso istituti di ricerca ed istituti universitari. Egli può operare come dipendente o come libero professionista in qualità di consulente esterno con possibilità di iscrizione all’Ordine dei Biologi (per i laureati in Biologia) o all’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali (per i laureati in agraria) previo superamento degli appositi esami di Stato.
rs

Per scaricare il documento: www.raffaelestarace.perito.it
sezione “NEWS E SCADENZE”Necessità di un agronomo nelle richieste dei permessi di costruire.

Con propria nota del 14/09/2015 Prot. 14501 la Soprintendenza BB.AA. Napoli ha emanato un atto di indirizzo con il quale vengono ridefinite le modalità con le quali devono essere redatte le istanze di autorizzazione oggetto del Parere Paesaggistico (art. 146 D. Lgs. 42/04).
La nota contiene la documentazione e le esatte modalità con la quali devono essere predisposti gli allegati ridefiniti.
la documentazione PROPEDEUTICA alla presentazione dei progetti, relativamente alla lettera D), DEVE ESSERE REDATTA DA UN BOTANICO O DA UN AGRONOMO (il non rispetto del disposto di cui lett. D), comporta la non istruibilità delle istranze).
Si ricorda a noi stessi che, la professione di botanico non è riconosciuta dallo Stato italiano. Il botanico (laureato in biologia od agraria), è essenzialmente un ricercatore che opera dunque presso istituti di ricerca ed istituti universitari. Egli può operare come dipendente o come libero professionista in qualità di consulente esterno con possibilità di iscrizione all’Ordine dei Biologi (per i laureati in Biologia) o all’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali (per i laureati in agraria) previo superamento degli appositi esami di Stato.
rs

Per scaricare il documento: www.raffaelestarace.perito.it
sezione “NEWS E SCADENZE”