UNI-VERSO CONTRO-VERSO personale di pittura di Adriana Ferri

0

Uni-Verso Contro-Verso, è questo il titolo dell’ultimo ciclo di opere che l’artista Adriana Ferri presenta nello splendido scenario dell’Arco Catalano di Palazzo Pinto in Salerno dal 10 al 17 ottobre 2015 a rappresentare in modo provocatorio, irritante, ma sempre molto sincero e diretto, il declino morale, culturale, sociale ed economico dell’Italia dei nostri tempi.
Nelle sue opere, intense a livello cromatico , brillanti ed incisive nell’espressività dei contenuti, Ferri ,allontanandosi dalla rappresentazione puramente realistica, denuncia offrendo al fruitore ampi spunti di riflessione: l’atmosfera irrespirabile e soffocante prodotta da un guerra infinita di interessi diversi e contrapposti (che ai comuni mortali non è dato capire) imposti da una struttura di potere atta a manipolare più che tutelare la libertà individuale; un’umanità che agisce come automa, talmente abituata a pensare secondo certi schemi e desideri imposti dal sistema (stato, scienza, religione ….) da non esserne più consapevole; il patrimonio culturale (il petrolio italiano) mal tutelato e relegato a inutile fardello; la cultura intesa come fenomeno di consumo e mero intrattenimento più che vero fattore in grado di risollevare la società dal declino morale e civile;
L’arte dunque si fa politica.
A presentare l’evento il giornalista Rosario Ruggiero
Intervento critico del prof. Luigi Crescibene
Vernissage 10 ottobre ore 18
La mostra sarà aperta al pubblico dalle ore 17 alle 21 tutti i giorni – ingresso gratuitoUni-Verso Contro-Verso, è questo il titolo dell’ultimo ciclo di opere che l’artista Adriana Ferri presenta nello splendido scenario dell’Arco Catalano di Palazzo Pinto in Salerno dal 10 al 17 ottobre 2015 a rappresentare in modo provocatorio, irritante, ma sempre molto sincero e diretto, il declino morale, culturale, sociale ed economico dell’Italia dei nostri tempi.
Nelle sue opere, intense a livello cromatico , brillanti ed incisive nell’espressività dei contenuti, Ferri ,allontanandosi dalla rappresentazione puramente realistica, denuncia offrendo al fruitore ampi spunti di riflessione: l’atmosfera irrespirabile e soffocante prodotta da un guerra infinita di interessi diversi e contrapposti (che ai comuni mortali non è dato capire) imposti da una struttura di potere atta a manipolare più che tutelare la libertà individuale; un’umanità che agisce come automa, talmente abituata a pensare secondo certi schemi e desideri imposti dal sistema (stato, scienza, religione ….) da non esserne più consapevole; il patrimonio culturale (il petrolio italiano) mal tutelato e relegato a inutile fardello; la cultura intesa come fenomeno di consumo e mero intrattenimento più che vero fattore in grado di risollevare la società dal declino morale e civile;
L’arte dunque si fa politica.
A presentare l’evento il giornalista Rosario Ruggiero
Intervento critico del prof. Luigi Crescibene
Vernissage 10 ottobre ore 18
La mostra sarà aperta al pubblico dalle ore 17 alle 21 tutti i giorni – ingresso gratuito

Lascia una risposta