SORRENTO INCONTRO SU INQUINAMENTO, 40 CANDELINE PER IL DEPURATORE. IRONIA DEI VERDI

0

I tempi per la realizzazione del depuratore della penisola sorrentina si allungano, come volevasi dimostrare, e Positanonews lo sta dicendo da anni, una vera e propria presa in giro ecco la nota di Siniscalchi al proposito  Depurazione acque a Sorrento. Campania Libera- Psi e Davvero Verdi: “quest’anno si festeggiano 40 anni dall’inizio dei lavori del depuratore di Punta Gradelle e ancora non sono terminati. C’è voluto meno ad andare sulla Luna o a costruire le piramidi. Andremo sul cantiere con una torta e 40 candeline”. ====== “L’audizione di stamane sulla depurazione delle acque nella penisola sorrentina – dichiara il capogruppo di Campania Libera- Psi e Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli che stamane ha partecipato all’audizione in commissione ambiente – è stata molto interessante. La partecipazione di Sindaci ,amministratori locali e associazioni utilissima. Però l’unica notizia che avremmo voluto sapere e cioè quando sarà funzionante il depuratore di Punta Gradelle la cui realizzazione è stata affidata negli ultimi anni alla Gori non ci è stata fornita. Abbiamo sentito dai tecnici anche la parole variante che ci fa supporre nuovi tempi biblici per il completamento e l’attivazione dell’opera. Sono 40 anni che sono iniziati i lavori di quest’opera. C’è voluto meno ad andare sulla Luna o a costruire le piramidi. Tra qualche mese se la Gori non ci darà assicurazioni sull’apertura andremo a portare una torta con 40 candeline sul cantiere per ricordare a tutti i funzionari e burocrati che si sono succeduti nella progettazione e costruzione del danno che hanno causato ai sorrentini e al comparto turistico in tutti questi anni persi”. “Realizzare questo impianto di depurazione che aspettiamo da 40 anni – spiega Raffaele Attardi il rappresentante dell movimento La Grande Onda che è attivo per il mare pulito in penisola sorrentina – è stato più complesso della costruzione di una navicella spaziale. La nostra terra è una risorsa e invece con questa opera infinita hanno realizzato un nuovo monumento all’incapacità”.

I tempi per la realizzazione del depuratore della penisola sorrentina si allungano, come volevasi dimostrare, e Positanonews lo sta dicendo da anni, una vera e propria presa in giro ecco la nota di Siniscalchi al proposito  Depurazione acque a Sorrento. Campania Libera- Psi e Davvero Verdi: "quest'anno si festeggiano 40 anni dall'inizio dei lavori del depuratore di Punta Gradelle e ancora non sono terminati. C'è voluto meno ad andare sulla Luna o a costruire le piramidi. Andremo sul cantiere con una torta e 40 candeline". ====== "L'audizione di stamane sulla depurazione delle acque nella penisola sorrentina – dichiara il capogruppo di Campania Libera- Psi e Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli che stamane ha partecipato all'audizione in commissione ambiente – è stata molto interessante. La partecipazione di Sindaci ,amministratori locali e associazioni utilissima. Però l'unica notizia che avremmo voluto sapere e cioè quando sarà funzionante il depuratore di Punta Gradelle la cui realizzazione è stata affidata negli ultimi anni alla Gori non ci è stata fornita. Abbiamo sentito dai tecnici anche la parole variante che ci fa supporre nuovi tempi biblici per il completamento e l'attivazione dell'opera. Sono 40 anni che sono iniziati i lavori di quest'opera. C'è voluto meno ad andare sulla Luna o a costruire le piramidi. Tra qualche mese se la Gori non ci darà assicurazioni sull'apertura andremo a portare una torta con 40 candeline sul cantiere per ricordare a tutti i funzionari e burocrati che si sono succeduti nella progettazione e costruzione del danno che hanno causato ai sorrentini e al comparto turistico in tutti questi anni persi". "Realizzare questo impianto di depurazione che aspettiamo da 40 anni – spiega Raffaele Attardi il rappresentante dell movimento La Grande Onda che è attivo per il mare pulito in penisola sorrentina – è stato più complesso della costruzione di una navicella spaziale. La nostra terra è una risorsa e invece con questa opera infinita hanno realizzato un nuovo monumento all'incapacità".