Napoli. Teatro Bolivar. “NAPULE MIA 2.0”, dal 3 e al 4 ottobre 2015.

0

TEATRO BOLIVAR
VIA BARTOLOMEO CARACCIOLO 30 – MATERDEI NAPOLI

SABATO 3 OTTOBRE 2015, ORE 21
DOMENICA 4 OTTOBRE 2015, ORE 18

“NAPULE MIA 2.0”
uno spettacolo di Alessandro Mauro, Pina Canestrelli e Bruno Troisi
con Pina Canestrelli, Alessandro Mauro, Luigi Mauro, Daniela Cirillo, Alessia Canestrelli, Felice Luongo

Direzione artistica e arrangiamenti Bruno Troisi

I NAPOLI POWER Luigi Moschetti (Basso), Gino Malvone (Sax), Michele Santoro (Chitarra), Peppe Barba (Batteria), Bruno Troisi (Pianoforte).

LE TAMMORRE di Mauro “mago” Merlino

IL BALLETTO del Centro Étoile coreografie di Alessia Canestrelli con la partecipazione di Donato Morra

“La Napoli che insegue e trattiene le sue tradizioni millenarie mentre i tempi non trattengono il cammino verso la modernità”

Il sogno di un “Pulcinella” rapper alla ricerca di un nuovo beat musicale che viene “travolto” e “coinvolto” nella storia della Canzone Classica Napoletana. Il nuovo che cerca di dimenticare il passato, ma alla fine si rende conto che … senza il passato non può esserci futuro. “La Napoli che insegue la modernità dei tempi restando sempre ben salda alle sue tradizioni millenarie” (Bruno Troisi)

 

Info:
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)

 

TEATRO BOLIVAR
VIA BARTOLOMEO CARACCIOLO 30 – MATERDEI NAPOLI

SABATO 3 OTTOBRE 2015, ORE 21
DOMENICA 4 OTTOBRE 2015, ORE 18

"NAPULE MIA 2.0"
uno spettacolo di Alessandro Mauro, Pina Canestrelli e Bruno Troisi
con Pina Canestrelli, Alessandro Mauro, Luigi Mauro, Daniela Cirillo, Alessia Canestrelli, Felice Luongo

Direzione artistica e arrangiamenti Bruno Troisi

I NAPOLI POWER Luigi Moschetti (Basso), Gino Malvone (Sax), Michele Santoro (Chitarra), Peppe Barba (Batteria), Bruno Troisi (Pianoforte).

LE TAMMORRE di Mauro “mago” Merlino

IL BALLETTO del Centro Étoile coreografie di Alessia Canestrelli con la partecipazione di Donato Morra

“La Napoli che insegue e trattiene le sue tradizioni millenarie mentre i tempi non trattengono il cammino verso la modernità”

Il sogno di un “Pulcinella” rapper alla ricerca di un nuovo beat musicale che viene “travolto” e “coinvolto” nella storia della Canzone Classica Napoletana. Il nuovo che cerca di dimenticare il passato, ma alla fine si rende conto che … senza il passato non può esserci futuro. "La Napoli che insegue la modernità dei tempi restando sempre ben salda alle sue tradizioni millenarie” (Bruno Troisi)

 

Info:
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)

 

Lascia una risposta