DROGA NEL CILENTO , 25 ARRESTI IN CAMPANIA

0

Un traffico di sostanze stupefacenti dal Napoletano alle località balneari della costa cilentana, con una sorta di ‘lezioni di spaccio’ ad alcuni minorenni, è stato scoperto dai Carabinieri di Torre del Greco che, in un’operazione scattata la scorsa notte, hanno arrestato 25 persone. I militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e di spaccio di stupefacenti. Durante le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i Carabinieri hanno scoperto una presunta associazione criminale con base a Torre del Greco i cui componenti, secondo le indagini, erano dediti all’acquisto (attraverso fornitori legati ai clan camorristici «Gionta» e «Falanga») e al trasporto di ingenti quantità di cocaina, hashish e marijuana. Gli stupefacenti venivano poi spacciati nella zona e nelle località balneari della costiera cilentana, in provincia di Salerno, ove il gruppo poteva contare su una fitta rete di pusher.

 

Un traffico di sostanze stupefacenti dal Napoletano alle località balneari della costa cilentana, con una sorta di 'lezioni di spaccio' ad alcuni minorenni, è stato scoperto dai Carabinieri di Torre del Greco che, in un'operazione scattata la scorsa notte, hanno arrestato 25 persone. I militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e di spaccio di stupefacenti. Durante le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i Carabinieri hanno scoperto una presunta associazione criminale con base a Torre del Greco i cui componenti, secondo le indagini, erano dediti all'acquisto (attraverso fornitori legati ai clan camorristici «Gionta» e «Falanga») e al trasporto di ingenti quantità di cocaina, hashish e marijuana. Gli stupefacenti venivano poi spacciati nella zona e nelle località balneari della costiera cilentana, in provincia di Salerno, ove il gruppo poteva contare su una fitta rete di pusher.