Salerno. Schianto in moto, muore una 24enne. Il suo fidanzato che era alla guida è in prognosi riservata

0

Salerno. Doveva essere una gita fuori porta, nel verde dell’altopiano del Terminio, con pranzo domenicale a base di funghi porcini. Invece, il programma di due giovani fidanzati, entrambi residenti a Salerno, ha avuto tutt’altro epilogo. Giunti al chilometro 18 della strada statale 574, nel territorio del comune di Serino, la moto su cui viaggiavano, una Kawasaki 1.000, si è schiantata contro il guard rail. Erano le 13,15 circa quando il cuore della giovane ucraina V.S., di appena 24 anni, ha smesso di battere. La donna, per le gravi ferite riportate, è morta poco dopo il violento impatto e quando sono arrivati i soccorritori del 118 non c’è stato nulla da fare. I tentativi di rianimarla sono stati vani. La ragazza avrebbe perso la vita dopo essere stata sbalzata violentemente dalla moto e caduta al suolo. Un impatto troppo forte, che le è costato la vita. Più fortunato, invece, il conducente, un giovane salernitano di 26 anni, che è stato subito trasportato all’ospedale di Solofra e, successivamente, trasferito al Moscati di Avellino. È in prognosi riservata, ma le sue condizioni non sono gravi. Sul grave incidente stanno indagando i carabinieri della stazione di Serino, a cui spetta far luce anche sulla dinamica dell’incidente. Appena sarà possibile, i militari acquisiranno anche la deposizione del centauro per capire le cause dell’incidente. Bisogna stabilire, infatti, se ci siano eventuali responsabilità di terzi, oppure se la perdita del controllo della moto sia da addebitare ad una manovra errata del conducente. Può anche darsi che sull’asfalto ci fosse qualcosa che abbia fatto scivolare il mezzo o che davanti alla moto sia apparso un pericolo improvviso. A quanto si è appreso, i carabinieri nell’immediatezza del fatto sono andati anche in giro per raccogliere eventuali testimonianze di chi, trovandosi a passare, avrebbe potuto anche assistere all’incidente. I carabinieri di Serino hanno informato la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino dell’incidente mortale e, non appena è giunta l’autorizzazione del sostituto procuratore di turno, hanno dato il via libera al trasferimento all’obitorio della salma, che resta a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà decidere se disporre l’esame autoptico. La moto è stata posta sotto sequestro. Il Comando provinciale dei carabinieri di Avellino si è attivato per rintracciare i parenti della vittima a cui comunicare la tragica notizia della morte della 24enne ucraina. Per la restituzione della salma ai familiari, però, bisognerà attendere il via libera dell’autorità giudiziaria. (La Città di Salerno) 

Salerno. Doveva essere una gita fuori porta, nel verde dell’altopiano del Terminio, con pranzo domenicale a base di funghi porcini. Invece, il programma di due giovani fidanzati, entrambi residenti a Salerno, ha avuto tutt’altro epilogo. Giunti al chilometro 18 della strada statale 574, nel territorio del comune di Serino, la moto su cui viaggiavano, una Kawasaki 1.000, si è schiantata contro il guard rail. Erano le 13,15 circa quando il cuore della giovane ucraina V.S., di appena 24 anni, ha smesso di battere. La donna, per le gravi ferite riportate, è morta poco dopo il violento impatto e quando sono arrivati i soccorritori del 118 non c’è stato nulla da fare. I tentativi di rianimarla sono stati vani. La ragazza avrebbe perso la vita dopo essere stata sbalzata violentemente dalla moto e caduta al suolo. Un impatto troppo forte, che le è costato la vita. Più fortunato, invece, il conducente, un giovane salernitano di 26 anni, che è stato subito trasportato all’ospedale di Solofra e, successivamente, trasferito al Moscati di Avellino. È in prognosi riservata, ma le sue condizioni non sono gravi. Sul grave incidente stanno indagando i carabinieri della stazione di Serino, a cui spetta far luce anche sulla dinamica dell’incidente. Appena sarà possibile, i militari acquisiranno anche la deposizione del centauro per capire le cause dell’incidente. Bisogna stabilire, infatti, se ci siano eventuali responsabilità di terzi, oppure se la perdita del controllo della moto sia da addebitare ad una manovra errata del conducente. Può anche darsi che sull’asfalto ci fosse qualcosa che abbia fatto scivolare il mezzo o che davanti alla moto sia apparso un pericolo improvviso. A quanto si è appreso, i carabinieri nell’immediatezza del fatto sono andati anche in giro per raccogliere eventuali testimonianze di chi, trovandosi a passare, avrebbe potuto anche assistere all’incidente. I carabinieri di Serino hanno informato la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino dell’incidente mortale e, non appena è giunta l’autorizzazione del sostituto procuratore di turno, hanno dato il via libera al trasferimento all’obitorio della salma, che resta a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà decidere se disporre l’esame autoptico. La moto è stata posta sotto sequestro. Il Comando provinciale dei carabinieri di Avellino si è attivato per rintracciare i parenti della vittima a cui comunicare la tragica notizia della morte della 24enne ucraina. Per la restituzione della salma ai familiari, però, bisognerà attendere il via libera dell’autorità giudiziaria. (La Città di Salerno) 

Lascia una risposta