Rogo al largo di Posillipo,in fiamme lo yacht del presidente del Napoi De Laurentiis

0

“Spettatore” casuale dell’incendio, da Posillipo, è stato Fabio Cannavaro, che ha postato il video dell’imbarcazione in fiamme sui suoi profili social. 

Incendio in mare, De Laurentiis si salva nello yacht in fiamme Angra, 32 metri di legno e lusso: era stato rifatto prima dell’estate

Ore 18,12: «Sos, fiamme dal vano motore, correte»

Prima l’odore forte di benzina poi il fuoco che divora rapidamente l’intera barca

  Pomeriggio di terrore, per Aurelio De Laurentiis, che ha vissuto attimi di autentica paura a bordo di una delle sue barche, improvvisamente incendiatasi al largo di Posillipo. L’imbarcazione del presidente del Napoli, che rientrava in città in compagnia dell famiglia e di un gruppo di amici e proprio per recarsi allo stadio ad assistere a Napoli-Lazio, è improvvisamente andata in fiamme, pare per un corto circuito. E’ stato chiaramente indispensabile evacuare, e rapidamente, la barca, andata completamente distrutta. Una giornata di panico per De Laurentiis, per la moglie, per i loro amici. 

La Guardia Costiera ha soccorso le 12 persone a bordo e i membri dell’equipaggio

L’imbarcazione, un 32 metri costruito in legno nei cantieri delle costruzioni navali Tigullio di Lavagna (Genova), conta cinque cabine. L’Angra, questo il nome dello yacht, ha preso improvvisamente fuoco e gli ospiti a bordo sono stati recuperati da un ‘Tornado’, e condotti in salvo al molo Luise. «E’ andata bene, ma che paura!», ha poi commentato il presidente del Napoli. Con Aurelio De Laurentiis a bordo del suo ‘Angra’ c’erano la moglie Jacqueline, il figlio Luigi con la compagna Brooke e la loro figlioletta Isabelle di 4 anni, il nipote del patron del Napoli John, figlio di 7 anni di Valentina De Laurentiis, due amici di famiglia e quattro marinai. Per loro tanto spavento, ma tutti sono in buone condizioni.

fonte:corrieredellosport

 

"Spettatore" casuale dell'incendio, da Posillipo, è stato Fabio Cannavaro, che ha postato il video dell'imbarcazione in fiamme sui suoi profili social. 

Incendio in mare, De Laurentiis si salva nello yacht in fiamme Angra, 32 metri di legno e lusso: era stato rifatto prima dell’estate

Ore 18,12: «Sos, fiamme dal vano motore, correte»

Prima l’odore forte di benzina poi il fuoco che divora rapidamente l’intera barca

  Pomeriggio di terrore, per Aurelio De Laurentiis, che ha vissuto attimi di autentica paura a bordo di una delle sue barche, improvvisamente incendiatasi al largo di Posillipo. L’imbarcazione del presidente del Napoli, che rientrava in città in compagnia dell famiglia e di un gruppo di amici e proprio per recarsi allo stadio ad assistere a Napoli-Lazio, è improvvisamente andata in fiamme, pare per un corto circuito. E’ stato chiaramente indispensabile evacuare, e rapidamente, la barca, andata completamente distrutta. Una giornata di panico per De Laurentiis, per la moglie, per i loro amici. 

La Guardia Costiera ha soccorso le 12 persone a bordo e i membri dell'equipaggio

L'imbarcazione, un 32 metri costruito in legno nei cantieri delle costruzioni navali Tigullio di Lavagna (Genova), conta cinque cabine. L'Angra, questo il nome dello yacht, ha preso improvvisamente fuoco e gli ospiti a bordo sono stati recuperati da un 'Tornado', e condotti in salvo al molo Luise. «E' andata bene, ma che paura!», ha poi commentato il presidente del Napoli. Con Aurelio De Laurentiis a bordo del suo 'Angra' c'erano la moglie Jacqueline, il figlio Luigi con la compagna Brooke e la loro figlioletta Isabelle di 4 anni, il nipote del patron del Napoli John, figlio di 7 anni di Valentina De Laurentiis, due amici di famiglia e quattro marinai. Per loro tanto spavento, ma tutti sono in buone condizioni.

fonte:corrieredellosport

 

Lascia una risposta