La prima di Sarri in Europa League. Stasera ore 19 Stadio San Paolo Napoli -Bruges- Dirige il match l’ungherese Vad

0

Sarri al debutto in Europa «Miglioriamo, troppi alti e bassi nella partita»

Sarri pronto a cambiare il modulo, Higuain centrale con il belga esterno sinistro e Callejon sistemato sull’altra fascia

Dirige il match l’arbitro ungherese Vad (assistenti Albert-Verettyan; IV Varga; addizionali Ando Szabo-Erdos)

Per Maurizio Sarri l’esordio europeo: contro il Bruges sarà la sua prima volta in panchina in Europa League

                                                Che Dio ce la mandi buona

Europa League Napol- Bruges. Stasera Pepe Reina scala un’altra posizione nella classifica dei portieri della storia del Napoli. A quota 47 affianca Raffaele Di Fusco al ventunesimo posto tra gli estremi difensori azzurri. Prossimo obiettivo le 50 presenze di Manitta

È la partita numero 178 in Europa Dries Mertens lancia la sfida «Quest’anno voglio vincere l’Europa League». Il Napoli ha segnato in 24 delle ultime 25 partite a Fuorigrotta. Dopo lo 0-1 dal Chievo del 14 settembre l’unica partita senza gol all’attivo al San Paolo è lo 0-1 dalla Lazio nelle semifinale di ritorno di coppa Italia dello scorso 8 aprile. Sono ora 38 le partecipazioni del Napoli ad una coppa europea. In 178 partite 81 vittorie, 46 pareggi e 31 sconfitte con 260 gol segnati e 212 subiti. Sono 92 le partite tra coppa Uefa ed Europa League con 37 vittorie, 28 pareggi e 27 sconfitte e con 121 gol segnati e 98 subiti.

Mertens a Positano

 

Sarri pronto a cambiare il modulo, Higuain centrale con il belga esterno sinistro e Callejon sistemato sull’altra fascia

Oggi si giocheranno le partite valide per la prima giornata di Europa League. Il Napoli affronta a Fuorigrotta in uno stadio semideserto il Bruges. La partita inizia alle ore 19 e sarà trasmessa solo da Sky, i tifosi potranno vederla anche in diretta streaming tramite l’app gratuita Sky Go. Sky, però, ha deciso di andare incontro anche alle esigenze dei tifosi non abbonati alla pay-tv: ecco allora che ogni giovedì sera alle 21 in diretta su Mtv (canale 8 del digitale) sarà trasmesso un match di Europa League. Questa settimana, però, la partita trasmessa sarà o quella della Fiorentina contro il Basilea oppure quella della Lazio contro il Dnipro.

Miki De Lucia per Positanonews

Saranno in diecimila, al massimo in dodicimila. Per l’esordio europeo di questa stagione il Napoli non avrà il sostegno del grande pubblico, ma questo era chiaro e prevedibile. E non solo per la squalifica delle due curve. Sanzione chel’Uefa ha comminato al Napoli lo scorso 29 maggio per le intemperanze dei tifosi nel corso della semifinale di andata contro il Dnipro. L’organismo europeo dispose la chiusura dei settori più popolari e multò il Napoli con 80mila euro con questa motivazione: «Per aver utilizzato laser indirizzandoli verso i giocatori avversari, occupato le scale adiacenti ai seggiolini nei settori e utilizzato fuochi pirotecnici». Senza il supporto, almeno formale, degli Ultras delle curve A e B, il Napoli si sentirà più solo, nonostante la buona impennata di vendita dei biglietti registrata nella gior nata di ieri. Quasi diecimila i tagliandi staccati per la gara con il Bruges: l’orario di inizio, le 19, non ha favorito una buona partecipazione ma, evidentemente, il primo motivo della scarsa affluenza è rappresentato dai risultati negativi della squadra. In tal senso parte del pubblico attenderà sino alla fine prima di esprimersi sulla prestazione degli azzurri. La volontà dei tifosi azzurri è quella di sostenere Higuain e compagni sino a prova contraria ma è evidente che la soglia di sopportazione si è abbassata, dopo i due punti conquistati nelle prime tre gare ufficiali. Il Napoli è atteso dunque da una cornice “freddina” per tutte queste ragioni. Nessun particolare allarme, invece, dal punto di vista dell’ordine pubblico. Saranno 525 i supporter del Bruges attesi al San Paolo. Da ieri rappresentanti della Polizia belga sono già a Napoli per coordinarsi con i colleghi partenopei. Non essendoci nessun precedente tra le due squadre il rapporto tra le opposte fazioni non è negativo e non sono preannunciate particolari tensioni. Gli incidenti occorsi a Torino prima della gara della scorsa Europa League tra granata e Bruges sono legati a episodi sporadici, lontano dallo stadio. In ogni caso il servizio d’ordine predisposto dalla Digos di Napoli è quello standard per le gare internazionali. I tifosi belgi hanno a disposizione la Stazione Marittima come punto d’incontro, dal quale partire in direzione Fuorigrotta godendo della scorta della polizia napoletana.

Napoli-Bruges, le probabili formazioni
Sarri pensa ad alcune novità in vista dell’esordio stagionale in Europa League contro i belgi. Spazio a Koulibaly, Ghoulam, Jorginho, David Lopez e Mertens

NAPOLI (4-3-1-2): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Lopez, Jorginho, Hamsik; El Kaddouri; Mertens, Callejon. All. Sarri.

BRUGGE (4-3-3): Bolat; De Bock, Castelletto, Duarte, De Fauw; Simons, Vanaken, Vormer; Diaby, Izquierdo, Vazquez. All. Preud’homme

ARBITRO: Vad (Ungheria).

Sarri al debutto in Europa «Miglioriamo, troppi alti e bassi nella partita»

Sarri pronto a cambiare il modulo, Higuain centrale con il belga esterno sinistro e Callejon sistemato sull’altra fascia

Dirige il match l'arbitro ungherese Vad (assistenti Albert-Verettyan; IV Varga; addizionali Ando Szabo-Erdos)

Per Maurizio Sarri l’esordio europeo: contro il Bruges sarà la sua prima volta in panchina in Europa League

                                                Che Dio ce la mandi buona

Europa League Napol- Bruges. Stasera Pepe Reina scala un’altra posizione nella classifica dei portieri della storia del Napoli. A quota 47 affianca Raffaele Di Fusco al ventunesimo posto tra gli estremi difensori azzurri. Prossimo obiettivo le 50 presenze di Manitta

È la partita numero 178 in Europa Dries Mertens lancia la sfida «Quest’anno voglio vincere l’Europa League». Il Napoli ha segnato in 24 delle ultime 25 partite a Fuorigrotta. Dopo lo 0-1 dal Chievo del 14 settembre l’unica partita senza gol all’attivo al San Paolo è lo 0-1 dalla Lazio nelle semifinale di ritorno di coppa Italia dello scorso 8 aprile. Sono ora 38 le partecipazioni del Napoli ad una coppa europea. In 178 partite 81 vittorie, 46 pareggi e 31 sconfitte con 260 gol segnati e 212 subiti. Sono 92 le partite tra coppa Uefa ed Europa League con 37 vittorie, 28 pareggi e 27 sconfitte e con 121 gol segnati e 98 subiti.

Mertens a Positano

 

Sarri pronto a cambiare il modulo, Higuain centrale con il belga esterno sinistro e Callejon sistemato sull’altra fascia

Oggi si giocheranno le partite valide per la prima giornata di Europa League. Il Napoli affronta a Fuorigrotta in uno stadio semideserto il Bruges. La partita inizia alle ore 19 e sarà trasmessa solo da Sky, i tifosi potranno vederla anche in diretta streaming tramite l'app gratuita Sky Go. Sky, però, ha deciso di andare incontro anche alle esigenze dei tifosi non abbonati alla pay-tv: ecco allora che ogni giovedì sera alle 21 in diretta su Mtv (canale 8 del digitale) sarà trasmesso un match di Europa League. Questa settimana, però, la partita trasmessa sarà o quella della Fiorentina contro il Basilea oppure quella della Lazio contro il Dnipro.

Miki De Lucia per Positanonews

Saranno in diecimila, al massimo in dodicimila. Per l’esordio europeo di questa stagione il Napoli non avrà il sostegno del grande pubblico, ma questo era chiaro e prevedibile. E non solo per la squalifica delle due curve. Sanzione chel’Uefa ha comminato al Napoli lo scorso 29 maggio per le intemperanze dei tifosi nel corso della semifinale di andata contro il Dnipro. L’organismo europeo dispose la chiusura dei settori più popolari e multò il Napoli con 80mila euro con questa motivazione: «Per aver utilizzato laser indirizzandoli verso i giocatori avversari, occupato le scale adiacenti ai seggiolini nei settori e utilizzato fuochi pirotecnici». Senza il supporto, almeno formale, degli Ultras delle curve A e B, il Napoli si sentirà più solo, nonostante la buona impennata di vendita dei biglietti registrata nella gior nata di ieri. Quasi diecimila i tagliandi staccati per la gara con il Bruges: l’orario di inizio, le 19, non ha favorito una buona partecipazione ma, evidentemente, il primo motivo della scarsa affluenza è rappresentato dai risultati negativi della squadra. In tal senso parte del pubblico attenderà sino alla fine prima di esprimersi sulla prestazione degli azzurri. La volontà dei tifosi azzurri è quella di sostenere Higuain e compagni sino a prova contraria ma è evidente che la soglia di sopportazione si è abbassata, dopo i due punti conquistati nelle prime tre gare ufficiali. Il Napoli è atteso dunque da una cornice “freddina” per tutte queste ragioni. Nessun particolare allarme, invece, dal punto di vista dell’ordine pubblico. Saranno 525 i supporter del Bruges attesi al San Paolo. Da ieri rappresentanti della Polizia belga sono già a Napoli per coordinarsi con i colleghi partenopei. Non essendoci nessun precedente tra le due squadre il rapporto tra le opposte fazioni non è negativo e non sono preannunciate particolari tensioni. Gli incidenti occorsi a Torino prima della gara della scorsa Europa League tra granata e Bruges sono legati a episodi sporadici, lontano dallo stadio. In ogni caso il servizio d’ordine predisposto dalla Digos di Napoli è quello standard per le gare internazionali. I tifosi belgi hanno a disposizione la Stazione Marittima come punto d’incontro, dal quale partire in direzione Fuorigrotta godendo della scorta della polizia napoletana.

Napoli-Bruges, le probabili formazioni
Sarri pensa ad alcune novità in vista dell'esordio stagionale in Europa League contro i belgi. Spazio a Koulibaly, Ghoulam, Jorginho, David Lopez e Mertens

NAPOLI (4-3-1-2): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Lopez, Jorginho, Hamsik; El Kaddouri; Mertens, Callejon. All. Sarri.

BRUGGE (4-3-3): Bolat; De Bock, Castelletto, Duarte, De Fauw; Simons, Vanaken, Vormer; Diaby, Izquierdo, Vazquez. All. Preud’homme

ARBITRO: Vad (Ungheria).