Sorrento, applicare la rotazione dei dipendenti comunali

0

Sorrento, dopo i varo del Cuomo bis i cittadini chiedono nel nome della trasparenza,che si intervenga anche sulla rotazione dei dipendenti comunali.

di Salvatore Caccaviello

Sorrento – Con l’assegnazione delle deleghe agli Assessori finalmente, dopo tre mesi dalle elezioni ,decolla il Cuomo bis. Con l’incarico alla Vice Sindaco Raffaella Cancellieri, unica grossa novità, rispetto alla passata Consiliatura, la quale si occuperà tra l’altro di Trasparenza e Contenzioso ,il resto della Giunta,sebbene caricati di ulteriori responsabilità è formata dai soliti personaggi che si sono distinti, chi più chi meno, durante gli ultimi cinque anni. Tuttavia dopo un tale periodo di riflessione il Sindaco , Giuseppe Cuomo, ha senz’altro inteso dare una sterzata ad una percorso che si distinguesse dalla passata esperienza. I cui obbiettivi, nonostante le tante promesse, ancora languono. Probabilmente anche a causa di un apparato comunale ormai da troppo tempo fossilizzato che potrebbe essere stato anche la causa di una certa inerzia da parte della passata amministrazione. Probabilmente la storia rischia di ripetersi, nonostante  una  nuova Giunta, il cui operato sembra essere ispirato a criteri di forte rinnovamento, se non si agisce su di un sistema che andrebbe anch’esso cambiato,  iniziando dalla rotazione dei dipendenti comunali. Tale argomento è stato già recentemente sottoposto all’attenzione del Palazzo comunale che chiaramente visto la provenienza del suggerimento, ossia una della Associazioni di cittadini  presente sul territorio comunale, che si batte contro le illegalità , non è stata affatto presa in considerazione dai vertici dell’amministrazione. Ora in un rinnovato spirito stavolta di collaborazione, sebbene ancora privo di qualsiasi dialogo, anche le altre Associazioni di cittadini,hanno chiesto che si  intervenga  finalmente sulla rotazione dei dipendenti comunali come , tra l’altro, previsto dal Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione. Il Movimento Civico “Conta anche Tu, I Cittadini contro le mafie e le corruzioni ed il Circolo Giovanni Antonetti , Sezione sorrentina dell’ Associazione  Nazionale “ Antonino Caponnetto” hanno chiesto che venga applicato il suddetto Piano  che prevede l’individuazione di misure finalizzate a prevenire la corruzione e/o l’illegalità nell’ambito delle  attività amministrative, individuando, ai sensi dell’art.1, commi 9 e 16, della L.190/2012, attività ritenute a più elevato rischio di corruzione nel Comune di Sorrento  Tra le quali soprattutto l’abusivismo edilizio e le attività commerciali e turistico ricettive che potrebbero attirare anche capitali di dubbia provenienza. Infatti,avendo constatato che alcuni dipendenti comunali da lungo tempo svolgono attività ritenute a più elevato rischio di corruzione  tra i quali soprattutto l’ispettore direttivo in servizio presso il Comando di Polizia Municipale. Il quale da oltre 5 anni svolge attività ispettive in vari settori quali, abusivismo edilizio, turistico- ricettivo, e commerciale, malgrado altri 2 dipendenti di pari qualifica prestano servizio presso lo stesso  Comando. Visto le già inascoltate segnalazioni in merito, è stato chiesto, al Sindaco di Sorrento, alla Responsabile Anticorruzione ed i dirigenti di tutte e quattro i Dipartimenti, informando tra l’altro la Procura della Repubblica, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, nonché il Presidente della Commisione Trasparenza presso la Regione Campania, Valeria Ciarambino,di disporre  in brevi tempi una valida rotazione degli incarichi segnalati tra i vari dipendenti idonei a tali mansioni. Si è certi che una adeguata rotazione del personale negli Uffici comunali porterà, oltre a nuovi stimoli per gli stessi dipendenti, ad una immagine diversa dal passato,della nuova  Amministrazione Cuomo. Alla quale, sebbene su vari argomenti è risaputo si hanno opinioni diverse, ci deve unire l’unico obbiettivo ossia, la salvaguardia del nostro territorio e della nostra economia turistica. Ora proprio partendo da determinate decisioni potrebbe, in una era di forte cambiamento come quella attuale ,partire il segnale che il raggiungimento di tanti attesi obbiettivi ,è senz’altro vincolato all’impegno nel promuovere  la  legalità, la trasparenza e il rispetto delle regole. 08 settembre 2015 –salvatorecaccaviello.

 

Sorrento, dopo i varo del Cuomo bis i cittadini chiedono nel nome della trasparenza,che si intervenga anche sulla rotazione dei dipendenti comunali.

di Salvatore Caccaviello

Sorrento – Con l’assegnazione delle deleghe agli Assessori finalmente, dopo tre mesi dalle elezioni ,decolla il Cuomo bis. Con l’incarico alla Vice Sindaco Raffaella Cancellieri, unica grossa novità, rispetto alla passata Consiliatura, la quale si occuperà tra l’altro di Trasparenza e Contenzioso ,il resto della Giunta,sebbene caricati di ulteriori responsabilità è formata dai soliti personaggi che si sono distinti, chi più chi meno, durante gli ultimi cinque anni. Tuttavia dopo un tale periodo di riflessione il Sindaco , Giuseppe Cuomo, ha senz’altro inteso dare una sterzata ad una percorso che si distinguesse dalla passata esperienza. I cui obbiettivi, nonostante le tante promesse, ancora languono. Probabilmente anche a causa di un apparato comunale ormai da troppo tempo fossilizzato che potrebbe essere stato anche la causa di una certa inerzia da parte della passata amministrazione. Probabilmente la storia rischia di ripetersi, nonostante  una  nuova Giunta, il cui operato sembra essere ispirato a criteri di forte rinnovamento, se non si agisce su di un sistema che andrebbe anch’esso cambiato,  iniziando dalla rotazione dei dipendenti comunali. Tale argomento è stato già recentemente sottoposto all’attenzione del Palazzo comunale che chiaramente visto la provenienza del suggerimento, ossia una della Associazioni di cittadini  presente sul territorio comunale, che si batte contro le illegalità , non è stata affatto presa in considerazione dai vertici dell’amministrazione. Ora in un rinnovato spirito stavolta di collaborazione, sebbene ancora privo di qualsiasi dialogo, anche le altre Associazioni di cittadini,hanno chiesto che si  intervenga  finalmente sulla rotazione dei dipendenti comunali come , tra l’altro, previsto dal Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione. Il Movimento Civico “Conta anche Tu, I Cittadini contro le mafie e le corruzioni ed il Circolo Giovanni Antonetti , Sezione sorrentina dell’ Associazione  Nazionale “ Antonino Caponnetto” hanno chiesto che venga applicato il suddetto Piano  che prevede l'individuazione di misure finalizzate a prevenire la corruzione e/o l'illegalità nell'ambito delle  attività amministrative, individuando, ai sensi dell’art.1, commi 9 e 16, della L.190/2012, attività ritenute a più elevato rischio di corruzione nel Comune di Sorrento  Tra le quali soprattutto l’abusivismo edilizio e le attività commerciali e turistico ricettive che potrebbero attirare anche capitali di dubbia provenienza. Infatti,avendo constatato che alcuni dipendenti comunali da lungo tempo svolgono attività ritenute a più elevato rischio di corruzione  tra i quali soprattutto l’ispettore direttivo in servizio presso il Comando di Polizia Municipale. Il quale da oltre 5 anni svolge attività ispettive in vari settori quali, abusivismo edilizio, turistico- ricettivo, e commerciale, malgrado altri 2 dipendenti di pari qualifica prestano servizio presso lo stesso  Comando. Visto le già inascoltate segnalazioni in merito, è stato chiesto, al Sindaco di Sorrento, alla Responsabile Anticorruzione ed i dirigenti di tutte e quattro i Dipartimenti, informando tra l’altro la Procura della Repubblica, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, nonché il Presidente della Commisione Trasparenza presso la Regione Campania, Valeria Ciarambino,di disporre  in brevi tempi una valida rotazione degli incarichi segnalati tra i vari dipendenti idonei a tali mansioni. Si è certi che una adeguata rotazione del personale negli Uffici comunali porterà, oltre a nuovi stimoli per gli stessi dipendenti, ad una immagine diversa dal passato,della nuova  Amministrazione Cuomo. Alla quale, sebbene su vari argomenti è risaputo si hanno opinioni diverse, ci deve unire l’unico obbiettivo ossia, la salvaguardia del nostro territorio e della nostra economia turistica. Ora proprio partendo da determinate decisioni potrebbe, in una era di forte cambiamento come quella attuale ,partire il segnale che il raggiungimento di tanti attesi obbiettivi ,è senz’altro vincolato all’impegno nel promuovere  la  legalità, la trasparenza e il rispetto delle regole. 08 settembre 2015 –salvatorecaccaviello.