MISS EUROPE CONTINENTAL 2015: UNA NAPOLETANA TRA LE PRIME 100 BELLEZZE D’EUROPA

0

Quest’anno ha partecipato per la prima volta al Miss Europe Continental 2015, concorso di bellezza europeo per giovani modelle promosso dal patron Alberto Cerqua, classificandosi tra le prime 100 bellezze del continente. Il suo nome è Dolores (Dolly) Simonetti, classe ’97, proveniente da Nola, dove vive e studia.
L’abbiamo incontrata all’Hotel Minerva Resort di Paestum, nella cui meravigliosa location naturale del sito archeologico degli scavi si è svolta – dal 1 al 5 settembre – la finalissima dell’edizione 2015 della kermesse che ha visto la stilista Valeria Marini come presidente di giuria e la partecipazione di altri illustri ospiti come l’attrice Maria Monsè, il presentatore Alessandro Cecchi Paone, l’attore Antonio Zequila e la vincitrice della corona di reginetta della passata edizione Nicole Di Mario.
Abbiamo scambiato con lei una piacevole chiacchierata. Ecco, in breve, un estratto dell’intervista alla miss, trasmessa sull’emittente radiofonica “Radio Antenna Campania”.
Ciao Dolly. Allora, presentati e parlaci un po’ di te.
Salve a tutti. Sono Dolores Simonetti – per gli amici Dolly – ho 18 anni e vengo da Nola, la città dei gigli in provincia di Napoli.
E’ la tua prima esperienza al Miss Europe Continental?
Diciamo di sì, anche se ho partecipato come miss ad altre sfilate di moda, diversi eventi simili a questo, tra cui la tappa provinciale di Miss Europe Continental a Cicciano e poi la tappa regionale. Inoltre, sono stata protagonista anche di competizioni di trucco e parrucco, quindi non sono nuova del mondo dei concorsi.
Oltre alla moda, di cosa ti occupi nella vita? Quali sono i tuoi hobbies, le tue passioni?
Attualmente studio, infatti frequento il 5° anno del liceo linguistico Albertini di Nola, dopodiché, una volta diplomata, vorrei iscrivermi alla facoltà di scienze infermieristiche perché, fin da bambina, mi è sempre piaciuto aiutare le persone. Poi, ovviamente, il sogno sarebbe quello di entrare nel mondo della moda. Questa è la mia più grande passione. Mi piacerebbe moltissimo diventare una fotomodella.
Ecco, soffermiamoci su questo messaggio che abbiamo lanciato anche con altre miss, creando l’hashtag #oltrelegambecèdipiù. Va bene praticare il mondo della moda, delle sfilate, dei concorsi, ma non bisogna fermarsi alla bellezza fisica, perché la cultura ha un’ importanza fondamentale. Cosa ne pensi?
Esattamente. Sono assolutamente d’accordo. La cultura è la prima cosa perché senza di essa non si va da nessuna parte. Non va bene puntare tutto solo sull’aspetto fisico, ma occorre comunque intraprendere un percorso di studi, foss’anche solo per possedere un proprio bagaglio culturale. Mai accontentarsi solo della bellezza!
A conclusione di questi 5 giorni a Paestum, cosa ti ha lasciato questa esperienza? La ripeteresti? Quali sono state le tue sensazioni?
E’ stata certamente un’esperienza bellissima, direi indimenticabile. Anche se non ho vinto, salire sul palco, sfilare dinanzi al pubblico e alla giuria, fare conoscenza con altre mie coetanee partecipanti provenienti da tutta Europa è sicuramente un’emozione fortissima. Da brividi! Ripeterei questa avventura altre mille volte. Credo che tutto ciò che segna, insegna, quindi quest’esperienza la porterò sempre con me, ricordandola con grande piacere e affetto.
C’è qualcuno che vorresti ringraziare per averti dato questa occasione?
Innanzitutto ringrazio tutti gli organizzatori di questa straordinaria manifestazione, in primis il patron Alberto Cerqua, senza dimenticare tutto lo staff tecnico che ho conosciuto in questi giorni, dai truccatori ai parrucchieri, tutti molto gentili e professionali. Un grazie doveroso alla mia famiglia e ai miei amici che hanno sempre creduto in me.
A cura di SAVERIO FALCOQuest’anno ha partecipato per la prima volta al Miss Europe Continental 2015, concorso di bellezza europeo per giovani modelle promosso dal patron Alberto Cerqua, classificandosi tra le prime 100 bellezze del continente. Il suo nome è Dolores (Dolly) Simonetti, classe ’97, proveniente da Nola, dove vive e studia.
L’abbiamo incontrata all’Hotel Minerva Resort di Paestum, nella cui meravigliosa location naturale del sito archeologico degli scavi si è svolta – dal 1 al 5 settembre – la finalissima dell’edizione 2015 della kermesse che ha visto la stilista Valeria Marini come presidente di giuria e la partecipazione di altri illustri ospiti come l’attrice Maria Monsè, il presentatore Alessandro Cecchi Paone, l’attore Antonio Zequila e la vincitrice della corona di reginetta della passata edizione Nicole Di Mario.
Abbiamo scambiato con lei una piacevole chiacchierata. Ecco, in breve, un estratto dell’intervista alla miss, trasmessa sull’emittente radiofonica “Radio Antenna Campania”.
Ciao Dolly. Allora, presentati e parlaci un po’ di te.
Salve a tutti. Sono Dolores Simonetti – per gli amici Dolly – ho 18 anni e vengo da Nola, la città dei gigli in provincia di Napoli.
E’ la tua prima esperienza al Miss Europe Continental?
Diciamo di sì, anche se ho partecipato come miss ad altre sfilate di moda, diversi eventi simili a questo, tra cui la tappa provinciale di Miss Europe Continental a Cicciano e poi la tappa regionale. Inoltre, sono stata protagonista anche di competizioni di trucco e parrucco, quindi non sono nuova del mondo dei concorsi.
Oltre alla moda, di cosa ti occupi nella vita? Quali sono i tuoi hobbies, le tue passioni?
Attualmente studio, infatti frequento il 5° anno del liceo linguistico Albertini di Nola, dopodiché, una volta diplomata, vorrei iscrivermi alla facoltà di scienze infermieristiche perché, fin da bambina, mi è sempre piaciuto aiutare le persone. Poi, ovviamente, il sogno sarebbe quello di entrare nel mondo della moda. Questa è la mia più grande passione. Mi piacerebbe moltissimo diventare una fotomodella.
Ecco, soffermiamoci su questo messaggio che abbiamo lanciato anche con altre miss, creando l’hashtag #oltrelegambecèdipiù. Va bene praticare il mondo della moda, delle sfilate, dei concorsi, ma non bisogna fermarsi alla bellezza fisica, perché la cultura ha un’ importanza fondamentale. Cosa ne pensi?
Esattamente. Sono assolutamente d’accordo. La cultura è la prima cosa perché senza di essa non si va da nessuna parte. Non va bene puntare tutto solo sull’aspetto fisico, ma occorre comunque intraprendere un percorso di studi, foss’anche solo per possedere un proprio bagaglio culturale. Mai accontentarsi solo della bellezza!
A conclusione di questi 5 giorni a Paestum, cosa ti ha lasciato questa esperienza? La ripeteresti? Quali sono state le tue sensazioni?
E’ stata certamente un’esperienza bellissima, direi indimenticabile. Anche se non ho vinto, salire sul palco, sfilare dinanzi al pubblico e alla giuria, fare conoscenza con altre mie coetanee partecipanti provenienti da tutta Europa è sicuramente un’emozione fortissima. Da brividi! Ripeterei questa avventura altre mille volte. Credo che tutto ciò che segna, insegna, quindi quest’esperienza la porterò sempre con me, ricordandola con grande piacere e affetto.
C’è qualcuno che vorresti ringraziare per averti dato questa occasione?
Innanzitutto ringrazio tutti gli organizzatori di questa straordinaria manifestazione, in primis il patron Alberto Cerqua, senza dimenticare tutto lo staff tecnico che ho conosciuto in questi giorni, dai truccatori ai parrucchieri, tutti molto gentili e professionali. Un grazie doveroso alla mia famiglia e ai miei amici che hanno sempre creduto in me.
A cura di SAVERIO FALCO