Berlusconi: «Noi al governo per altri tre anni, Fini vuole solo la sua aziendina politica»

0

Il governo andrà avanti. Ad assicurarlo è stato Silvio Berlusconi, nel suo intervento a World Political Forum in Russia. «Li ho rassicurati», ha detto il premier spiegando di avere ricevuto molte domande sulla situazione politica italiana, «sono piccole questioni di professionisti della politica che vogliono avere la loro aziendina politica». Ma, ha aggiunto, «sono cose che non toccano la governabilità». Dunque, ha detto, «il mio governo andrà avanti per i tre anni di legislatura».

Nuovo attacco ai giudici
«Nel mio Paese la magistratura ha raggiunto un potere che non ha limiti. La magistratura deve essere potere dello Stato e non ordine dello Stato». Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel suo intervento al Forum sulla democrazia oggi in Russia.

«Il fisco sia più equo»
Silvio Berlusconi riscopre un suo vecchio cavallo di battaglia: le tasse. Lo Stato, dice Berlusconi, deve chiedere ai propri cittadini non più di un terzo del proprio reddito: se le tasse sono più alte «il cittadino vive le tasse come un forto o una rapina». «Io da cittadino liberale – è il ragionamento del presidente del Consiglio – ho sempre pensato che un cittadino sente le tasse come giuste per ciò che lo Stato svolge in favore del cittadino». E per Berlusconi «è giusto un terzo» del reddito di un cittadino: «Se lo Stato ti chiede di più è eccessivo, se è più del 50% come succede in alcuni Paese il cittadino lo sente come un furto o una rapina». Dunque, è la conclusione, «importante per uno Stato democratico è che la richiesta del fisco sia equa, un terzo di quello che guadagna un cittadino».

Italia e Russia uniti da stima, amicizia e gas
L’Italia e la Russia sono unite da «stima e amicizia. Ma anche gli scambi economici ci uniscono» ha detto Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al leader del Cremlino Dmitri Medvedev a Yaroslav. «Siete il primo fornitore di gas, importanti anche per il petrolio. Sono rapporti che ci hanno consentito di essere vicini in molte situazioni internazionali, come quando venne offerto a Ucraina e Georgia di entrare nella Nato e voi vi siete opposti, comprensibilmente. Viaggiamo bene insieme, siamo due paesi che ragionano nella stessa prospettiva».

Schifani: «Fini presidente della Camera imparziale e per regolamento non sfiduciabile»

sole24ore        miki de lucia