La figlia è disabile. Mamma trova biglietto sull’auto: “Vergognati, non è handicappata”

0

La madre di una bambina affetta da una rara malattia ossea rara è rimasta inorridita quando sul suo furgone ha trovato una nota che la rimprovera per l’utilizzo di uno spazio di parcheggio riservato ai disabili a Westminster, Colorado. Un uso assolutamente legittimo, quindi, visto l’handicap che affligge la piccola. Eppure Naomi Barringer veniva definita “pigra” e “idiota”, e minacciata di denuncia alla polizia. La donna si era recata insieme alla sua Kaitlyn, 10 anni, in un centro commerciale, quando è tornata al proprio veicolo parcheggiato nelle strisce blu adibite ai disabili e ha trovato una lettera scritta a computer. Kaitlynn soffre di ipofosfatasia, una malattia rara che rende le sue ossa molto fragili e facilmente soggette a rottura. “Salve, ho visto che ha parcheggiato in questo posto dedicato ai portatori di handicap. Sembra però non è veramente portatore di handicap. Forse andava semplicemente di fretta o peggio, è semplicemente pigro. Nel caso in cui non lo sappia, questi posti sono riservati alle persone veramente handicappati e gli idioti come lei devono parcheggiare più lontano. “Prima di buttare via questo biglietto, sappia che ho segnalato il numero di targa alla polizia locale. Buona giornata!” /La bimba ha parlato della vicenda a 9 News. “La mamma era molto dispiaciuta. Io davvero non so perché la gente pensava a me in quel modo. Io sono disabile e loro questo non possono saperlo perché ho un aspetto normale, ma non devono fare questo”. Kaitlynn è nata con 13 fratture ed ha sempre fatto dentro e fuori l’ospedale per tutta la sua vita. “Sono molto triste, vorrei dire loro che non siamo stupidi, non siamo pigri e c’è un motivo perché abbiamo parcheggiato lì. Ma non so chi ha scritto quel biglietto” ha concluso la piccola.

La madre di una bambina affetta da una rara malattia ossea rara è rimasta inorridita quando sul suo furgone ha trovato una nota che la rimprovera per l'utilizzo di uno spazio di parcheggio riservato ai disabili a Westminster, Colorado. Un uso assolutamente legittimo, quindi, visto l’handicap che affligge la piccola. Eppure Naomi Barringer veniva definita "pigra" e "idiota", e minacciata di denuncia alla polizia. La donna si era recata insieme alla sua Kaitlyn, 10 anni, in un centro commerciale, quando è tornata al proprio veicolo parcheggiato nelle strisce blu adibite ai disabili e ha trovato una lettera scritta a computer. Kaitlynn soffre di ipofosfatasia, una malattia rara che rende le sue ossa molto fragili e facilmente soggette a rottura. "Salve, ho visto che ha parcheggiato in questo posto dedicato ai portatori di handicap. Sembra però non è veramente portatore di handicap. Forse andava semplicemente di fretta o peggio, è semplicemente pigro. Nel caso in cui non lo sappia, questi posti sono riservati alle persone veramente handicappati e gli idioti come lei devono parcheggiare più lontano. "Prima di buttare via questo biglietto, sappia che ho segnalato il numero di targa alla polizia locale. Buona giornata!" /La bimba ha parlato della vicenda a 9 News. “La mamma era molto dispiaciuta. Io davvero non so perché la gente pensava a me in quel modo. Io sono disabile e loro questo non possono saperlo perché ho un aspetto normale, ma non devono fare questo". Kaitlynn è nata con 13 fratture ed ha sempre fatto dentro e fuori l'ospedale per tutta la sua vita. “Sono molto triste, vorrei dire loro che non siamo stupidi, non siamo pigri e c’è un motivo perché abbiamo parcheggiato lì. Ma non so chi ha scritto quel biglietto” ha concluso la piccola.