Campagna abbonamenti varata dal FC Sorrento (FC Sant’Agnello)

0

Presentati il main sponsor MSC e gli altri con la dirigenza

 

Sorrento – Il filmato che rievoca il bel tempo con i ricordi delle promozioni, fa da cornice alla serata sia della presentazione degli sponsor che del lancio della campagna abbonamenti.

Quella della serata di mercoledì 2 settembre può dirsi una vera festa calorosa che riporta quell’entusiasmo sopito in questi ultimi anni, a fare da anchorman c’era il giornalista Antonino Siniscalchi, che tra una presentazione ed un’altra non ha mancato qualche stoccata. All’ombra delle verdi piante del gazebo adiacente la piscina si riparte da dove si era rimasti, così scorre sul telone il filmato che fa da prologo a questa presentazione che ha visto gli sponsor, l’assessore Mario Gargiulo ed il dirigente Giuseppe Cappiello, seduti ad  un solo tavolo. Il padrone di casa, Franco Giglio, promoter di questo progetto, si è seduto tra il pubblico, così come il suo collaboratore presidente Alberto Negri. I video girati e le diapositive, come suddetto, riportano ai bei tempi delle promozioni e non poteva che prendere la parola, dopo la loro proiezione, che Franco Giglio. Poche parole le sue, anche perché “l’emozione è tanta e la voglia di ripartire è forte. Questa è una sfida che abbiamo iniziato due mesi fa ed ho creduto in essa, e così ora mi trovo ad essee il coordinatore di questa società, in cui ci sono delle persone importanti, ma che prima sono degli amici”. Ma il ritornare ad essere protagonisti da dove si era partiti è tanto: ”La voglia di fare è tantissima e questi amici che ho al fianco sono legati ai colori rossoneri come me ed il desiderio è quello di riportare il Sorrento nella categoria dove l’ho lasciato, in Lega Pro”. Ma anche puntualizzato che “quest’anno non è stato possibile effettuare il cambio di denominazione e quindi resteremo ancora Football Club Sant’Agnello, ed il nostro obiettivo e la Lega Pro”. Dopo la brutta esperienza avuta, il main sponsor MSC aveva issato le vele e preso il largo non volendo saperne più di calcio, ma mai dire mai, ed ecco che ritorna sul luogo del delitto: “Siamo ritornati dopo l’insistenza di vari amici –sottolinea Franco Ronzi-. Dopo l’esperienza che abbiamo vissuto non ne avevamo più voglia, ma giacché il comandante (Aponte) ha un forte legame con la costiera, con lui abbiamo preso dieci giorni fa la decisione e siamo qua”. Ma a dare le spinte giuste “sono stati vari amici, ‘mister’ Giglio ci disse se potevamo rientrare. Ma sono state anche altre tre persone a darci l’input decisivo: Paolo Durante, Giuseppe Cappiello, il comandante Michele Lauro (non era presente) e poi il comandante Salvatore Di Leva che ci ha messo la buona parola”. Non poteva mancare uno che ha dato tanto in passato al Sorrento, l’ex presidente ed anche uno degli sponsor, Paolo Durante, che si è riavvicinato al calcio grazie “a Franco Giglio che mi fatto scendere in campo e solo con lui ci può portare in Serie C”. L’assessore Mario Gargiulo, nel suo breve discorso, con la prefazione del giornalista Tonino Siniscalchi che non gli ha risparmiato la stoccata sul Campo Italia, ha ringraziato “il presidente Giglio e gli sponsor che hanno creduto in questo progetto. Siamo vicini a questa società perché è nata con entusiasmo”. Poi com’era logico la risposta del Campo Italia: “Le problematiche del campo me le prendo”, ma si ritorna istantaneamente sul progetto della società costiera “perché è serio ed un grazie va anche al presidente Negri che voluto cedere il nome per credere in un progetto”. Prende la parola Salvatore Di Leva (Alilauro Gruson),  che come Franco Ronzi, ha vestito la casacca rossonera negli anni ’70, ed il suo discorso è breve: “Sono onorato di far parte di questo progetto, e mi hanno convinto i miei amici: Durante e Ronzi, e prendere questa decisione è stato semplice”. Poi ovviamente non si poteva parlare anche del sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani che era assente: “Lui mi ha autorizzato a portavi i suoi saluti”. Ed è spettato a lanciare la campagna abbonamenti al dirigente Giuseppe Cappiello che ha ringraziato sia Franco Giglio che Franco Ronzi ed i tifosi (che erano presenti anche loro): “Ed a loro chiedo di essere il dodicesimo uomo in campo”.

Gli abbonamenti saranno sia per la tribuna centrale, dal costo di 80,00 euro, e sia della tribuna Nord, 50,00 euro, mentre ci sarà l’ingresso gratuito per le donne e gli under 14, infine si possono richiedere presso la segreteria del Campo Italia, al Bar Tennis Sorrento Sport, al Bar Paradise di Sorrento, al Bar Maracanà di Meta ed al Bar La Siesta di Sant’Agnello.

Dodicesimo uomo che dovrà supportare una squadra che era presente, allenata da mister Turi che ha promesso “di dare il massimo impegno e di vendere cara la pelle e di portare il Sorrento il più in alto possibile”. Mentre il capitano Francesco Scarpa non si nasconde perché “insieme ai miei compagni ed ai giocatori giovani di portare il Sorrento dove merita, non ci nascondiamo. Anche perché c’è una forte società che è anche ambiziosa ed è supportata da validi sponsor, per cui prometto che a nome mio e della squadra daremo il massimo impegno di vincere il campionato”.

E venerdì 4 settembre ci sarà la stesura dei calendari

 

Galleria fotografica di Rosario Criscuolo

 

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

 

Presentati il main sponsor MSC e gli altri con la dirigenza

 

Sorrento – Il filmato che rievoca il bel tempo con i ricordi delle promozioni, fa da cornice alla serata sia della presentazione degli sponsor che del lancio della campagna abbonamenti.

Quella della serata di mercoledì 2 settembre può dirsi una vera festa calorosa che riporta quell’entusiasmo sopito in questi ultimi anni, a fare da anchorman c’era il giornalista Antonino Siniscalchi, che tra una presentazione ed un’altra non ha mancato qualche stoccata. All’ombra delle verdi piante del gazebo adiacente la piscina si riparte da dove si era rimasti, così scorre sul telone il filmato che fa da prologo a questa presentazione che ha visto gli sponsor, l’assessore Mario Gargiulo ed il dirigente Giuseppe Cappiello, seduti ad  un solo tavolo. Il padrone di casa, Franco Giglio, promoter di questo progetto, si è seduto tra il pubblico, così come il suo collaboratore presidente Alberto Negri. I video girati e le diapositive, come suddetto, riportano ai bei tempi delle promozioni e non poteva che prendere la parola, dopo la loro proiezione, che Franco Giglio. Poche parole le sue, anche perché “l’emozione è tanta e la voglia di ripartire è forte. Questa è una sfida che abbiamo iniziato due mesi fa ed ho creduto in essa, e così ora mi trovo ad essee il coordinatore di questa società, in cui ci sono delle persone importanti, ma che prima sono degli amici”. Ma il ritornare ad essere protagonisti da dove si era partiti è tanto: ”La voglia di fare è tantissima e questi amici che ho al fianco sono legati ai colori rossoneri come me ed il desiderio è quello di riportare il Sorrento nella categoria dove l’ho lasciato, in Lega Pro”. Ma anche puntualizzato che “quest’anno non è stato possibile effettuare il cambio di denominazione e quindi resteremo ancora Football Club Sant’Agnello, ed il nostro obiettivo e la Lega Pro”. Dopo la brutta esperienza avuta, il main sponsor MSC aveva issato le vele e preso il largo non volendo saperne più di calcio, ma mai dire mai, ed ecco che ritorna sul luogo del delitto: “Siamo ritornati dopo l’insistenza di vari amici –sottolinea Franco Ronzi-. Dopo l’esperienza che abbiamo vissuto non ne avevamo più voglia, ma giacché il comandante (Aponte) ha un forte legame con la costiera, con lui abbiamo preso dieci giorni fa la decisione e siamo qua”. Ma a dare le spinte giuste “sono stati vari amici, ‘mister’ Giglio ci disse se potevamo rientrare. Ma sono state anche altre tre persone a darci l’input decisivo: Paolo Durante, Giuseppe Cappiello, il comandante Michele Lauro (non era presente) e poi il comandante Salvatore Di Leva che ci ha messo la buona parola”. Non poteva mancare uno che ha dato tanto in passato al Sorrento, l’ex presidente ed anche uno degli sponsor, Paolo Durante, che si è riavvicinato al calcio grazie “a Franco Giglio che mi fatto scendere in campo e solo con lui ci può portare in Serie C”. L’assessore Mario Gargiulo, nel suo breve discorso, con la prefazione del giornalista Tonino Siniscalchi che non gli ha risparmiato la stoccata sul Campo Italia, ha ringraziato “il presidente Giglio e gli sponsor che hanno creduto in questo progetto. Siamo vicini a questa società perché è nata con entusiasmo”. Poi com’era logico la risposta del Campo Italia: “Le problematiche del campo me le prendo”, ma si ritorna istantaneamente sul progetto della società costiera “perché è serio ed un grazie va anche al presidente Negri che voluto cedere il nome per credere in un progetto”. Prende la parola Salvatore Di Leva (Alilauro Gruson),  che come Franco Ronzi, ha vestito la casacca rossonera negli anni ’70, ed il suo discorso è breve: “Sono onorato di far parte di questo progetto, e mi hanno convinto i miei amici: Durante e Ronzi, e prendere questa decisione è stato semplice”. Poi ovviamente non si poteva parlare anche del sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani che era assente: “Lui mi ha autorizzato a portavi i suoi saluti”. Ed è spettato a lanciare la campagna abbonamenti al dirigente Giuseppe Cappiello che ha ringraziato sia Franco Giglio che Franco Ronzi ed i tifosi (che erano presenti anche loro): “Ed a loro chiedo di essere il dodicesimo uomo in campo”.

Gli abbonamenti saranno sia per la tribuna centrale, dal costo di 80,00 euro, e sia della tribuna Nord, 50,00 euro, mentre ci sarà l’ingresso gratuito per le donne e gli under 14, infine si possono richiedere presso la segreteria del Campo Italia, al Bar Tennis Sorrento Sport, al Bar Paradise di Sorrento, al Bar Maracanà di Meta ed al Bar La Siesta di Sant’Agnello.

Dodicesimo uomo che dovrà supportare una squadra che era presente, allenata da mister Turi che ha promesso “di dare il massimo impegno e di vendere cara la pelle e di portare il Sorrento il più in alto possibile”. Mentre il capitano Francesco Scarpa non si nasconde perché “insieme ai miei compagni ed ai giocatori giovani di portare il Sorrento dove merita, non ci nascondiamo. Anche perché c’è una forte società che è anche ambiziosa ed è supportata da validi sponsor, per cui prometto che a nome mio e della squadra daremo il massimo impegno di vincere il campionato”.

E venerdì 4 settembre ci sarà la stesura dei calendari

 

Galleria fotografica di Rosario Criscuolo

 

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

 

Lascia una risposta