Mentre fanno l’amore, urla il nome di un altro. Uccisa dal partner

0

Accoltellata e strangolata a Radcliffe – Manchester, si erano conosciuti su Facebook

Redcliffe – Manchester. E’ stata accoltellata e strangolata con il filo elettrico della sveglia per avere urlato il nome di un altro mentre faceva sesso con il suo compagno; è morta in questo modo Joanne Kitchen, 41enne madre di due figli.

Il compagno della donna – Gary Higgs di 44 anni – l’ha uccisa in preda ad un raptus di rabbia quando la donna ha urlato “Chris” durante l’atto sessuale; la coppia si era conosciuta su Facebok qualche anno orsono e convivevano dallo scorso dicembre in un appartamento a Redcliffe, una cittadina nei pressi di Manchester.

Amici e parenti hanno raccontato che erano sempre sembrati la classica coppia innamorata e secondo quanto è stato appurato dalle indagini della polizia, Higgs non aveva motivo di sospettare che la compagna avesse un’amante.

L’uomo è stato condannato all’ergastolo dal tribunale di Manchester e potrà chiedere uno sconto della pena soltanto dopo aver scontato i primi 15 anni di reclusione; il giudice che si è occupato del caso ha infatti sancito che non ci sono scuse per il suo comportamento.

Questa mattina in tribunale Higgs si è dichiarato totalmente colpevole: “Non le volevo fare del male, ma mi sono infuriato nel sentirla gridare il nome di un altro, non ci ho visto più. Ora mi rendo conto di ciò che ho fatto e sono pentitissimo.”

Francesco Toto    f.toto@email.it