Viabilità, è testa a testa tra Mario Gargiulo e Raffaele Apreda

0

Sorrento – Viabilità, è testa a testa tra Mario Gargiulo e Raffaele Apreda, i due assessori – tra i più votati alle elezioni dello scorso 31 maggio – si contendono la delega-chiave, quella storicamente più “delicata” perché, proprio negli ultimi anni a Sorrento, quando si tratta di mettere in pratica adeguamenti dei piano traffico si finisce spesso con il duellare con commercianti e categorie e non sempre vengono dispensate rose e fiori per provvedimenti innovativi, rivoluzioni e cambi a sorpresa benedetti dalia giunta. Basti pensare all’ultimo capitolo della serie: il Comune di Sorrento, alla vigilia dei voto, decise di istituire la zona a traffico limitato in piazza Angelina Lauro, ma l’ordinanza emessa dai vigili urbani suscitò reazioni inviperite degli esercenti che lamentarono un calo dei clienti e delle vendite tanto da indurre il comando di polizia municipale a ritirare tutto nel giro di pochi giorni. Insomma, materia cruciale quella del corso pubblico, da affrontare al più presto, con i guanti bianchi. E anche alla vigilia dell’autunno, stagione cruciale per la riapertura dei cantieri della metanizzazione che, in centro e in periferia, l’anno scorso provocarono la paralisi della circolazione e tanti veleni sul conto dell’operato dell’amministrazione.
  
Allora fu l’ex vicesindaco Giuseppe Stinga – che gestiva proprio la delega alla viabilità – a fare da parafulmine, a beccarsi qualche attacco, anche dai commercianti e da una parte degli alleati da cui si è diviso successivamente decidendo di non ricandidarsi. Adesso la situazione è bloccata. Il sindaco Giuseppe Cuomo, a 3 mesi esatti dalla vittoria delle Comunali, non ha ancora assegnato le deleghe alla giunta. Ma questo potrebbe essere il momento buono. C’è chi giura che il primo cittadino sia intenzionato a chiudere il cerchio entro l’inizio della prossima settimana. Si vedrà. La coalizione attende l’evolversi della situazione e qualche dubbio inizia a serpeggiare in maggioranza sull’assetto che Cuomo darà ai suo esecutivo anche per i tempi – decisamente lunghi – passati a riflettere sugli equilibri di una truppa che ha saputo scongiurare il rischio di finire al ballottaggio raggranellando il 52% delle preferenze contro avversari del calibro degli ex sindaci Marco Fiorentino e Ferdinando Pinto, del Movimento Cinque Stelle e di Gianluigi De Martino, già presidente del consiglio comunale. Proprio sulla viabilità, il sindaco di Sorrento ha deciso di puntare su un uomo di forza, iper-votato, che magari potrebbe anche mirare a seminare il terreno per la successione di Cuomo. Ed è qui che spuntano le candidature di Gargiulo (lista “li Ponte”) e Apreda (l’ex consigliere provinciale è il leader della civica “Grande Sorrento”, la più votata della truppa di governo). Non sembra invece della corsa perla delega al corso pubblico Massimo Coppola, il primo degli eletti delle amministrative 2015: l’assessore, esponente della lista “Nuova Sorrento” con oltre 800 preferenze personali, dovrebbe essere innanzitutto confermato per politiche giovanili e commercio. Ma oltre a ciò, Cuomo potrebbe affidargli anche la gestione dell’edilizia privata e dell’artigianato. Chi tra Apreda e Gargiulo non otterrà il corso pubblico, invece, sarà nominato assessore ai lavori pubblici. Altre deleghe: il vicesindaco Raffaella Cancellieri si occuperà quasi certamente di personale e forse turismo mentre l’altra “quota rosa” Maria Teresa De Angelis invece seguirà ancora pubblica istruzione e cultura.

Fonte: Josè Astarita da Metropolis

Sorrento – Viabilità, è testa a testa tra Mario Gargiulo e Raffaele Apreda, i due assessori – tra i più votati alle elezioni dello scorso 31 maggio – si contendono la delega-chiave, quella storicamente più "delicata" perché, proprio negli ultimi anni a Sorrento, quando si tratta di mettere in pratica adeguamenti dei piano traffico si finisce spesso con il duellare con commercianti e categorie e non sempre vengono dispensate rose e fiori per provvedimenti innovativi, rivoluzioni e cambi a sorpresa benedetti dalia giunta. Basti pensare all'ultimo capitolo della serie: il Comune di Sorrento, alla vigilia dei voto, decise di istituire la zona a traffico limitato in piazza Angelina Lauro, ma l'ordinanza emessa dai vigili urbani suscitò reazioni inviperite degli esercenti che lamentarono un calo dei clienti e delle vendite tanto da indurre il comando di polizia municipale a ritirare tutto nel giro di pochi giorni. Insomma, materia cruciale quella del corso pubblico, da affrontare al più presto, con i guanti bianchi. E anche alla vigilia dell'autunno, stagione cruciale per la riapertura dei cantieri della metanizzazione che, in centro e in periferia, l'anno scorso provocarono la paralisi della circolazione e tanti veleni sul conto dell'operato dell'amministrazione.
  
Allora fu l'ex vicesindaco Giuseppe Stinga – che gestiva proprio la delega alla viabilità – a fare da parafulmine, a beccarsi qualche attacco, anche dai commercianti e da una parte degli alleati da cui si è diviso successivamente decidendo di non ricandidarsi. Adesso la situazione è bloccata. Il sindaco Giuseppe Cuomo, a 3 mesi esatti dalla vittoria delle Comunali, non ha ancora assegnato le deleghe alla giunta. Ma questo potrebbe essere il momento buono. C'è chi giura che il primo cittadino sia intenzionato a chiudere il cerchio entro l'inizio della prossima settimana. Si vedrà. La coalizione attende l'evolversi della situazione e qualche dubbio inizia a serpeggiare in maggioranza sull'assetto che Cuomo darà ai suo esecutivo anche per i tempi – decisamente lunghi – passati a riflettere sugli equilibri di una truppa che ha saputo scongiurare il rischio di finire al ballottaggio raggranellando il 52% delle preferenze contro avversari del calibro degli ex sindaci Marco Fiorentino e Ferdinando Pinto, del Movimento Cinque Stelle e di Gianluigi De Martino, già presidente del consiglio comunale. Proprio sulla viabilità, il sindaco di Sorrento ha deciso di puntare su un uomo di forza, iper-votato, che magari potrebbe anche mirare a seminare il terreno per la successione di Cuomo. Ed è qui che spuntano le candidature di Gargiulo (lista "li Ponte") e Apreda (l'ex consigliere provinciale è il leader della civica "Grande Sorrento", la più votata della truppa di governo). Non sembra invece della corsa perla delega al corso pubblico Massimo Coppola, il primo degli eletti delle amministrative 2015: l'assessore, esponente della lista "Nuova Sorrento'' con oltre 800 preferenze personali, dovrebbe essere innanzitutto confermato per politiche giovanili e commercio. Ma oltre a ciò, Cuomo potrebbe affidargli anche la gestione dell'edilizia privata e dell'artigianato. Chi tra Apreda e Gargiulo non otterrà il corso pubblico, invece, sarà nominato assessore ai lavori pubblici. Altre deleghe: il vicesindaco Raffaella Cancellieri si occuperà quasi certamente di personale e forse turismo mentre l'altra "quota rosa" Maria Teresa De Angelis invece seguirà ancora pubblica istruzione e cultura.

Fonte: Josè Astarita da Metropolis