Meta Antonella Viggiano “Tardivo interessamento di Tito per inquinamento del mare, ha sprecato soldi per la passeggiata”

0

Meta . E’ tardivo l’interessamento di Tito per l’inquinamento del mare e ha sprecato soldi per la passeggiata. Passa all’attacco il consigliere di opposizione Antonella Viggiano “Sono anni che esiste il problema e Tito in amministrazione non ha fatto nulla, abbiamo sollevato a febbraio il problema che si è acuito già da qualche anno e che già si conosceva, in occasione dell’annuncio dell’inizio dei lavori della passeggiata meta alimuri. In tale occasione – sottolinea la Viggiano -, dicemmo che quei fondi europei, vincolati alla pavimentazione che vista due milioni di euro, erano sprecati se prima non si risolveva o almeno si affrontava il problema dell’inquinamento del mare e della erosione della costa. Se fossimo state ascoltate allora, i media non si sarebbero buttati a capofitto sulle nostre sventure ambientali. Ovvio che il problema va risolto alla radice. Perciò in occasione del consiglio comunale sul bilancio abbiamo chiesto al Sindaco di predisporre una verifica a tappeto degli scarichi sul territorio, scovando eventuali sversamenti illeciti di reflui nelle condotte delle acque bianche, o altre situazioni dannose. Gli abbiamo anche chiesto di attivarsi per reperire fondi, insieme agli altri Sindaci, ma utili ad una completa revisione del sistema fognario. Se ogni Comune inizia a fare pulizie in casa sua, agevola senz’altro la manutenzione dei punti di sbocco delle condotte in cui vengono convogliati gli scarichi dell’intera penisola, depuratore a parte, ovviamente.”

Meta . E' tardivo l'interessamento di Tito per l'inquinamento del mare e ha sprecato soldi per la passeggiata. Passa all'attacco il consigliere di opposizione Antonella Viggiano "Sono anni che esiste il problema e Tito in amministrazione non ha fatto nulla, abbiamo sollevato a febbraio il problema che si è acuito già da qualche anno e che già si conosceva, in occasione dell'annuncio dell'inizio dei lavori della passeggiata meta alimuri. In tale occasione – sottolinea la Viggiano -, dicemmo che quei fondi europei, vincolati alla pavimentazione che vista due milioni di euro, erano sprecati se prima non si risolveva o almeno si affrontava il problema dell'inquinamento del mare e della erosione della costa. Se fossimo state ascoltate allora, i media non si sarebbero buttati a capofitto sulle nostre sventure ambientali. Ovvio che il problema va risolto alla radice. Perciò in occasione del consiglio comunale sul bilancio abbiamo chiesto al Sindaco di predisporre una verifica a tappeto degli scarichi sul territorio, scovando eventuali sversamenti illeciti di reflui nelle condotte delle acque bianche, o altre situazioni dannose. Gli abbiamo anche chiesto di attivarsi per reperire fondi, insieme agli altri Sindaci, ma utili ad una completa revisione del sistema fognario. Se ogni Comune inizia a fare pulizie in casa sua, agevola senz'altro la manutenzione dei punti di sbocco delle condotte in cui vengono convogliati gli scarichi dell'intera penisola, depuratore a parte, ovviamente."