Festa grande per il FC Sorrento (FC Sant’Agnello) presentazione e Napoli Primavera k.o.

0

Pubblico delle grandi occasioni allo Stadio Italia

Sorrento – È stata una serata di gala per il Fc Sorrento (oggi FC Sant’Agnello) che non solo è stato presentato con Nino Lauro speaker ma ha battuto in amichevole seccamente il Napoli Primavera.

Si conclude il trittico di amichevole che ha visto la squadra costiera protagonista in una settimana sia contro l’Equipe Campania, per due volte, e sia contro il Napoli Primavera che tra le sue fila annoverava Nello Ferraro, calciatore locale proveniente dal Sorrento Calcio.

 Allo Stadio Italia c’era il pubblico delle grandi occasioni non solo per vedere all’opera questa nuova squadra costiera e per la sua presentazione, ma anche per vedere questo Napoli Primavera che si accinge a disputare il campionato nella sua categoria.

Un’amichevole in chiaro scuro: un primo tempo costiero con qualche sincronismo ancora da ben mettere in precisione ed oliare, con qualche intesa tra i vari reparti e giocatori da mettere sotto la lente d’ingrandimento per ben focalizzarla. Una squadra partenopea che è partita a mille, dopo il pericolo corso al 3’ con la traversa di Scarpa, si porta in vantaggio al 6’ con un diagonale rasoterra di Negro che si infila sul palo sinistro di Napolitano, e lo mantiene fino al duplice fischio, e che poi mantenendo il baricentro alto spezza l’azione del gioco avversario al momento giusto anche con falli smaliziati e tattici.

Di tutt’altro genere la ripresa con le carte che si sono capovolte a favore dei rossoneri, in serata in maglia giallonera, i colori dello sponsor, che ben svegliatisi, solo dopo due primi pareggiano con Scarpa che ben imbeccato verticalmente da Vitale, dribbla il portiere ed insacca. Poi il resto dei quarantacinque minuti, compresi i due di recupero, la storia che si legge è che i peninsulari vanno a segno per altre ben tre volte ed i partenopei che si spengono pian piano.

Corre il 7’ ed una palla da fuori area, da circa venti metri, di Gargiulo si insacca alla destra dell’estremo partenopeo, passano solo diciannove minuti ed il tris è servito con Temponi che insacca dopo una corta respinta di Gionta, il tutto era partito dalla punizione battuta da Maisto e spizzata di testa da De Rosa.

Dulcis in fundo il quarto gol messo a segno su rigore da Fragiello che ha spiazzato il portiere ospite, palla battuta dagli undici metri che è stata la sequenza di un atterramento in area di Izzo, ben imbeccato verticalmente da Cappellaccio, ad opera di Ferrara.

Ma nonostante la quaterna presa gli azzurrini hanno avuto qualche buona chance per sia cerare qualche pericolo e per potere mettere a segno la seconda rete con Carcatella, Luise, Farina e Selva.

Un’amichevole terminata ovviamente con l’applauso dei circa mille convenuti allo stadio, che ha visto la presentazione sia della squadra che dello staff tecnico del duo Giglio-Negri con anche il dirigente Giuseppe Cappiello ed alla presenza di Paolo Durante, fatta prima della gara. Il tutto contornato anche dai fuochi d’artificio e dalle parole del capitano Scarpa che “prometto il massimo impegno, anche se resterei senza segnare una rete ma di conquistare la promozione in Serie D”.

Per la cronaca queste le due formazioni scese in campo in una serata calda, 26°, su un manto erboso sintetico buono, davanti a circa mille spettatori:

FC SORRENTO (FC SANT’AGNELLO) (4-3-3): Napolitano (36’st Perrino); Micallo (32’st Cappelluccio), Scognamiglio, Arpino (29’st Di Donna), Di Gregorio (32’st Verdone); De Rosa, Esposito (1’st Maisto), Temponi; Gargiulo (36’st Izzo), Scarpa, Vitale (15’st Fragiello).

A disp: Serrapica.   Allen: Turi.

NAPOLI PRIMAVERA (4-3-3): Gionta (29’st Ferrara); Palumbo (5’st D’Ignazio), Granata, Donnarumma, Schiavi; De Simone G (12’st Spavone), Ferraro (10’st Otranto), De Simone F; Procida (10’st Selva), Negro (24’st Farina), Carcatella (15’st Luise)

A disp: Nocerino, Cioffi, Farina, Selva, Di Manolo.   Allen: Saurini.

Arbitro: Mollo di Castellammare di Stabia.

Assistenti: Cesarano e Schettino di Castellammare di Stabia.             

 

       Galleria fotografica di Rosario Criscuolo

  

 

GIUSEPPE SPASIANO

Pubblico delle grandi occasioni allo Stadio Italia

Sorrento – È stata una serata di gala per il Fc Sorrento (oggi FC Sant’Agnello) che non solo è stato presentato con Nino Lauro speaker ma ha battuto in amichevole seccamente il Napoli Primavera.

Si conclude il trittico di amichevole che ha visto la squadra costiera protagonista in una settimana sia contro l’Equipe Campania, per due volte, e sia contro il Napoli Primavera che tra le sue fila annoverava Nello Ferraro, calciatore locale proveniente dal Sorrento Calcio.

 Allo Stadio Italia c’era il pubblico delle grandi occasioni non solo per vedere all’opera questa nuova squadra costiera e per la sua presentazione, ma anche per vedere questo Napoli Primavera che si accinge a disputare il campionato nella sua categoria.

Un’amichevole in chiaro scuro: un primo tempo costiero con qualche sincronismo ancora da ben mettere in precisione ed oliare, con qualche intesa tra i vari reparti e giocatori da mettere sotto la lente d’ingrandimento per ben focalizzarla. Una squadra partenopea che è partita a mille, dopo il pericolo corso al 3’ con la traversa di Scarpa, si porta in vantaggio al 6’ con un diagonale rasoterra di Negro che si infila sul palo sinistro di Napolitano, e lo mantiene fino al duplice fischio, e che poi mantenendo il baricentro alto spezza l’azione del gioco avversario al momento giusto anche con falli smaliziati e tattici.

Di tutt’altro genere la ripresa con le carte che si sono capovolte a favore dei rossoneri, in serata in maglia giallonera, i colori dello sponsor, che ben svegliatisi, solo dopo due primi pareggiano con Scarpa che ben imbeccato verticalmente da Vitale, dribbla il portiere ed insacca. Poi il resto dei quarantacinque minuti, compresi i due di recupero, la storia che si legge è che i peninsulari vanno a segno per altre ben tre volte ed i partenopei che si spengono pian piano.

Corre il 7’ ed una palla da fuori area, da circa venti metri, di Gargiulo si insacca alla destra dell’estremo partenopeo, passano solo diciannove minuti ed il tris è servito con Temponi che insacca dopo una corta respinta di Gionta, il tutto era partito dalla punizione battuta da Maisto e spizzata di testa da De Rosa.

Dulcis in fundo il quarto gol messo a segno su rigore da Fragiello che ha spiazzato il portiere ospite, palla battuta dagli undici metri che è stata la sequenza di un atterramento in area di Izzo, ben imbeccato verticalmente da Cappellaccio, ad opera di Ferrara.

Ma nonostante la quaterna presa gli azzurrini hanno avuto qualche buona chance per sia cerare qualche pericolo e per potere mettere a segno la seconda rete con Carcatella, Luise, Farina e Selva.

Un’amichevole terminata ovviamente con l’applauso dei circa mille convenuti allo stadio, che ha visto la presentazione sia della squadra che dello staff tecnico del duo Giglio-Negri con anche il dirigente Giuseppe Cappiello ed alla presenza di Paolo Durante, fatta prima della gara. Il tutto contornato anche dai fuochi d’artificio e dalle parole del capitano Scarpa che “prometto il massimo impegno, anche se resterei senza segnare una rete ma di conquistare la promozione in Serie D”.

Per la cronaca queste le due formazioni scese in campo in una serata calda, 26°, su un manto erboso sintetico buono, davanti a circa mille spettatori:

FC SORRENTO (FC SANT’AGNELLO) (4-3-3): Napolitano (36’st Perrino); Micallo (32’st Cappelluccio), Scognamiglio, Arpino (29’st Di Donna), Di Gregorio (32’st Verdone); De Rosa, Esposito (1’st Maisto), Temponi; Gargiulo (36’st Izzo), Scarpa, Vitale (15’st Fragiello).

A disp: Serrapica.   Allen: Turi.

NAPOLI PRIMAVERA (4-3-3): Gionta (29’st Ferrara); Palumbo (5’st D’Ignazio), Granata, Donnarumma, Schiavi; De Simone G (12’st Spavone), Ferraro (10’st Otranto), De Simone F; Procida (10’st Selva), Negro (24’st Farina), Carcatella (15’st Luise)

A disp: Nocerino, Cioffi, Farina, Selva, Di Manolo.   Allen: Saurini.

Arbitro: Mollo di Castellammare di Stabia.

Assistenti: Cesarano e Schettino di Castellammare di Stabia.             

 

       Galleria fotografica di Rosario Criscuolo

  

 

GIUSEPPE SPASIANO

Lascia una risposta