Maiori e Minori fanno quadrato e reclamano aziende pulite per gli appalti pubblici

0
9

I consiglieri comunali di opposizione dei Comuni di Maiori e Minori : Fulvio Mormile Giovanni Proto , Mammato Lucia , Laudano Maria Teresa, Amato Francesco chiedono a gran voce :”La politica faccia la politica e si assumi la responsabilità di mantenere lontane dalla nostra terra aziende discutibili “
La Smart Project srl, società che gestisce le aree di sosta dei due comuni è stata colpita da un’ ennesima interdittiva antimafia a causa di infiltrazioni mafiose all interno della stessa. Malgrado ciò, le amministrazioni di Minori e Maiori restano silenziose e non rispondono alla cittadinanza su questa vicenda che ormai è nelle mani dell’ Autorità Nazionale Anticorruzione che è intervenuta aprendo un fascicolo.
Da oltre 20 giorni i gruppi di opposizione dei due comuni chiedono alle loro reciproche amministrazioni di fare la trasparenza necessaria su questo caso e di applicare i provvedimenti previsti dalla legge. “Abbiamo già scritto al prefetto di Salerno per chiedere di invitare l’amministrazione a fornirci copia del Protocollo n 90380/Area1/ ter/osp della prefettura di Napoli , che parla chiaramente di infiltrazioni mafiose di questa società. La Prefettura di Salerno ha già invitato il sindaco di Minori ed il segretario a fornire tale atto”.
Allo scopo di fare chiarezza e ottenere le risposte da parte delle amministrazioni in questione, i rappresentanti delle opposizioni dei due comuni costieri chiedono uniti la convocazione urgente di due consigli comunali straordinari con un unico punto all’ordine del giorno :”Aziende Pulite per i pubblici appalti”. Tra le richieste sul tavolo la principale sarà che le amministrazioni instituiscano una commissione antimafia permanente per la trasparenza su tutti gli appalti pubblici.
“A conclusione dei suddetti consigli comunali, i risultati saranno esaminati e ci avvarremo della possibilità di adire la commissione anticamorra regionale”.

I gruppi Consiliari Citta Nuova, Insieme per Maiori ,Progetto per MinoriI consiglieri comunali di opposizione dei Comuni di Maiori e Minori : Fulvio Mormile Giovanni Proto , Mammato Lucia , Laudano Maria Teresa, Amato Francesco chiedono a gran voce :”La politica faccia la politica e si assumi la responsabilità di mantenere lontane dalla nostra terra aziende discutibili “
La Smart Project srl, società che gestisce le aree di sosta dei due comuni è stata colpita da un’ ennesima interdittiva antimafia a causa di infiltrazioni mafiose all interno della stessa. Malgrado ciò, le amministrazioni di Minori e Maiori restano silenziose e non rispondono alla cittadinanza su questa vicenda che ormai è nelle mani dell’ Autorità Nazionale Anticorruzione che è intervenuta aprendo un fascicolo.
Da oltre 20 giorni i gruppi di opposizione dei due comuni chiedono alle loro reciproche amministrazioni di fare la trasparenza necessaria su questo caso e di applicare i provvedimenti previsti dalla legge. “Abbiamo già scritto al prefetto di Salerno per chiedere di invitare l’amministrazione a fornirci copia del Protocollo n 90380/Area1/ ter/osp della prefettura di Napoli , che parla chiaramente di infiltrazioni mafiose di questa società. La Prefettura di Salerno ha già invitato il sindaco di Minori ed il segretario a fornire tale atto”.
Allo scopo di fare chiarezza e ottenere le risposte da parte delle amministrazioni in questione, i rappresentanti delle opposizioni dei due comuni costieri chiedono uniti la convocazione urgente di due consigli comunali straordinari con un unico punto all’ordine del giorno :”Aziende Pulite per i pubblici appalti”. Tra le richieste sul tavolo la principale sarà che le amministrazioni instituiscano una commissione antimafia permanente per la trasparenza su tutti gli appalti pubblici.
“A conclusione dei suddetti consigli comunali, i risultati saranno esaminati e ci avvarremo della possibilità di adire la commissione anticamorra regionale”.

I gruppi Consiliari Citta Nuova, Insieme per Maiori ,Progetto per Minori

Lascia una risposta