Minacce e violenze alla moglie, arrestato pregiudicato salernitano

0

SALERNO. Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati, personale della Polizia di Stato appartenente alla Sezione Volanti, diretto dal V.Q. Agg.to D.ssa Rossana Trimarco, intorno alle ore 15.00 di ieri, è intervenuto in zona Carmine a Salerno, a seguito della richiesta di aiuto pervenuta al “113” da parte di una donna che segnalava la presenza, presso l’abitazione materna, del proprio coniuge che, in evidente stato di agitazione, profferiva contro di lei una serie di minacce, accompagnate da azioni violente.

L’immediato intervento sul posto degli agenti ha arginato la furia dell’uomo che, sebbene costretto a desistere dall’atteggiamento violento nei confronti della moglie, ha rivolto la propria aggressività contro gli operatori, continuando nella sua condotta intimidatoria, lanciando suppellettili (tre vasi di fiori) dal pianerottolo dell’edificio verso l’esterno e contro i poliziotti e palesando la volontà di togliersi la vita gettandosi dal ballatoio, ubicato al terzo piano.

Gli agenti lo hanno bloccato, impedendogli di mettere in pratica le minacce autolesionistiche ed hanno accertato che lo stesso, nel fare ingresso nell’edificio, aveva precedentemente danneggiato il portone d’ingresso e la cassetta postale della vittima.
L’uomo, pertanto, è stato portato presso gli uffici della Questura per l’adozione dei provvedimenti del caso ed è stato identificato per un 32enne salernitano, già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti di polizia.
Dalle testimonianze raccolte si è appurato, inoltre, che il 32enne era già avvezzo a comportamenti violenti in pregiudizio dei familiari e che di recente erano stati registrati vari interventi a suo carico per episodi di conflittualità con la consorte.
La circostanziata denuncia sporta dalla parte offesa ha consentito di ricostruire l’intera vicenda costellata dai continui comportamenti violenti realizzati dal marito negli ultimi mesi.
Sulla base degli elementi probatori acquisiti, i poliziotti hanno dichiarato in stato di arresto il 32enne, per i reati di resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale, e nel contempo si lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per le ulteriori ipotesi delittuose dei maltrattamenti in famiglia, minacce
gravi e danneggiamento aggravato.
Al termine delle incombenze, previe disposizioni impartite dal P.M. di turno, l’arrestato è stato condotto nelle locali camere di sicurezza, in attesa del giudizio per direttissima da celebrarsi nella mattinata odierna innanzi al Tribunale di Salerno.

LA CITTA DI SALERNOSALERNO. Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati, personale della Polizia di Stato appartenente alla Sezione Volanti, diretto dal V.Q. Agg.to D.ssa Rossana Trimarco, intorno alle ore 15.00 di ieri, è intervenuto in zona Carmine a Salerno, a seguito della richiesta di aiuto pervenuta al “113” da parte di una donna che segnalava la presenza, presso l’abitazione materna, del proprio coniuge che, in evidente stato di agitazione, profferiva contro di lei una serie di minacce, accompagnate da azioni violente.

L’immediato intervento sul posto degli agenti ha arginato la furia dell’uomo che, sebbene costretto a desistere dall’atteggiamento violento nei confronti della moglie, ha rivolto la propria aggressività contro gli operatori, continuando nella sua condotta intimidatoria, lanciando suppellettili (tre vasi di fiori) dal pianerottolo dell’edificio verso l’esterno e contro i poliziotti e palesando la volontà di togliersi la vita gettandosi dal ballatoio, ubicato al terzo piano.

Gli agenti lo hanno bloccato, impedendogli di mettere in pratica le minacce autolesionistiche ed hanno accertato che lo stesso, nel fare ingresso nell’edificio, aveva precedentemente danneggiato il portone d’ingresso e la cassetta postale della vittima.
L’uomo, pertanto, è stato portato presso gli uffici della Questura per l’adozione dei provvedimenti del caso ed è stato identificato per un 32enne salernitano, già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti di polizia.
Dalle testimonianze raccolte si è appurato, inoltre, che il 32enne era già avvezzo a comportamenti violenti in pregiudizio dei familiari e che di recente erano stati registrati vari interventi a suo carico per episodi di conflittualità con la consorte.
La circostanziata denuncia sporta dalla parte offesa ha consentito di ricostruire l’intera vicenda costellata dai continui comportamenti violenti realizzati dal marito negli ultimi mesi.
Sulla base degli elementi probatori acquisiti, i poliziotti hanno dichiarato in stato di arresto il 32enne, per i reati di resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale, e nel contempo si lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per le ulteriori ipotesi delittuose dei maltrattamenti in famiglia, minacce
gravi e danneggiamento aggravato.
Al termine delle incombenze, previe disposizioni impartite dal P.M. di turno, l’arrestato è stato condotto nelle locali camere di sicurezza, in attesa del giudizio per direttissima da celebrarsi nella mattinata odierna innanzi al Tribunale di Salerno.

LA CITTA DI SALERNO